"한국에 왔다 갔다 하는 이태리사람이다"

"한국에 왔다 갔다 하는 이태리사람이다"
한국에 왔다 갔다 하는 이태리사람이다 Un'italiana che dalla Corea del sud va e viene.

Vi aspetto su Facebook!

Dreaming of W. YouTube

mercoledì 28 maggio 2014

Multibang e altre attrazioni/giochi di Seoul

언니 ... 나랑 놀자!
[eonni ... narang nolja!]
Eonni ... gioca con me!




Inutile dire che la capitale del Sud Corea, tra storia, arte, cibo, shopping e altri tipi di sfarzo, è uno dei luoghi dove meno ci si annoia. Abbiamo già parlato di diverse tipologie di intrattenimento, tra cui le fantastiche mete turistiche, di cui non ho ancora terminato i post singolari, ma trovate i link dei post sotto il nome in lista, qui: Piccola lista per le vacanze a Seoul


Invece in questo post la vostra Amity fa un tuffo nei tre passati viaggi, elencando bene o male altre piccole "attività ricreative" amate dai coreani e che dunque potrete trovare una volta giunte là. Diciamo che il tutto verrà ripassato velocemente sulla passione "primordiale" coreana, ovvero IL CANTO, ne abbiamo già parlato qui: Noraebang i tipici karaoke coreani

Per gli amanti del kpop e degli idols, certamente il più apprezzato intrattenimento potrebbe essere il meeting con la propria kpopstar o i veri e propri concerti dei gruppi preferiti. E se invece facessimo bingo, partecipando ad una manifestazione kpop dove ad esibirsi fossero più idols?
Devo ammettere che mio malgrado non mi sono mai imbattuta in concerti all'aperto (manco al chiuso a parte un musical di kpop che nemmeno sono riuscita ad osservare, da tanto che ero distante, all'interno di Lotte World), ma sarò sincera: non sono mai andata in cerca di questo genere di attività. Oddio, ammetto che controllo sempre le date dei vari concerti dei Big Bang, essendo il mio gruppo kpop preferito (l'unico, per il resto ho simpatie o va a pezzo musicale).


Ah no!
잠깐만! *Jamkkanman!
Invece ho assistito ad un concerto!
Ero nei pressi di Namdaemung (e già li, chi conosce il luogo immaginerà tutto), quando vidi una folla incredibile di persone attorno ad un piccolo palchetto. 
Degli strumenti musicali erano stati posti sullo sfondo e l'asta di un microfono indicava l'arrivo di un cantante. Erano presenti più donne che uomini e tutte cominciarono a sbracciarsi e cantare appena l'artista salì sul palco per iniziare il suo show ...





... Ajumma e Ajusshi che rivendicavano il passato musicale di un dato artista sui, forse, sessant'anni. XD
Ero in compagnia di alcune amiche e del mio ragazzo quando ci imbattemmo in questo spettacolo ... di altri tempi.
Un Albano coreano o qualcosa di simile, mi spiegarono.



La mia esperienza con i concerti si conclude qui.
Sì lo so, sono una delusione ... 미안해요~ *mianhaeyo

Ma di concerti, mini concerti se così si possono definire, ne troviamo a bizzeffe se ... non stiamo a
Questo è il parchetto famoso
guardare la fama vera e propria dell'artista: la musica infatti è una perenne prerogativa della capitale coreana! Troverete ristoranti con la musica dal vivo E, meglio ancora, gli artisti di strada, in specie ad Hongdae (ma non solo eh): Indi Band, Rock Band e il famoso, da me tanto decantato Rap di "giardinetto" XD ... Ma non solo, anche artisti singoli con le loro chitarre per intonare melodiche emozioni e via dicendo ...
Sempre ad Hongadae poi possiamo trovare i club e le disco, diciamo pure che il quartiere stesso è una mega discoteca con negozi, giochi, pub, ristoranti e appunto i "privé" a sezioni: kpop, dance, pop e via dicendo.


I coreani sono uno di quei popoli fissati con il "game", inteso come sale gioco, che se ne trovano a bizzeffe, tra cui giochi come il canestro, il tirapugni, giochi di guerra/zombie sparatutto, macchine da corsa ecc, ma l'appuntamento più apprezzato da un giovane della capitale quale potrebbe essere?
Beh, una cena tranquilla ... una passeggiatina mano nella mano con la fidanzata o una ragazza conosciuta da poco e se è uno che vuole andare al sodo, prima di spostarsi in un qualche Motel  ... meglio fare una capatina (2o 3 orette) alla Pc room. XD

Logicamente scherzo, o meglio ... non troppo.
I motel vengono usati dalle coppiette in amore questo è vero, ma non tutti i ragazzotti coreani pretendono di arrivare al sodo. Di 작한남자 jakhan namja (bravi uomini) ne esistono quanto i 나쁜남자 nabbeun namja (cattivi uomini). O chissà ... forse di meno?




Però sulla Pc room (PC방 pc-bang) sono serissima!


Il coreano medio dai 12 (forse prima?) ai 30 anni (forse anche dopo?) lo si può corrompereseduta nella sala computer della zona. Dategli anche un'ora sola immerso nel mondo del game online e gli regalerete la pace dei sensi.
benissimo offrendogli una
I giochi gettonati sono quelli alla Starcaft, per darvi un'idea. Anche tra amici spesso ci si ritrova a mangiare, bere seduti su quelle poltrone comodissime, di fronte ad un pc, tutti collegati nel mondo virtuale a sparare agli alieni/elfi/zombie e così via, lottando per la propria vita ... beh, quella dell'avatar.




Uno sport apprezzatissimo in Corea del sud è il ... BASEBALL (야구 yagu), anche per questo vi sono in molte zone dei giochi aperti a tutti, "cabine" (야구연습장 yagu yeonseubjang ovvero = 야구 baseball, 연습 esercizio, 장 luogo. Posti dove esercitarsi) nelle quali iniziare a sfogare la propria rabbia, insoddisfazione e problemi vari della vita reale. Insomma non si buttano solo sull'alcool, chi non può o non vuole lo fa anche con una mazza da baseball e delle palline micidialmente puntate contro se stessi. XD
Come funziona? Semplicemente parte la macchina che spara le palle e voi dovete essere così agili da batterle e fare punti. O anche se non li fate, basta che becchiate la pallina o peggio per voi. (io esagero eh)









Come perdere 50,000 won in una sera per ... il non nulla?
Beh, provate a giocare con le macchinette dell'oggettistica, così le chiamo io, e poi mi direte.
Non parlo solo dell'inutile machine acchiappa peluche, no! Seoul è tappezzata di quelle macchine/gioco dove poter trovare di tutto di più: orologi, ipod (mah), cavi usb, ammazza zanzare (o.O), giocattoli spara frecce, accendini, tra poco anche i preservativi, cuffie, cerchietti, copri orecchie, orologi, cappelli, guanti ... forse anche le mutande.
Una volta che inizierete, il vostro fegato potrebbe ingrandirsi spropositatamente per il nervoso e continuerete a introdurre i dannati 1000 won per poter giocare 한번만, 한번만 *hanbon man han bon man (ancora una volta, ancora una volta), perché fino a quel momento per un pelo non si ha ottenuto l'oggetto scelto tra la vasta gamma di gadget.
Oddio, ci sono anche i vincenti eh! Ma anche nel loro caso è un continuo provare e spendere inconsciamente.
Insomma se non becchi niente il nervoso ti spinge a provare finché non hai ottenuto qualcosa, quando la ottieni e anche nel caso si ottenesse da subito ... l'avarizia umana porta a continuare il gioco finché non si ha per lo meno svaligiato l'intera macchinetta.
XD E' divertente. -.-''

Ma i fidanzati amano anche trascorrere le loro giornate alla Coex o al 63 Bilding, dove troverete (in entrambi i casi) un bellissimo acquario da visitare con il proprio love.
Nel caso del 63 Bilding l'acquario è molto più vaso e particolare, lo si può anche notare in alcune scene di To the Beautiful in you, il drama. E finito quello potreste anche fare un salto al planetario.
Mannaggia a mio cognato, ci perdemmo proprio le stelle quella volta, perché lui poveretto ci stava aspettando da tutt'altra parte, concluso il lavoro. Eh sì che D.Yong aveva comprato ad entrambe i biglietti per acquario e planetario insieme. Soldi buttati per nulla.
Tra l'altro all'acquario al yuksam (63) Bilding fanno lo spettacolo della danza sott'acqua, a volte con costumi antichi (hanbok) a volte con la semplice divisa subacquea. Vi assicuro che vale la pena visitare l'acquario anche solo per non perdersi i volteggi della ballerina sott'acqua, circondata dai suoi pescioni. Al Coex invece vi è uno spettacolo simile, sempre con la musica e i pescioni danzanti, di questo potete ammirare dal video (qui sotto) che fece mia sorella e che postai nel canale youtube:



Un'alternativa al cinema ... oltre che del motel,U.U bisogna dirlo ... sono i kinema, dove poter scegliere il proprio dvd come in un noleggio, ma con la particolarità di gustarselo in una sala privata, solo voi due. Oppure ci sono i cinema 3d, ma sono cose che si trovano anche qui, vero?

Veniamo alla mia attività preferita, da fare in gruppo:

Multibang
La prima volta che entrai in una multibang fu il dicembre del 2012. Era ormai notte fonda e non
volevamo tornare in guesthouse, così siamo finiti in un appartamento a cinque piani. Al terzo di
questo ci trovammo in una sorta di dormitorio, o meglio quello fu il mio primo pensiero. Sicuramente si trattava di una noraebang, rispose successivamente il mio cervello ragionando. Non sapevamo davvero dove i nostri ragazzi ci avessero portato...
C'era una hall con delle leccornie da poter comprare, un giovane di "guardia" XD e poi l'apposito spazio dove lasciare le scarpe prima di inoltrarsi in quella che sembrava davvero una tipica casa coreana, con tante stanze lungo il corridoio. Era davvero un luogo molto invitante, con disegni particolari e tutti di una tinta pastello, il bianco predominava (anche se dalla foto sembra verde o giallo).




All'interno, la nostra stanza era più scura, spaziosa, con un dipinto di una donnina che cantava e vi erano dei cuscini, delle coperte su cui sedersi, un tavolino ed un'enorme televisione al plasma.
In multibang si può sgranocchiare qualcosa mentre si gioca o canta con gli amici. Insomma fa sia da Karaoke che da videogame room.
Noi ad esempio giocammo con gli sport della wii.

Cosa ne pensate?
E queste sono poche delle tante cose che si potrebbero dire a proposito delle attrazioni di Seoul.
La cosa certa è che: quasi tutte, almeno una volta sono da provare!
Non credete?

Alla prossima!!!


giovedì 22 maggio 2014

PANE ... in Corea, pochi sanno cosa vuol dire.





Un nuovo post, ispirato ad una domanda che qualcuno dei lettori ha fatto su ask! 
"in Corea c’è pane, focaccia, crackers da mangiare durante pranzo e cena?"


A proposito ... no! Dreaming of Wonderland non ha ask, ma io sì! XD Consigliato da mia sorella (io ero riluttante) per dare l'opportunità a voi di poter curiosare liberamente. 
Dai, principalmente è a questo che serve ask XD ... hahaha. Sono ironica, non temete! 
Nonostante l'ironia, è comunque un dato di fatto che sia così, tutti i social network si basano su questa causa: osservare la vita degli altri
A proposito, se vi siete persi il mio ask, venite ed esponete quel che vi pare, io risponderò appena posso: http://ask.fm/GiorgiaSeouland


Perché ho aperto ask?

Ma per poter comprendervi meglio ... bimbi miei! Direbbe il lupo cattivo della favola di Capuccetto rosso. Sì, vi osservo a mia volta, miei cari! 


Infatti, dalle vostre domande io traggo ispirazione! 
Non tutti guardano quel dato sito, e comunque ogni tanto vi potrà sfuggire qualche domanda particolarmente interessante. Proprio per questo rarissime volte condivido quesiti curiosi sulla pagina facebook del blog.





Ma quando l'argomento diviene curioso e interessante ecco che ci scappa il post:


Tou Les Jour
La Corea del sud e i suoi abitanti, francamente, non sanno minimamente cosa voglia dire entrare in panetteria di mattina presto e comprare una bella pagnotta di pane appena sfornato.
Immaginatevi di entrare in una panetteria, lettori italiani e cari amici esteri (se conoscete la nostra lingua, tanto da comprendere le mie parole, e se ne siete affascinati) e di annusare il profumo avvolgente, caldo oserei dire e fragrante del pane appena tolto dal forno. Comprate una buona focaccia o un qualche tipo di filone ancora bollente, croccante all'esterno e morbidissimo all'interno.
Sarà che sono a dieta, ma riesco a sentire il profumo e il gusto al sol pensiero.
Se io e il mio fidanzato ci sposeremo e avremo mai figli in futuro, questa sarà una delle cose che mi mancherà dell'italia: poter portare i miei bambini in panetteria, per far loro mangiare del vero pane fatto in casa, da mastri fornai. Sembra una sciocchezza, ma per me che comunque amo la mia cultura, in specie culinaria, è importantissimo. Credo siano uno di quei ricordi infantili legati ad olfatto e gusto che rimangono nella memoria di ogni italiano che si rispetti. 


Sono la sola a pensarla così?



Quindi non troviamo pane in Corea?
Sì, lo troviamo e si chiama 빵 "bbang". Solo vi dovete limitare assai ed accontentarvi del gusto coreano, che è molto differente dal nostro come molti di voi sapranno.
Questo vuol dire che il pane proposto non ha nulla a che vedere con il nostro pane. Il gusto delle baguette (esistono esistono) è quasi sempre dolciastro, anche quando si tratta di filoni all'aglio. Ottimi per le bruschette fatte in casa (le ho collaudate in Corea, eh certo!), in quanto formaggio e pomodorini tolgono un pò quel dolciume a noi forse un pò strano.
Inoltre non ho mai trovato troppe varietà e nemmeno un tipo di pane dalla crosta fatta come si deve, solo rari negozi very italian sparsi per la capitale, tipo ad Iteawon, possono creare qualcosa di similissimo al nostro orgoglio nazionale (come tante altre cose).


                                Focacce?

Tous les joeur
Anche quelle le trovate praticamente solo in negozi italiani, che sono
comunque difficili da trovare.
Quelli che spopolano purtroppo sono le grandi catene di franchising, come "Paris Baguette", simil francese, ma di francese temo abbia davvero poco o "Tou les joeur". Queste sono quelle più famose, la prima tra l'altro sponsorizzata ora da Jeon Ji Hyeon, mentre la seconda dal suo alieno (i protagonisti di Who you came from the stars).




Kim Soo Hyun sta
divorando questo
paninetto nella gif
che vi ho postato,
della pubblicità
Tous les Jour
(uyu bbang, pane con
crema di latte)
Molti dolci e dolcetti buoni davvero, ma niente a che vedere con le vere panetterie ... logicamente.
Ciò che vendono non le considero focacce e focaccine, ma nemmeno pizzette anche se d'aspetto possono sembrarlo. Il problema è che farciscono la pasta davvero con tutto ciò che trovano, cipolla, wustel, mostarda ...












Classica pizzetta
da bakery con dentro
di tutto di più
Addirittura mia cognata una sera è tornata a casa con un bottino da Paris Baguette e a fine pasto, lei, io e sua madre ci siamo messe ad assaggiare le varie leccornie. La parte forte era una lunghissima baguette dall'aspetto ... devo ammettere, delizioso. Era tagliata per il lungo, creando così una cavità dove porre la farcitura. Aveva all'interno wurstel, poca cipolla (grazie al cielo), formaggio e un leggero topping alla mostarda (sia lodatissimo il cielo). Ad un primo assaggio non sembrò affatto male, ma ... infondo a tutta quella farcitura c'era un altro ingrediente: 







crema pasticcera!





Come vi ho detto: dolce e salato, dolce e salato ... dolce e salato!
Loro lo apprezzano molto. Troppo!!!!
Però specifico che non avendo la cultura del pane dalla loro parte, non sono nemmeno dei grandi intenditori (almeno che non vivano in Italia o non siano molto affascinati e conoscitori, studiosi del nostro paese) e non ne consumano molto. Anche perché a dir loro pasta e pane fanno male. Fanno ingrassare, ma possono anche nuocere alla salute. Per questo le donne incinta e i bambini ai primi anni di vita (logicamente dopo lo svezzamento), non lo mangiano solitamente, perché potrebbe crear loro problemi di allergie. Così la pensano e così molti genitori ci tengono a far mangiare loro solo cibo coreano.
Dunque il pane non si consuma durante i pasti, caso mai è un pasto alternativo o una merendina (per forza se è dolce). Dopo cena, dopo pranzo, assolutamente non è loro abitudine portarlo in tavola e non so se la famiglia del mio ragazzo, quelle poche volte che lo comprarono lo fecero esclusivamente per me o se qualche volta si dilettano a mangiare questa pietanza. Sua sorella apprezza molto, quindi ... E lui lo stesso! -.- Ogni tanto mangia solo un panino dolce e via, il musso! (asino)


Non sono nemmeno abituati al classico nostro panino farcito, in quanto di affettato si trovano solo
rari esemplari XD ... Diciamo che per loro il panino è più da classificare come: Mcdonald food, quindi con l'hamburger. Anche se la Subway, catena di fast food paninari onti XD, ribalta un pò questa ideologia, rendendola quasi similare alla nostra. Io consiglio la Subway perché nel vostro panino potete mettere di tutto!!! Si sceglie pure la tipologia di pane, poi la carne e le verdure con cui volete farcirlo, il formaggio e quei pochi e rari affettati che propongono ... O.O trovai il salame ungherese (ma il sapore era inesistente XD).




Il pane di strada?
Sì esiste anche questo: 계란빵 kyeran bbang, pane con le uova, lo trovate nelle bancherelle per le strade della capitale.










Riguardo ai crackers, mah ... io personalmente non ho mai visto Doria o Mulino Bianco in giro, ma nemmeno crackers che non avessero una componente dolciastra. Insomma sempre misti biscotti sembrerebbero. Ma può essere che qualcosa di solo salato si trovi.
뻥튀기 "bbeong twigi" sono la versione coreana più simili ai crackers, ma ... sono più gallette di riso dolciastre, un misto tra galletta e il biscotto cialda che mettono nel gelato.











E le cacche di pane???

똥빵 "ddong bbang", niente a che vedere con il pane, però sono dolcetti. Crema pasticcera, cioccolato, crema al formaggio o più spesso con la marmellata di fagioli rossi.











Il pane con burro fuso all'interno, caramello e sopra panna montata e fragole??? O nocciole e cioccolato? Beh di questo tipo di dolci ne troviamo a iosa e di varie tipologie, come quello al formaggio e aglio.











Oppure i toast ... ma anche qui il campo sui cui andiamo ad inoltrare è molto diverso da quel che noi siamo abituati a pensare. Si può farcire con quel che si vuole da Iisac, un gruppo di "chioschi-negozi" dove ti fai personalizzare il toast, che comunque prevede uovo, una cosa simile ad un ravanello, topik di cipolla e formaggio.







Foto di mia sorella.
Un'altra utilità del pane in Corea del sud: fa da
contenitore.
Sì, contiene la pasta!
Quando i coreani vanno a mangiare in un "ristorante italiano", la maggior parte di loro ordina il "zuccotto salato" XD ovvero del pane scavato all'interno, con spaghetti colmi di sugo. Mangiano la pasta e poi se hanno tanta fame scavano la mollica molliccia, colma di crema (solitamente panna da cucina o crema di formaggio). Ora capite perché ho scritto ristorante italiano tra virgolette ...
Sappiate che molti credono davvero che sia un tipico piatto consumato in moltissime case italiane.
Sì, sì ... come no.

Ordinazione di
una coppia, amici del mio lui.

Lascio una NOTA: purtroppo il vero sapore italico a volte potrebbe anche non piacere ai palati coreani, ecco perché moltissimi ristoranti, con cuoci realmente italiani, optano per un fushion cibo italiano con cibo coreano o meglio: il cibo italiano cucinato per i palati coreani, che è molto differente dal vero, nostro 이탈리아 음식 "itallia eumsik". Ho parlato con alcuni cuochi che lavorano a Seoul e bene o male quasi tutti affermano: "è un'eresia, ma spesso ci si deve adattare" XD









Ora mi farei un bel paninazzo ....




sabato 10 maggio 2014

한글단어 Vocaboli hangul: Kamjeong 감정, emozioni



Mmmm ... apriamo questo post con il signor alieno che vi offre la mano,
ovvero un aiuto, quel che alla fine vorrei fare io per coloro
che stanno studiando in solitaria
la lingua coreana o per coloro che vorrebbero iniziare.

Quindi chiamiamo il nostro caro professore alieno e iniziamo anche questa lezioncina ...
eh?
eh??
eh???
eh????
eh?????


O.o?
Non sembra aver molta voglia ...

Ma non vi preoccupate ci sono io qui con voi!!!
Cos'ho pensato? Ad un altro bel post sui vocaboli! Che ve ne pare?


RICORDIAMO UN PO'
LE PASSATE LEZIONI
ALFABETO - è necessario saper leggere e scrivere l'hangul per imparare
realmente questa lingua, non vi affidate al romaji 
(sì non smetterò di ripeterlo, non mi stanco mai)

E poi il resto, entriamo nel vivo dello studio:



Come da titolo questa volta affronteremo un pò di 감정 kamjeong, ovvero EMOZIONI!
RICORDO CHE non scrivo la vera pronuncia della parole, ma la romanizzazione "fedele", ovvero quella che non si basa sulla pronuncia in sé e nemmeno "all'americana", come spesso si trova in giro. Inoltre ribadisco l'importanza di studiare l'alfabeto e non appoggiarsi al romaji, comunque c'è molta differenza tra o/eo, la prima chiusa e la seconda aperta, come vi sono differenze tra u/eu, parlando sempre di pronuncia. Se non lo ricordate, andate a controllare la lezione 1 sulle vocali.
INOLTRE i verbi sono nella forma piana, che voi dovrete provare a coniugare nei vari tempi, ad esempio qui trovate il primo tempo da me spiegato: Tempo presente (lezione 10)
NB: alcuni verbi sono irregolari e ve li segnerò, per quelli la regola del tempo presente cambia, quando affronteremo i verbi irregolari capirete meglio, ma per ora se non siete a conoscenza di tali regola, non coniugate quei dati termini.


느끼다 "neukkida" = Sentire/Provare, inteso come sensazione fisica o di sentimento
느낌 "neukkim" = Sensazione
슬프다 "seulpeuda" = Essere triste
슬픔 "seulpeum" = Tristezza
행복하다 "haengbokhada" = Essere felice
행복 "haengbok" = Felicità
기분이 좋다 "Kibuni johda" = Star bene *
기쁨 "Kibbeum" = Gioia
괜찮다 "Kwaenchanhda" = Star bene *
안괜찮다 "angwaenchanhda" = Non star bene
아프다 "apueda" = Star male
아픔 "apeum" = Dolore
사랑하다 "saranghada" = Amare
사랑 "sarang" = Amore
밉다 "mibda" = Odiare eccolo qua! Questo ad esempio è un verbo irregolare, non diviene 밉어요 secondo la semplice regola del presente, ma 미워요 "miweoyo" (a breve vi spiegherò la regola degli irregolari, per ora se non la sapete non coniugate questo termine)
우울하다 "uurlhada" = Depresso / Malinconico
우울 "uul" = Malinconia
화나다 "hwanada" = Essere arrabbiato
화 "hwa" = Rabbia
재미있다 "jaemi issda" = Essere divertente/ interessante
재미없다 "jaemi eobsda" = Non essere divertente/ non essere interessante
재미 "jaemi" = Divertimento
지루하다 "jiruhada" = Essere annoiato
지루함 "jiruham" = Noia
무섭다 "museobda" = Avere paura altro esempio di verbo irregolare, tra l'altro dall'identica regola di 밉다 ovvero si toglie la ㅂ e si mette la 어, diventando 무서워요 "museoweoyo"
무서움 "museoum" = Paura
놀라다 "nollada" = Sorprendere / o anche spaventare
놀람 "nollam" = Sorpresa
부끄럽다 "bukkeureobda" = Vergognare altro verbo irregolare e sempre identico agli altri, 부끄러워요 così al presente
부끄러움 "bukkeureoum" = Vergogna
질투하다 "jiltuhada" = Essere gelosi
질투 "jiltu" = Gelosia
희망하다 "hwimanghada" = Sperare
희망 "hwimang" = Speranza
실망하다 "silmanghada" = Essere delusi
실망 "silmang" = Delusione
만족하다 "manjokhada" = Essere soddisfatti
만족 "manjok" = soddisfazione

Nella lingua coreana spesso una sola parola può contenere anche 3 e passa significati, ad esempio prendete 재미있다 e il suo duplice significato; com'è vero che ci sono invece significati che possono essere espressi da più parole. Io mi sono limitata a darvi questi, perché non sono la conoscenza massima in coreano, sto ancora studiando ... Quindi come sempre preferisco stare sul semplice, anche per non crearvi confusione.


La "lezione" sui vocaboli finisce qui, per oggi.
E come vedete abbiamo fatto a meno del prof alienato ...






Sperando sia stata interessante e utile ...
ci vediamo al prossimo post!
^ ^ 




lunedì 5 maggio 2014

Come rimorchiare un ragazzo coreano a Seoul (o anche in Italia è uguale)

Il titolo è provocatorio, ma di tanto in tanto qualcuno mi chiede come poter incontrare l'amore a Seoul, anche se devo essere sincera ... non sono in molte.
Nonostante ciò bisogna ammetterlo: a causa dei drama e per alcuni a causa del kpop, l'ideologia dell'uomo coreano è assai sopravvalutata. Io stessa prima di partire mi chiedevo se quei modi e quei sentimenti sinceri fossero una prerogativa importante dell'uomo from South Korea e appena incontrai il mio ragazzo compresi che in effetti i modi da "drama" sono quelli, ne feci anche un post ... ma ...

i drama sono finzione e gli uomini coreani sono identici agli altri uomini.

Essere coreano non vuol dire essere santo!
Dipende da chi si incontra nella propria strada. Immagino però che non tutte abbiano un'ottima e lucente esperienza di cui "vantarsi" riguardo a relazioni con coreani o anche in amicizia, eh! Perché appunto non tutti hanno la fortuna di trovare l'uomo giusto, l'amico sincero e via dicendo.

Come si fa a trovare l'uomo in Corea?

Beh, volendo possiamo scrivere una lista e in base alle vostre preferenze poi troviamo la soluzione:

  • Vi piace l'uomo usa e getta?
  • Vi piace essere usate come trofeo?
  • Volete solo una storia che duri al massimo per tutta la vacanza?
  • Volete un uomo che vi tradisca?
  • Considerate l'uomo come un oggetto?
  • Volete solo finire in un Motel?
Allora Hongdae è ciò che serve a voi! Ma non solo, ci sono tanti altri posti simili, eh!
Logicamente in questi luoghi non ci sono solo approfittatori e nel resto della capitale non vi sono solo santi che girano per la strada. Non facciamo di tutta l'erba un fascio. Quel che è certo è che cercare l'amore nei club, porta a fare incontri da una botta e via, anzi ... in verità cercare l'amore ostinatamente porta ad un risultato 70% tragico, che sia un rapporto inconcludente fin da subito o che sia qualcosa che non duri ad una distanza come quella Corea-Italia.
Non posso dirvi come cercare un ragazzo a Seoul, perché non è una cosa che si può insegnare, si tratta di amore, non fidanzato per corrispondenza e se questo argomento venisse preso in modo superficiale diverrebbe alquanto degradante.
Non si parla di oggetti del desiderio, ma di uomini, persone, esseri viventi. Le donne di una volta hanno lottato tanto per il femminismo, ma questo non vuol dire schiacciare la parte maschile arrivando a metterci a livello di molti uomini. 

Se non volete prendere i miei consigli e la mia provocazione intelligentemente, allora infilatevi in un club per i vostri scopi e poi mi saprete dire! ;) Potrebbe anche andarvi bene ... però ...
E' vero anche che tutto dipende da persona a persona, se volere o non voler aprire le proprie gambe per uno sconosciuto, se cedere o non cedere a meschine persone che potrebbero solo farvi soffrire.
Di certo non mi sento di parlare tanto leggermente su questo argomento: mi ritengo fortunata nel dire che i lettori che mi seguono, di qualsiasi età essi siano, sembrerebbero davvero maturi, interessati sopratutto alla cultura coreana, magari anche alla mia storia perché romantica e seria, ma disincantati riguardo ad altre questioni. Anche perché nel blog e facebook, spesso ho parlato dei lati negativi della Corea del sud, confessando anche che ormai il titolo del blog, quel "wonderland" non è più veritiero! Ho sempre sottolineato che la Corea del sud non è affatto il paese dei balocchi per varie questioni ... Però ... è vero che ogni giorno sempre più ragazzi e ragazze leggono il blog e non sapendo mai chi mi segue davvero, mi sento il dovere di mettere in guardia le persone più "deboli", "inesperte", "sensibili", "ingenue" ....

Se il fato lo vuole e l'amore vien viaggiando, allora così sarà! 
Non cercate storie che poi vi faranno inutilmente soffrire perché sbagliate, ma attendete quello giusto che vi farà giustamente soffrire perché E' quello giusto!


Quindi non cercate l'amore, fidandovi ciecamente di un uomo (o donna anche eh) che vi promette il "matrimonio" fin da subito, o mari e monti, ma che poi potrebbe lasciarvi la mattina dopo in una stanza d'albergo, sole.
Tutelate voi stesse e il vostro cuore. Se l'amore viene allora buttatevi, ma a seconda di quel che vi sentite di fare, sempre però avendo l'occhio vigile verso la persona appena conosciuta. Perché coloro che tanto appaiono come principi azzurri ... è un attimo perché si trasformino in lupi famelici. A volte sono persone semplici, sfigatelli qualunque, ma che nella loro sfiga e nella passione per l'occhio a mandorla di alcune, ci marciano. Oddio, è vero anche che se i principini notano freddezza nelle persone, o meglio maturità di capo, potrebbero cambiare idea trasformandosi in ottime conoscenze. Alcuni invece ci provano a prescindere ...
Insomma andate in disco a divertirvi usando la testa, ma non crediate che in questi posti vi sia l'uomo della vostra vita ad aspettarvi, anzi oserei dire che il contrario! L'uomo serio potrebbe anche qualche volta bazzicare i club, ma di certo non inizia storie in quei posti.

C'è una sorta di detto coreano, che dice "gli amori da club non durano" (dipende, certo), non antico logicamente, ma di questi tempi. Insomma pure i coreani lo sanno che in certi posti si va per : divertirsi in primis, il che per alcuni vuol dire musica, alcool, per altri anche pomiciare e se ti va bene farti una scopata in Motel ... scusate la franchezza. Questa questione però vale per qualunque zona del globo, eh!
Credo fortemente in quel detto. In quei posti spesso non si arriva nemmeno ad avere i presupposti per un semplice inizio. Quindi dove andare? ...

Da nessuna parte! Rileggete le mie parole appena più sopra, quelle in grande e credete nel vostro destino! Io per molti sono stata fortunata, di più se pensate che mia sorella ha avuto lo stesso mio incontro (va beh l'uomo è differente logicamente XD), ma per noi fu destino. Solo questo ...
Da parte mia l'uomo coreano mi affascinava, ma non ho mai creduto di poter conquistare qualcuno, non ho mai cercato una persona che mi amasse in quella terra ... è semplicemente giunto a me.

In definitiva l'uomo coreano potrebbe avere maniere da drama, ma è a tutti gli effetti un uomo comune! Non siete al sicuro con un qualunque sconosciuto, immagino che lo sappiate. Nemmeno se è coreano, perché la gente è imprevedibile! Bisogna imparare a mettere alla prova il proprio lui e se stessi, bisogna imparare a conoscersi, aiutandosi anche con dei paletti ... (comprendete?)
E specie in determinate zone ... non affidatevi ai principini che vi compariranno davanti, ragionate con la mente e non con la vagina ...

Scusate donne, ma questo andava detto! Avevamo già parlato della mania/desiderio di volere un uomo coreano o asiatico e dei viaggi pro kpop (e baaaastaaa), ma su questo ne parlai poco in diversi punti, in questo modo è tutto concentrato! XD
Non voglio passare per una superficiale che non crede nel potere dell'esempio che i blogger possono dare ai propri lettori, anche perché fino ad ora ho sempre sostenuto sia lati positivi sia quelli negativi di questa nazione, che purtroppo sono molti come per la nostra. Se mi leggete da parecchio sia qui, sia in facebook lo saprete!
Proprio perché credo nel potere che può avere un blogger, metto i famosi paletti su certi argomenti, paletti che ognuno dovrebbe postare se si ha la ben che minima idea di cosa voglia dire amare il proprio pubblico e tenere a coloro che leggono, che questi abbiano 12 anni (in specie) o 70 anni!



Con una faccina demente, vi saluto ...

venerdì 2 maggio 2014

Dopo un mese e mezzo a Seoul, si torna a casa ...

Mi accingo a prendere le mie cuffione per ascoltare della buona musica.
La scelta cade sui brani che hanno accompagnato il mio viaggio e inizio a scrivere il post, comincio a dar vita ai miei pensieri, sempre con questo sottofondo melodico che si sprigiona nelle mie orecchie e finisce dritto al cervello. Non c'è droga migliore e più sana della musica, della fantasia, della scrittura, per potersi isolare dall'esterno, dal mondo intero. 
Così, posso riflettere meglio, ispirare di più la mia mente ...






E così ...
... un altro viaggio si è concluso, il quarto per essere precisi. In due anni è stato un continuo via vai da quando sono partita quel fatidico fine Luglio 2012, prendendo un volo che era diretto a... Seoul, Sud Corea. 

Sinceramente?
La capitale mi era piaciuta talmente tanto, che sarei stata disposta a tornare ancora ... nell'estate successiva. 
E invece: inverno, nuovamente estate e ancora primavera. Mi mancherebbe solo l'autunno coreano da vedere e poi potrei dire di aver viaggiato in tutte le quattro stagioni.
Ora però mi dovrò dare una calmata, perché nonostante la felicità di quei giorni, nonostante l'aiuto economico da parte del mio ragazzo e della sua famiglia, i soldi spesi sono davvero molti e in questi tempi di crisi una povera disoccupata non può pretendere più tanto dalle sue povere tasche.

Il mio intento?
Logicamente per amore prenderei un maledetto aereo anche domani. Avevo pensato ad un ritorno estivo o ancora meglio, mi ero decisa per Ottobre. Se non che il mio bel grilletto parlante dagli occhi a mandorla, che tante volte sembra realmente dimostrare la sua età giocosa e immatura, a volte invece dimostra di avere più giudizio di me, mi ha fatto riflettere e ci siamo accordati di rivederci il prossimo anno.
Non proprio ... io lo aspetterò per Natale, sperando che possa venire in Italia e poi tornerò da lui il prossimo Febbraio o Marzo. Insomma, Seoul la rivedrò nel 2015, questo è quasi certo. Ma abbiamo sempre la clausola: se ci si riesce!
Se i nostri cuori lo permetteranno o meglio se i nostri impegni affolleranno talmente tanto la nostra vita, da far scorrere il tempo velocemente, cosa che non è accaduta dopo il penultimo arrivederci dell'estate 2013. Insomma dipende dalle distrazioni, dipende dal lavoro, dipende da quanto siamo in grado di attendere, anche perché il mio prossimo viaggio potrebbe realmente essere l'ultimo ... a suo dire sarà l'ultimo, dunque è bene che mi prepari il tutto per tutto, migliori il mio coreano, dimagrisca (che in una città come Seoul e in un mondo dove ammalarsi è un lusso ormai, fa sempre comodo) e se la crisi permette, è bene preparasi anche economicamente, cercando di non fare spese eccessive e di guadagnare per tenersi da parte il poco che si ha ancora ...


Ultimo viaggio.
Non c'è viaggio che non sia meraviglioso, ma per certi frangenti è stato detestabile.
Intanto viaggiare da sola non è mai semplice e sopratutto tanto gioioso. Dal mio canto non trovo felice nemmeno viaggiare in compagnia, non se parliamo della tratta. Poi, una volta arrivati la faccenda è completamente diversa, ma odio fortemente spostarmi in aereo (preferirei macchina, pullman o treno ... ma ...), non temo di volare, ma non impazzisco nel farlo. Inoltre gli scali mi fanno sempre un certo ché, peggio se sono da sola.


Volare senza mia sorella, com'è stato?
Malinconico, noioso e spaventoso. 
All'andata specialmente, perché era comunque la prima volta che prendevo un aereo con scalo in solitaria. Al ritorno pensavo sarebbe stata una passeggiata e invece ho trovato piccoli problemi con il gate, ma alla fine ho risolto tutto da sola. Insomma non sono una bambina, so risolvere da sola i miei problemi, ma ... forse un pò da "contadinotta", che ha viaggiato pochissimo in vita sua, mi posso spaventare quasi quanto una bimba da certi eventi.
Hey! Ho sconfitto un cancro ma ho ancora paura della mia ombra, problemi? ... Ebbene, sì! E' la verità.

Detestabili e adorabili momenti...
Quante lacrime versate ... e non solo di disperazione, causa futuro ritorno in patria, ma anche per nervosismi dovuti ad altri. Il fatto di non poter concepire che i soldi e le conoscenze possono agevolarti, anzi aprirti proprio strade, canali per poter anche solo distruggere quella distanza che c'è tra te e la persona amata ... Non poter credere che tra italiani non ci si aiuti nemmeno in terra straniera e che: chi fa da sé fa per tre. Non se non si ha un certo tipo di confidenza, ma alla fine posso anche "capirli" ... tu chi cavolo sei? (rivolta a me stessa) Mi puoi servire? Se ti aiuto cosa ne ricavo? O come mi ha risposto una certa persona, quando le ho chiesto consiglio: "ma tu non hai tua sorella a Seoul?", come se mia sorella fosse il papa. O meglio come se fosse un italiano emigrato a Seoul da un'infinità o come se avesse amicizie tra la mafia.
Era meglio dirlo chiaramente: "arrangiati! Non posso e non voglio aiutarti!", perché tante volte è vero che non possono far nulla, nemmeno darti un minimo di consigio e farebbero meglio dirlo prima.
Con quello che sto passando in bene e in male (la distanza non è mai sinonimo di felicità), se un giorno potrò dire: vivo in Corea del Sud accanto al mio uomo, e qualcuno mi chiedesse aiuto, se potrò mai aiutare realmente in qualche modo gli altri a realizzare i loro sogni ... se davvero ne avrò le capacità  ... lo farò. Mi scuso per tutti gli altri ma: specialmente chi sta provando quel che provo io ora. Chi ha metà del proprio cuore dall'altra parte del mondo.

Però, parlando in positivo, devo dire che degli aiuti li ho avuti! Sono infinitamente grata a costoro per i consigli dati. "Se non ci si aiuta tra connazionali" , mi disse una data persona. Eh, sapesse signor F. Le sue dritte le userò certamente, anche se per ottenere ciò che voglio al momento non possono servire, custodisco questo tipo di aiuto gelosamente per il prossimo futuro.

Linguaggio, amore e famiglia.
Meraviglioso viaggio a livelli amorosi, di conoscenza, turismo e per il caro blog, che presto arricchirò di post, ma che intanto ho arricchito di video.
Il mio coreano migliora sempre di più, sarebbe meglio vivere la e parlare, imparare sul campo (logico), però mi accontento e continuo da me questo percorso.
La suocera e il suo "
mi sembra di parlare con un coreano" certamente esagerato, mi ha comunque dato la carica per continuare questo percorso, che a quanto pare, da me, in Italia, lo sto facendo per bene ...
Al contrario della passata estate, quando lei non comprendeva le mie poche frasi in coreano e io, oltre a capire quasi nulla di ciò che mi diceva, avevo un freno nella lingua se c'era lei di fronte, ora invece, non solo io ho affinato e affino tutt'ora il mio orecchio mancato, 
ma possiamo ormai discutere tra di noi di cose varie (chiesa, lavoro, figlio, drama, dieta XD), senza che ci sia il suo figliolo di mezzo a far da traduttore. Logicamente non sono ancora in grado di capire tutto, ma ci comprendiamo.


La mia parte di cuore è sempre più unita alla sua metà.
Poche litigate serie, ma prese con calma e dialogo, così da capire entrambe le parti, entrambi i nostri pensieri e problemi, finendo nella pace dei sensi, tra abbracci, coccole, baci e scherzetti. 
Un miglioramento di noi stessi come coppia. Sempre più convinta che sia l'uomo che fa per me e viceversa. Sono talmente fortunata su questo che mi fustigherei da sola quando la mia mente di "pessima scrittrice", come dice lui (perché invento conclusioni terribili per me stessa), si fa sentire e mi fa preoccupare senza che vi sia qualcosa per la quale davvero preoccuparsi. 
Sì, sono pessima e quando faccio così rischio di fidarmi di cose infondate e non di lui ... da pazzi! Devo smetterla ... ma poco a poco, ci sto riuscendo! Lui è fin troppo paziente, che mi comprende, mi sprona e mi tranquillizza. 
Davvero, amore mio ti amo alla follia. 
A volte scatena in me quel senso materno, un senso che lo vuole proteggere da tutto il male che c'è nella vita e d'altra parte invece è lui a dover proteggere me da ... me stessa. T T
Come sono ridotta: richiedere protezione dalla mia pessimistica fantasia. O meglio dalle mie stupide insicurezze.

Insomma a volte mi comporto da una bambina e a volte una donna, ma il discorso vale anche per lui.

Come si concluderà quest'anno? 
Come inizierà il prossimo?
Come finirà la nostra storia a distanza? 
Perché deve avere un fine ... parlo della distanza. ;D
Vivremo sullo stesso tetto con la sua famiglia ben presto, come ha proposto sua madre o ... no?

Mi sembra di essere all'interno di un romantico drama, solo che questa fantasia è pessima assai! 
Irreale! 
Nella pellicola, bene o male, questo genere di storie finisce per il meglio ... nella realtà invece non è detto ... affatto! 
Mannaggia a me!!!








Avete concluso "No answer"? (canzone)
Se è così, lo avete fatto insieme a me.
Ai miei lettori, quelli che si mostrano e quelli che di nascosto leggono ... con affetto
Giorgia.