"한국에 왔다 갔다 하는 이태리사람이다"

"한국에 왔다 갔다 하는 이태리사람이다"
한국에 왔다 갔다 하는 이태리사람이다 Un'italiana che dalla Corea del sud va e viene.

Vi aspetto su Facebook!

Dreaming of W. YouTube

sabato 19 marzo 2016

Lezione 20 (이십관): i vari livelli di cortesia


Sono tornata con le lezioncine finalmente.
Eh sì, diciamo che siete anche voi a sforzarmi di trovare concentrazione e tempo per ricaricare le mie personali spiegazioni, sempre sperando siano ben descritte e capibili per tutti.
Fino ad ora sembra esser stato così, dato che in molti mi hanno scritto e fatto complimenti o meglio ancora ringraziato per l'aiuto. Io faccio però quel che posso fare, non sono un'insegnante di coreano (di un altro genere) e non sono ad un livello talmente alto da conferire agli altri un insegnamento completo. Mi limito alle basi grammaticali, al beginning che io stessa ho già superato da un bel pò di tempo. Faccio riferimento alla mia organizzazione da autodidatta e ai miei cari appunti vecchi ormai di qualche anno direi. Hahhaa ... 



RICORDIAMO UN PO'
LE PASSATE LEZIONI
ALFABETO - è necessario saper leggere e scrivere l'hangul per imparare
realmente questa lingua, non vi affidate al romaji 
(sì non smetterò di ripeterlo, non mi stanco mai)

E poi il resto, entriamo nel vivo dello studio:







Bene! Ma bando alle ciance e veniamo alla lezioncina di oggi!
Parleremo dei vari livelli di cortesia, spero possa essere interessante, un pò illuminante e sopratutto come sempre utile per il vostro studio in proprio.


Come sapete la cultura coreana è abbastanza classista anche nel parlato, quindi il livello di cortesia non fa altro che sottolineare la posizione dei due individui che interagiscono. Per loro è davvero molto importante capire l'identità o meglio la posizione dell'individuo che si ha davanti. Anche per comprendere appunto come comportarsi, con quale linguaggio si deve interagire.

Questo però è anche un simbolo di rispetto, oltre che di posizione sociale e, delle volte, di separazione voluta, una sorta di barriera, un non volersi aprire con la persona che si ha di fronte. 
Il linguaggio è diverso se si parla con un amico stretto, un conoscente, specie se anziano (la cultura coreana da un gran rispetto agli anziani), o una persona di posizione superiore alla propria. Ma possono assumere un linguaggio formale anche appunto per una chiusura voluta con l'altra persona, un non voler dar confidenza all'altro. 


Poi c'è anche una formula usata per la scrittura, ma ora qui sotto vi spiego bene la varietà di linguaggio e per cosa lo potete usare! Perché quando si parla del linguaggio coreano si tende a categorizzare in soli due gruppi:

반말  *ban mal ovvero "mezza parola", linguaggio informale
존댓말 *jondae(s) mal ovvero il linguaggio formale, l'onorifico.

Beh, sì classificarli così è giusto, ma questo non vuol dire che vi siano solo due tipologie, no ce ne sono di più! 
Attenzione! Riguardo ai vari livelli dell'esortazione a far o non far qualcosa (insieme, da soli ecc), ne abbiamo già parlato l'ultima volta, se ricordate! Ma se non vi viene in mente o se aveste perso la lezioncina, ve la riposto qui: Esortazione a fare non fare (lezione 19)



Pronti? 
시작합시다! 



I livelli di cortesia sono vari, io qui vi schematizzo quelli da me fino ad ora studiati (in teoria dovrebbero essere tutti, ma aggiungerò se nel corso dei miei studi dovessi incontrare altre formule particolari), in seguito affronteremo una per una tutte approfonditamente:


  1. senza cortesia (amici e bambini) non vi è la presenza di alcuna formula, particolare è il verbo essere che da 예요 / 이에요 diviene 야  (밤말)
  2. cortesia base (nello scritto, con i bambini, amici e tra sé e sé) ㄴ/는다 per le affermative (으/느) 냐 per le interrogative (반말 un pò formale)
  3. cortesia usata più spesso 요 (conoscenti, sconosciuti, anche tra fidanzati o amici si può per dare più rispetto) consiglio agli stranieri che studiano questa lingua di imparare questa prima delle altre e cercare di usarla in primis che bene o male va sempre bene. (존댓말)
  4. cortesia, più accentuata lo diviene aggiungendo dopo il verbo 보다 + 요 (존댓말)
  5. cortesia più alta 시 (che poi si coniugherebbe in 세요 / 셔요 ed è anche la formula per le esortative)
  6. cortesia alta ㅂ니다 / 습니다 (spesso usato di più nel mondo del lavoro, ma a volte anche nella vita reale con gli anziani o le persone di un certo livello. Più grandi di noi o meglio ancora di livello più alto in campo lavorativo o persone illustri) (존댓말)
  7. ancor più elevata diviene il ㅂ니다 / 습니다 quando viene preceduto dal 시 (존댓말)

NB: se si usa il *겠다 (futuro vicino) in formula interrogativa alla seconda persona, si rafforza la cortesia nel parlato;
Vale la stessa cosa per il *죠, talvolta usato proprio insieme al 겠다 = 겠죠 
Negativa gentile invece è *는데요 per rispondere in modo negativo ma con cortesia ad un'affermazione o domanda. 



CONFIDENZIALE (반말)

Con chi usarlo: solo con amici e bambini. (per mia esperienza anche con i bimbi non conosciuti è più consigliabile usare lo 요. Il consiglio deriva solo dalla mia osservazione sul lavoro -avendo lavorato in vari asili di Seoul per un'organizzazione che mi ci mandava- e tutti i miei supervisori si riferivano agli alunni con la cortesia 요, io lo stesso, ma immagino possa anche essere una proforma lavorativa nel nostro caso. Anche se mi faceva sempre un pò strano visto che l'insegnante ero io).

In cosa consiste: nel non mettere alcuna formula di cortesia o nel caso del verbo essere 이다, da 예요 / 이에요 si coniugherà in 야 per tutto il resto basterà coniugare i verbi a seconda del tempo senza aggiungere 요 o qualunque altra formula formale.

ESEMPI:
  • 엄마! 문 열어줘 나야
    "mamma! Apri la porta, sono io!" (verbo essere)
  • 식탁위에 사과가 있어
    "sopra il tavolo c'è la mela" (senza 요)
  • 오늘 아침 뭐 했어 "cosa hai fatto stamani?"
    - 아무것도 그래서 내일 일찍 일어나고 꼭 공부하겠어
    "niente, quindi domani mi alzo presto e studierò"
  • 야 나쁜놈 널 항상 사랑할거야 (molto alla drama haha)
    "hey! Bastardo, ti amerò per sempre" (altro non potevo scrivere?)
  • 아빠 학교 갈게
    "papà, vado a scuola"
  • 너에게 편지를 보내준 사람 나야
    "la persona che ti ha inviato la lettera, sono io" (lasciate stare le formule che non comprendete, ve le spiegherò in futuro)



LIVELLO BASSO DI CORTESIA 
-AFFERMATIVE- (반말)



Con chi usarlo: per scrivere, con i bambini, amici o tra sé e sé. Spesso lo si usa per esclamazioni, ma è più usato a livello di scrittura. Nonostante questo spesso molte parole non vengono affatto coniugate anche durante una conversazione tra persone che si conoscono bene. Quindi evitatelo con anziani o sconosciuti.

In cosa consiste: 

Con i verbi descrittivi, in qualsiasi tempo verbale, basta lasciare la radice 다 e nient'altro. 
  • 이 사과가 맛있다  - "questa mela è buona"
  • 그 사람이 머리가 좋다  -"quella persona ha una buona testa" (è intelligente)
  •  우리 딸이 예뻤다 -"nostra figlia era carina" (ora è un mostro hahah, e la manderanno dal chirurgo plastico)

Con i verbi d'azione invece SOLO al presente si pone prima della radice 다 il 는 vale a dire 는다, se la parola finisce con la consonante, oppure ㄴ다 se si conclude in vocale, ma con i futuri e il passato rimane la regola dei descrittivi, lasciando solo la radice.
  • 그는 시골에 간다 -"lui va in campagna" (가다 togliendo la radice conclude in vocale, quindi si mette ㄴ다 e diviene 간다, fateci caso: spesso è usato tra amici per dire "vado" quando se ne vanno) 
  • 우리 딸 밥을 다 먹는다 -"nostra figlia mangia tutto"
  • 내 남자를 많이 사랑하는다 -"amo molto il mio ragazzo" 
  • 책을 읽는다 -"leggo un libro"
  • 바나나를 먹겠다 -"mangerò una banana"
  •  시간이 없었었다 -"non avevo tempo"



LIVELLO BASSO DI CORTESIA 
-INTERROGATIVE- (반말)

Con chi usarlo: per scrivere, con i bambini, amici o tra sé e sé. Spesso lo si usa per esclamazioni, ma è più usato a livello di scrittura. Nonostante questo spesso molte parole non vengono affatto coniugate anche durante una conversazione tra persone che si conoscono bene. Quindi evitatelo con anziani o sconosciuti.

In cosa consiste: 

Presente interrogativo per i verbi descrittivi si usa mettere al posto della radice il (으)냐 per i verbi che finiscono in vocale 냐 quelli in consonante 으냐
  • 그것이 비싸냐? -"quella cosa è costosa?"
  • 밥 좋으냐? -"ti piace il cibo?"
  • 멋지냐 ? -"è affascinante?"
Sempre presente interrogativo ma per i verbi d'azione si usa mettere al posto della radice (느)냐 per i verbi che finiscono in vocale 냐 e quelli in consonante 느냐  
  • 피자를 먹느냐? -"mangi la pizza?"
  • 차를 마시냐 ?-"bevi il tea?"
  •  새로운 책을 읽느냐? -"leggi un nuovo libro?"

NB: per i verbi irregolari che finiscono in ㄹ ricordatevi (come vuole la regola che trovate nella lezione sui verbi irregolari) che perdono la ㄹ
집 파냐? "vendi casa?"
여기 사냐? "vivi qui?"

Futuri e passato sono uguali sia per i verbi d'azione che per i descrittivi. Si usa (느)냐 
  • 먹었느냐? -"hai mangiato?"
  • 신기했느냐? -"è stato fantastico?"



ONORIFICO 1
CORTESIA COMUNE 요 (존댓말)

Con chi usarlo: quella che consiglio di imparare subito e usare con tutti. La potete utilizzare con sconosciuti, ma anche con amici per essere più cortesi. Alcuni fidanzati usano lo 요 non solo i primi tempi ma anche una volta sposati. Lo vedo un pò strano io sinceramente, ma quando ero fidanzata anche io sentivo di dover essere più gentile con un parlato cortese, oltre al fatto che dovevo abituarmi alla cortesia per non perderla anche quando mi rapportavo con la gente di fuori. Ecco perchè sconsiglio di imparare il 반말 se siete alle prime armi. Ora avendo abbastanza una buona padronanza almeno di tre dei livelli di parlato, con amici vicini evito il 존댓말 e parlo più confortevolmente. 


In cosa consiste: semplicemente si coniuga il verbo secondo le regole e si aggiunge lo 요 di cortesia.

ESEMPI molto veloci e con vari tempi verbali:

  • 갈게요
    "vado"
  • 잘 먹겠어요
    "mangerò bene"
  • 공부해요 
  • "studio"
  • 볼거예요
    "guarderò"
  • 했어요
    "ho fatto"

PER AVERE MAGGIORE GENTILEZZA SI AGGIUNGE IL 보다 + 요 = 봐요 (존댓말)

Non c'è molto da dire se non che dovete coniugare e aggiungere il 보다 che fungerà da "provare" a fare oltretutto. 
가봐요 "prova ad andare" 
먹어봐요  "provo a mangiare" ecc ecc diviene più gentile appunto.




ONORIFICO2 
PIU' CORTESE 시 (존댓말)

Con chi usarlo: per dare maggiore cortesia alla persona, quindi usatela con sconosciuti, maggiori di età, anziani e con chi è di carica maggiore alla vostra, specie sul lavoro.

In cosa consiste: nel porre il 시 e coniugarlo in 세요 oppure 셔요 se al presente, in 셨 se passato 실거이다 시겠다 ecc per i futuri, al posto della radice, ma il verbo non dovete coniugarlo.

ESEMPI semplici con due verbi che si ripetono, per mostrarvi la differenza:
  • 공부하실거에요
  • 공부하셨어요
  • 가지세요
  • 가시겠어요 

PER AVERE MAGGIOR CORTESIA SI PUO' USARE SIA IL 시 + 보다 + 요  (존댓말)

Non c'è molto da dire se non che dovete coniugare il verbo aggiungere il 보다 senza coniugarlo e aggiungere il 시 prima dello 요. 
가봐셔요 "prova ad andare" più la maggior cortesia
먹어봐셨어요  "hai provato a mangiare" ecc ecc diviene più gentile appunto.





ONORIFICO 3
UNO DEI MASSIMI LIVELLI 
ㅂ니다 / 습니다 (존대말)

Con chi usarlo: per dare maggiore cortesia alla persona, usatela con anziani o sconosciuti più grandi di età, ma se devo essere sincera è usata molto con i clienti o i superiori in campo lavorativo insomma.

In cosa consiste: si toglie la radice e aggiunge alle parole che terminano in vocale ㅂ니다 e a quella in consonante 습니다 semplice.
Spesso questa formula è la prima imparata dagli studenti nelle università, perché la coniugazione del suffisso NON VA CONIUGATA, quindi quel 다 che vedete non viene mai tolto. Ed è la versione più semplice, ecco perché viene insegnato come primo step, ma io la trovo un metodo sinceramente un pò errato.

ESEMPI del presente, futuro, passato semplici con verbi semplici:
  • 밥을 다 먹었습니다
  • 갑니다
  • 읽습니다
  • 요리 하겠습니다 

NB: con questa formula si può usare solo in affermativa, per le domande si deve usare la formula interrogativa ㅂ니까? / 습니까?
  • 잘 지냅니까? 



ONORIFICO 4
MASSIMO LIVELLO 시 + ㅂ니다  
per futuro e passato il 습니다  (조댓말)

Con chi usarlo: per dare maggiore cortesia alla persona, usatela con i clienti o i superiori in campo lavorativo insomma. Credo sia un onorifico molto alto, quindi non adatto a tutti i giorni.

In cosa consiste: togliere la radice non coniugare il verbo e aggiungerci 시 + ㅂ니다 e se in altri tempi il 습니다  (셨습니다 시겠습니다 ...)


ESEMPI uguali a quelli della formula appena citata, ma modificata secondo la formula sottostante:
  • 밥을 다 먹으셨습니다 
  • 가십니다
  • 읽으십니다
  • 요리 하시겠습니다 

NB: con questa formula si può usare solo in affermativa, per le domande si deve usare la formula interrogativa ㅂ니까? / 습니까?
  • 잘 지내십니까? 

Fine



Sto amando questi due




2 commenti:

  1. Ciao! Io volevo fare una domanda che a dire il vero non c'entra nulla con questo argomento ma... volevo chiedere se potessi spiegarmi come funziona l'esame di coreano TOPIK (sempre se se si scrive così ahah)
    Grazie in anticipo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Allora è suddiviso in due esami, c'è quello beginning e quello intermedio + avanzato (un tempo erano tre esami per ogni stadio (beginning intermedio e avanzato), ma da un anno se non ricordo male hanno cambiato le cose).
      Non ho mai provato a svolgere un topik, ma dovevo farlo (cause maggiori non ho potuto ), perciò mi sono un pò informata.
      In entrambi gli esami hai delle prove di 듣기 ascolto 쓰기 scrittura 읽기 lettura e 단어 parole. (mancherebbe solo il 말하기 parlato che non lo effettuano e altre prove sinceramente non credo, o me le sono scordate)
      In base al punteggio che fai, se provi l'esame del beginning potresti ottenere un attestato di livello 1 della lingua o di livello 2, se invece tenti l'intermediario/avanzato potresti prendere l'attestato dal livello 3 al 6 a seconda del tuo punteggio. Logicamente il test beginning è più facile rispetto all'intermediario/avanzato e richiede di imparare un minor numero di parole. (io due anni fa volevo fare il beginning e per far ciò la Ca Foscari richiedeva 8000 vocaboli se non ricordo male) Non ricordo però quanto tempo diano.
      In Corea del sud avviene 4/5 volte all'anno, in Italia invece due volte soltanto. Verso Aprile a Venezia, verso Ottobre a Roma. Il topik di qualsiasi livello (1.2.3.4.5.6) dura solo due anni. Se scaduto non vale nulla, bisogna rifare il test.
      Il costo è sui 45 euro.

      Elimina

어서오세요 Eoseooseyo! Benvenuti, entrate pure nel mio blog!
Ognuno è libero di commentare, sempre nel rispetto però dell'altrui persona.
Grazie a chiunque decidesse di seguirmi e arricchire il mio blog con i propri pensieri, che per me sono sempre preziosi.
감사합니다! Kamsahabnida!