"한국에 왔다 갔다 하는 이태리사람이다"

"한국에 왔다 갔다 하는 이태리사람이다"
한국에 왔다 갔다 하는 이태리사람이다 Un'italiana che dalla Corea del sud va e viene.

Vi aspetto su Facebook!

Dreaming of W. YouTube

giovedì 10 aprile 2014

9 e ultima PARTE Quarto viaggio a Seoul ..." sperando perlomeno che sia il penultimo"


Eh sì, avete capito bene. Questi sono gli ultimo appunti di viaggio e questo vuol dire che il tempo della partenza, ritorno in Italia, ormai è giunto. 
Però ho molti progetti da mettere in atto, con l'aiuto di mia sorella visto che ormai lei è bella che trasferita a Seoul.
Mancano ancora tre giorni e per questo me li godrò tutti fino alla fine, sperando che la tristezza, aggrappata, ben salda sulle mie spalle non rovini tutta la gioia che ho provato, che abbiamo provato in questi giorni.
Chimere sfatate, speranza un pò cadute, ma risollevate in altri ambiti. Nulla è andato perduto, bisogna solo saper aspettare e aver fede l'una nell'altro. Come al solito tornare da lui è quasi una manna dal cielo, è uno sprazzo di acqua fresca durante il torrido caldo estivo, è la felicità attesa a lungo tra la malinconia e la vera tristezza.
Il mio proposito era tornare in Ottobre, ma forse così non avverrà, perché in effetti il viaggio costa parecchio e se continuiamo a vederci ogni sei mesi come abbiamo fatto fino ad ora, di soldi per il futuro insieme non ce ne saranno più. Per fare in modo che quel "vivere insieme" si realizzi dobbiamo stringere ancora un pò i denti e andare avanti.
Quindi?
Quindi si attenderà un annetto questa volta, forse. Se non dovessimo riuscire nell'impresa allora si penserà al presente e ai tanto odiati quattrini si penserà in futuro.
Insomma, datemi una pacca sulla spalla please. T T

Gli ultimi appunti di viaggio (per ora)
di un'italiana imbranata a Seoul

  • I bambini coreani devono mangiare il riso! 
Bambini molto piccoli e donne incinta esattamente, ma spesso evitano di dare troppa pasta (cereali) ai bambini anche di quattro anni. Loro devono mangiare riso coreano, mi è stato detto. Oddio, non è una questione di tradizione e mente chiusa, eh. No!
In realtà dicono che la pasta faccia insorgere malformazioni di tipo allergico. Sì, allergie! Quindi nei primi anni di vita del piccino, compreso durante la gravidanza, cercano di non far assumere questo tipo di alimento.

  • Allergie coreane
In Corea del Sud ci sono poche allergie. Il mio lui si scoprì allergico a chissà quale tipo di fiore presente in Italia, appunto approdando nel bel paese. A Seoul sta che è una meraviglia anche sotto la primavera.
Una mia amica, sposata con un coreano da un pò di anni, (visitate la sua pg facebook Casa Kim) mi ha confermato la cosa, aggiungendo che una delle allergie presenti (una delle poche) è quella alla pesca ed in effetti anche altre persone del luogo me ne hanno parlato.


  • Mangiare perché fa bene, anche se non piace
Una delle tante cose che apprezzo del pensiero coreano: se un dato alimento non piace ma fa bene, specie magari durante certi periodo di debolezza del fisico, la si mangia comunque. Forse anche qui da noi qualcuno fa così, ma sempre più spesso si insegna ai proprio figli che è possibile scartare certi tipi di alimenti se il palato non apprezza. Io stessa sono una persona schizzinosa, ma faccio male, gran male! Quindi cercherò di prendere spunto da questo pensiero coreano ed educare la mia futura prole, se ci sarà, al meglio.
Il kimchi ad esempio, a volte i coreani stessi non lo apprezzano, ma lo si deve mangiare: fa bene!

  • Estremi:
vecchietti e vecchiette che si fermano apposta per fissarti abbastanza male, a volte schioccano la lingua perfino o fanno comunque un gesto di diniego. Perché? In questi casi è logico che il loro pensiero non è affatto benevolo, ma giudizievole, mal giudizievole. E sì che sia io che mia sorella non siamo vestite scollate, né abbiamo le gambe scoperte, anzi. E invece poi ci sono gli estremi appunto, che ti guardano con occhioni spalancati, quasi in segno di "adorazione", come se fossi un simpatico e benevolo buddha *io soprattutto* o ancora signore che sorprendentemente professano il loro pensiero: "ma che bella ragazza/ che bel volto/ graziosa ecc".
O come il vecchietto dell'altro giorno che, vedendo una ragazza straniera uscire da una casa in compagnia di un'altra biondona, si è fermato sbalordito, forse pensando male. Noi ci avviciniamo e vedendolo platealmente interessato: salutiamolo va! Appena pronunciato un "annyeonghaseyo" lui subito ci si è accostato e non ci ha lasciate più andare. Insomma ha scoperto che siamo italiane e soprattutto ragazze apposto.

  • Arriva l'eonni a casa!
La cara eonni qualche settimana fa è venuta a portarci gli inviti per il compleanno del piccino di casa Kim (cognome del padre). Siamo stati insieme per un'intera giornata, io che badavo al figlio di 5 anni, un biricchino, e lei che se la spassava con il suo fratellino (il mio lui). 
Alla sera però salta fuori un argomento delicato: matrimonio. Lei stessa ci aveva detto di sposarci presto, ma il punto è che a sollevare la questione ci pensò il mio ragazzo, senza dirmi nulla, senza avvisarmi e senza dar peso al fatto che l'altra sorella e sua madre erano presenti. Questo ha scatenato il panico in me. 
Non vi emozionate troppo: è nei nostri progetti per ora, ma quest'anno non ci sarà nessuna festa nuziale. 

  • La prima volta che sua sorella mi chiama eonni
Parlando dell'altra sorella, mia yeodongsaeng (più piccola di un anno), di solito mi chiama Jia-ssi, ma una sera, conquistata da delle bruschette fatte con il pane riciclato, si è permessa di chiamarmi "eonni" da allora io sono ufficialmente diventata "Jia eonni". La cosa mi ha fatto un immenso piacere!!!!
Lei eonni e il nipotino mi chiama "imo" (zia), che cose piacevoli.

  • Frozen in coreano
Tra l'altro Naruem è di una gentilezza immensa! Una sera è pure tornata a casa con il cellulare in mano e il naso all'ingiù, intenta a vedersi Frozen. Credo che abbia percorso la strada dal lavoro a casa perennamente concentrata sul film, molti coreani lo fanno: in metro, nel bus, per strada ... ovunque. Comunque entra e mi chiede se voglio vederlo, mentre lava la casa e pulisce i gatti, mi lascia a me il cellulare e in un'oretta mi sono vista il film d'animazione in coreano. Davvero carino.

  • L'incontro con Novella e Vanessa, le italiane e il loro modo di fare!
Cara Vanessa e Novella, incontrarvi mi ha dato un colpo di energia. Sono due lettrici silenziose del blog che hanno viaggiato la scorsa estate in Corea per una vacanza studio e ora si sono iscritte alla Yonsei. Ci siamo trovate faccia a faccia per la prima volta e, a parte che Vanessa è veneta come me e casinara come un veneto originale XD hahaha, ci siamo davvero divertite insieme. Sicuramente avranno ancora occasione di uscire con mia sorella Giulia visto che è strapiantata, peccato T T non poter partecipare.
Comunque il modo di ridere e parlare italiano è stra espansivo, a volte anche troppo (dipende da persona a persona) e al nostro primo incontro, sedute in una caffetteria ad Insadong, eravamo le uniche a ridere e sghignazzare, mentre i coreani e le coreane che ci circondavano silenziosamente erano intenti a fare altro. XD Ci facciamo sempre riconoscere è vero!
Ma viva la solarità italica!

  • Anche se piove la giornata diventa raggiante xD ... com'è possibile?
Aspettando D.Yong sotto le scale dell'appartamento, passa un'ajumeoni che come al solito mi fissa piú volte e salendo le scale afferma ad alta voce letteralmente "penso che sia carina, proprio carina" ( i modi coreani sono un pò diversi dai nostri anche nell'esprimersi) senza motivo, solo per esprimere il suo pensiero. Logicamente mi sono inchinata piú volte ringraziandola. Scende il mio lui, che ha assistito alla scena, trattenendo un sorriso compiaciuto. Sapendo che comunque non sono lo "stile" di bellezza qui e che spesso mi scambiano per "poco di buono" (per così dire) per il sol fatto di essere straniera, sentirmi dire così da un'ajumeoni sui 60 anni fu per me di gran orgoglio.



  • Ultimamente tutti mi parlano di matrimonio.
Ci si è messa anche la sua parrucchiera, che si è avvicinata a me per salutarmi, affermando: "sposatevi presto, siete troppo lontani". Spero che tutti questi accenni non portino sfortuna.


  • Incontro con gli italiani al club italia!
Una domenica ho Sforzato il mio ragazzo e con mia sorella siamo stati al Club Italia. E' un club di italiani che organizza pranzi domenicali a Seoul. C'è tanto di gruppo su facebook, menù italico esposto ogni settimana, così da invogliare la gente che vive a Seoul a presentarsi. Non solo italiani, ma anche stranieri di ogni parte del mondo. Vi partecipano anche moti coreani con un legame con l'Italia, coreani che conoscono l'italiano o che semplicemente ne sono affascinati.
Noi, siamo state benissimo, anche se quella domenica di italiani ve ne erano ben pochi e il gruppo individuato è rismasto per tutto il tempo tra sé e sé! Però abbiamo conosciuto una professoressa coreana di canto lirico, Cecilia, che ha vissuto per anni nel nostro paese e perciò comprende e parla benissimo l'italiano. Con lei poi si è presentato il Don Padovano (la mia provincia), che ospita nel convento francescano il gruppo del Club, ormai cittadino coreano da 45 anni. E ancora un cervello in fuga, un ragazzo di 32 anni ricercatore che fa avanti indietro tra Italia e Corea, un architetto coreano sposato con un'italiana, anch'egli viaggiatore tra il nostro paese e il suo ecc ...
Un piacevole pranzo all'insegna della conoscenza.
Specie con la prof Cecilia ci siamo trovate benissimo, ci siamo confrontate tra noi sull'Italia e sulla Corea, esponendo la nostra passione e raccontandole le nostre avventure.



  • I vecchietti pervertiti ogni tanto sbucano
Forse la sua non era "perversione" XD ma solo stupore, fatto sta che uscendo dal market, dopo aver ricaricato la T Money card per il bus, sale un vecchiettino e appena il suo sguardo incrocia il mio, sfuggente in quel momento, si blocca, inarca la schiena di colpo all'indietro ed esclama un "oooooh" sorpreso compiaciuto. Io abbasso la testa quasi ad inchinarmi per salutare e lui ricambia con un "annyeong haseyo", ma il tono era più supplichevole che altro, come per dire: "guardami ti prego".
Mah ... perplessità portami via.


  • Il folle autista di autobus
E dopo il vecchietto, sempre quel giorno, arriva l'autista folle! 
Si sa che i coreani alla guida sono pericolosi, ma questo credo abbia superato ogni mia aspettativa. Non dovete temere gli autisti, sono solo frettolosi e penso sia anche una sorta di prassi partire in quarta ignorando il fatto che il pendolare è appena salito nel mezzo e quindi la sua stabilità potrebbe essere compromessa. Ma questo autista si meriterebbe la pernacchia d'oro! (esiste poi?)
A parte le frenate brusche, anche le curve le fece super strette e in gran velocità, mi sembrava di viaggiare con un pazzo scatenato, che ripartiva a tutta birra appena poteva. Insomma faceva prima a scaraventarmi fuori dal bus del tutto e se avesse avuto la possibilità, l'avrebbe fatto, non solo con me, eh! Con tutti.

Gli appunti purtroppo finiscono qui, perché la sottoscritta ormai deve preparare le valige, iniziare per lo meno, e godersi gli ultimi istanti insieme al proprio caro.
Ma i video non sono finiti! Sto mettendo mano anche ad un "reperto" inviatomi da mia sorella.
Continuerò ad aggiornarvi comunque, magari direttamente al mio ritorno.



Concludo questa volta con un'immagine che una lettrice mi ha inviato per messaggio privato, visto che ha notato il mio sconforto di questi giorni. T T
Eh, sì ... il calvario inizia, ma come mi dice il mio lui: "don't worry be happy. Sii più positiva".






6 commenti:

  1. Fa sempre piacere leggere i tuoi appunti...lo dico davvero, non è una frase fatta u.u
    Come ti ho già scritto per messaggio, anche se siete distanti il vostro amore vi lega..ed è un legame che non può essere spezzato! <3
    Se potessi essere lì da te, non mi limiterei a una pacca, ma ti abbraccerei forte forte per farti capire che non sei sola! Hai tante sostenitrici e amiche come me che ti stanno vicine e ti sostengono! <3
    Sei una ragazza forte e dolcissima e devi rimanere forte per te e per lui! <3

    Credo che questa citazione ci stia tutta.

    "L'assenza attenua le passioni mediocri e aumenta le grandi, come il vento spegne le candele e ravviva il fuoco.
    François de La Rochefoucauld"


    Poi pensa che il fatto che tutti ti parlino di matrimonio, potrebbe essere un segno no? U.u Potrebbe essere di buon auspicio. u.u

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Francesca grazia anche qui!!! ^*^
      E mi fai pensare a quel dannato biscotto della fortuna!

      Elimina
  2. Ciao Giorgia! Insomma è già ora di tornare...Dai fatti forza che il tempo (a volte purtroppo e a volte per fortuna) passa in fretta...Ti avevo scritto via mail ma ancora non ho avuto risp, xò ho lasciato stare perchè sei la e avrai avuto altre cose a cui pensare quindi vai tranquilla! XD Non ti preoccupare...Goditi questi giorni e torna felice, non triste eh!! Un bacione grande!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Silvia cara!!! T T qui in Corea mi arrivano un sacco di spam! Ho un sacco di mail ogni giorno, appena torno faccio pulizia e cerco la tua mail. Ultimamente ho aperto poco la posta e solo perché dovevo attendere la mail del professore da Venezia. Dovevo fare il topik di coreano ma er un problema loro sono fuori gioco T T ... anche questa da pensare.

      Elimina
  3. appena finito il video cn tt le foto, bellissimo e tenerissimo e letto il post…ti auguro di riuscire a coronare il tuo sogno e t mando un mega abbraccio mentale:D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. T T commossa!
      Grazie mille Fede! In un certo senso tutte voi mi date forza! Poi la devo trovare anche da me!!!!!
      ^O^

      Elimina

어서오세요 Eoseooseyo! Benvenuti, entrate pure nel mio blog!
Ognuno è libero di commentare, sempre nel rispetto però dell'altrui persona.
Grazie a chiunque decidesse di seguirmi e arricchire il mio blog con i propri pensieri, che per me sono sempre preziosi.
감사합니다! Kamsahabnida!