"한국에 왔다 갔다 하는 이태리사람이다"

"한국에 왔다 갔다 하는 이태리사람이다"
한국에 왔다 갔다 하는 이태리사람이다 Un'italiana che dalla Corea del sud va e viene.

Vi aspetto su Facebook!

Dreaming of W. YouTube

sabato 29 marzo 2014

7 PERTE Quarto viaggio a Seoul ... "sperando sia perlomeno il penultimo"

Oggi è una giornata particolarmente bella a Seoul, anche se piove. Insomma lo è per me.
No, non vi agitate, nulla di nuovo e "buono" in vista ...
La primavera ormai è arrivata da parecchi giorni, anche se il sole ogni tanto si vuol nascondere timidamente dietro a qualche nuvola carica d'acqua. Una signora mi ha rallegrato l'uggiosa giornata, ma di questo se ne parlerà in un altro set di appunti ...
E intanto continuo con ...


Appunti di un'italiana imbranata a Seoul

  • Tronky  (Jang Geun Suk) va in pensione. Non più gettonato? 

Dovete sapere che in questi due anni, tra il 2012 e il 2013, era la stella che brillava di più (o quasi) nel firmamento coreano, lo si vedeva ovunque, sempre però in rivalità con colui che ora molti chiamano "l'alieno", ma che un tempo era solo Kim Soo Hyun. Se prima Mr. Do Min Jung (nome dell'alieno, personaggio del suddetto attore nel drama "You who came from the stars"), da molti ribattezzato Bambi, lo si vedeva ovunque perché in voga come modello per diverse compagnie e negozi, dopo il famoso drama "delle stele" la cosa è andata peggiorando. 
Si potrebbe avere una crisi d'identità a forza di incontrare il suo volto per le vie di Seoul. Prima o poi si può cadere nell'errore di scambiare il proprio riflesso per quello di Kim Soo Hyun-ssi.


  • Volti noti che la moda porta via ...
Abbiamo già parlato di Jeon Ji Hyeon, no? 
A seoul gli attiri vanno di moda a seconda del momento, quindi dipendentemente dagli ascolti del drama, o vendite cd ecc ... i loro volti tappezzeranno le vie della capitale o meno: So Ji Seob regge, ma sta calando per lasciar posto ad altre faccione. La sua partner in Master's sun ha qualche aggancio, nonostante non sia bellissima, ma ben presto credo che non si vedrà più. Hyun Bin è tornato quindi anche lui sta cominciando a spopolare, non che non lo si vedesse durante il periodo di militare, anzi! Appunto abbiamo detto che Jang Geun Suk si è preso una piccola pausa dalle pubblicità dopo anni gloriosi! Al Caffé Bene del quartiere del mio ragazzo, gli hanno addirittura coperto il volto con un enorme sticker perché a quanto pare ora come sponsor hanno le Crayon Popo. E poi certo ... gli idols, quelli sempre e comunque: G Dragon va sempre alla grande, gli Shinee sono ancora fermi all'Etude e non vogliono mollare la presa ... Lee Min Ho si vede un pò meno, ma è sempre presente, mentre Kim Woo Bin sta cercando di superarlo in una maratona di spot. E' il momento anche di Ha Ji Won a causa del suo ultimo film, che vorrei vedere anche io, ma la signorina (non più tanto di età) è un volto sempre presente, o almeno a mio avviso. Suzy, la conoscono anche i sassi, lei è la principessina di Corea e tra spot nei bus e la pubblicità della patata
fritta (che fa schifo) è sempre ricercata e amata. Bambi ... Kim Soo Hyun appunto ... lui fa perfino il partner di se stesso in alcune pubblicità, quindi oltre a superare gli altri, ruba anche il lavoro SDOPPIANDOSI ... è più malefico di Crudelio (così soprannominato l'antagonista del drama "you who came from the star"), a proposito di lui: Shin Sung Rok è una star del Musical, si vede spesso nei cartelloni appesi qua e là!
Ed infine la Park Shin Hye, anche se piace molto ho capito che non batterò mai la Suzy nel duello: la più innocente creatura protetta dalla Corea del sud.


  • Incontro con Lucia
Mia sorella a sinistra, Lucia a destra e i nostri fidanzati sullo
sfondo.
Abbiamo passato un pomeriggio a Dongdaemun con Lucia, girando nel grande centro commerciale (stra costoso, uno dei tanti in quella zona) Lotte Fitin. C'era il concerto delle 2NE1 e dei Bigbang .. in ologrammi! Per 20.000 won (16 euro) ci potevamo andare?
Abbiamo lasciato perdere.
Però è stata una bella serata, conclusasi sotto l'enorme e novella struttura simil navicella aliena a forma di spermatozoo che di giorno fa tanto ... cemento! Ma di notte si illumina ed è una cosa splendidamente romantica.
Ci siamo fatte anche riconoscere, urlando spermatozoo improvvisamente, all'unisono quando ci siamo rese conto, uscendo dalla metro, che ci trovavamo proprio sotto quell'edificio (palazzetto dello sport) che tanto Lucia voleva vedere.
Lucia è qui per provare a prendere la borsa di studio ... in bocca al lupo!!!



  • Pulire le coperte nel classico stile coreano
Secchio a terra, in bagno, coperte, acqua, detersivo e ... piedi! Pestate gente, pestate ed immaginate di avere qualche stronzo sotto i piedoni!!! Anche questa esperienza fatta! Interessante ginnastica e anti stress!


  • Bagni con scritte in italiano ... italiano o ostrugoto?
Sempre con Lucia andiamo a mangiare del buon pollo fritto e girandoci troviamo la scritta "Ciao" sulla parete ... Beh, in bagno invece c'era la toilette con la scritta "donna" per le signore chiaramente e per gli uomini ... "LUOMO" ... soliti strafalcioni coreani.


  • Lasciare la pota aperta mentre si va a fare compere è normalissimo a Seoul 
Sì, sì, talmente sicura e talmente rispettosi che potete farlo! Lasciate pure socchiusa la porta di casa per andare al market a fare la spesa, qui è normale farlo, nessuno si permetterebbe di entrarti in casa per derubarvi.


  • Donne simpatiche nei market
Esistono gli estremi: chi ti ti guarda diffidente, chi ti guarda male e chi ... ti regala sorrisi a gogo. Comprando un Melon uyu (latte e melone) al market, non notai la scritta "prendi due paghi uno", distratta come sono. La signora alla cassa me lo fece notare (in coreano ma anche gesticolando con la bevanda in mano) appena giunta da lei. La ringraziai dicendole che non avevo proprio letto (in coreano) e questa si sorprese allargando le sue gentilezze! La ringraziai di cuore.
Un gesto semplice ma che ti infonde coraggio nell'esporti nella lingua studiata e ti regala un pò di sole nella tua quotidianità!

  • Se trovate, all'interno della confezione del cibo, dei sacchettini
non vi preoccupate! Di solito si tratta di antisettico, o un altro tipo di sostanza chimica che serve per abbattere i batteri e a volte conservare meglio il cibo. Occhio a non buttare il contenuto della confezione direttamente sul fuoco o nell'acqua, perché automaticamente anche quel sacchetto ci finirà!
E a proposito di questo:
  • Attentiamo alla vita del gatto 2
Mi sto un pò preoccupando per me stessa ... Io so di non voler uccidere i suoi gattini, ma allora perché ogni volta rischiano la vita con me? Ho 3 cani a casa e non è mai successo nulla, perché con loro sì? E sempre Mung???? Sempre lui?
Allora comincio a pensare sul serio che sia tutto un suo gioco perfido!
Cucino le salsicce e una volta terminato scordo di far pulizia, gettando la confezione nella pattumiera. Attratti forse dall'odore di carne (o nel caso di Mung: sapendo che vi sono dei sacchetti con sostanze nocive all'interno di ogni cibo comprato al supermercato, volendo apposta rovinarmi la reputazione), i gatti vanno a rovistare e ... uscendo dalla stanza ci troviamo polvere nera ovunque e il gatto Mung con in bocca quel sacchettino, mentre suo fratello lo stava guardando curioso e un pò spaventato.
...
"Hey, hyeong .. non ti sembra di esagerare? Tanto quella non se ne va prima di un mese!" (secondo me questo era il pensiero del gatto "innocente").

Ebbene, acchiappali entrambi, controlla in bocca. Mung era l'unico con quella sostanza, che poi non era antisettico, ma una cosa simile, tra le gengive. Pulisci e lavagli la bocca con lo spazzolino.
Abbiamo temuto il peggio: che si sia divorato la polvere o no?
Non lo sapremo mai, fatto sta che non è morto il maledetto. (per fortuna)

sabato 22 marzo 2014

6 PARTE, Quarto viaggio a Seoul "sperando perlomeno che sia il penultimo"

Posso dire di essere sempre più in tema con l'ambiente che mi circonda, così succede di solito: di primo
acchito sono spaesata ma poi basta poco e mi sento a casa.

Appunti di un'italiana imbranata a Seoul

  • Contorni "oliosi"
Decidere di pranzare con del pollo è un'ottima scelta qui a Seoul, trovate diversi tipi, dal fritto al cotto al forno, quello al ginseng e altro ancora. Lo scegliamo e ce lo portano con salsine varie, afferro una di queste non comprendendo cosa ci fosse. 오이 (oi = cetrioli) mi dice il mio namja e così tento di aprirla. Mai l'avessi fatto, non so come, ma una spruzzata micidiale di olio parte colpendomi in pieno volto. Per fortuna era cibo d'asporto ed eravamo a casa. XD

  • Sto cominciando ad apprezzare meglio i bus che le metro ...
... più divertente anche se meno comodo. Oddio per me lo è visto che non sono costretta a fare mille scalini per uscire, quando non ci sono le scale mobili. Però odio quando non riesco a capire la mappa per trovare la fermata, odio il fatto che le stazioni abbiano nomi diversi rispetto alla zona dove si vuole andare, odio quando non si capisce se quel dato bus fa il giro che desideri, quando anche questo mezzo si riempe di gente, odio quando QUALCUNO deve per forza sedersi in fondo, alla fine del bus e, siccome automaticamente c'è già gente ai lati, ci si deve sedere nei posti in mezzo al corridoio! Se mi leggete da un pò, avrete certo visto quel post che trattava proprio dell'argomento BUS SEOULIANI (o Seoulesi) e di quanto possano essere pericolosi. L'autista guida come se non avesse regole e frena come se improvvisamente vedesse delle pesone in mezzo alla strada ballare il Gangnam Style. O.O Quindi immaginatevi fare dunque mezzo bus mentre questo è ancora in movimento, per poter scendere alla vostra fermata! Da pazzi!

Mentre scrivo questo appunto mi trovo proprio nell'identica posizione di cui stavamo parlando, in un classico bus blu di Seoul e spero che il tizio al mio fianco, imprigionato poro cane, non debba scendere proprio quando il mezzo è colmo tanto da non esserci via di fuga per me, e quindi nemmeno per lui ... in teoria! Poi chissà perché i coreani hanno metodi che noi poveri cristiani non comprendiamo o forse non ci arriviamo o ancora ai quali non possiamo aspirare! 

Come faccio a farlo passare? Mi scavalcherà oppure io dovrò saltare addosso a quelli davanti? 
Ho due scelte: l'ajumeoni appena giunta, che mi sono accorta avere gli stessi pantaloni della suocera o l'ajeossi con una rasatura malconcia alla coppa (praticamente si è rasato ad onde), che sta giocando con il cellullare a coniglietti e pinguini pucciosi ... o.O ?
Prego che il bus si svuoti in fretta ...











5 minuti dopo: la calca
10 minuti dopo:  il deserto!
Evviva! ...
Ma scendendo, impresa da Dio visto che gli autisti frenano da cani, sono stata sballottata qua e la, finendo per dare una spallata all'asta di ferro, facendomi un gran male.
Yep!


  • Odio il fatto che non dicano gli ingredienti dei cibi il più delle volte. 
Nemmeno i coreani stessi sanno spesso con cos'è fatto un dato cibo comprato al supermercato. Non hanno particolari allergie, poche assai, quindi è bene che gli Europei stiano attenti in caso di problematiche di salute.


  • Bello andare nel bagno della noraebang e vedere tutto ciò che solitamente fanno gli uomini al cesso ... (o un qualunque UMANO al cesso)
Posso finire così questo post?
Eh, no spieghiamo la faccenda. La cosa sarà veloce: entro nel bagno parallelo dedicato alle signore e mi trovo la porta del bagno maschile spalancata con una sfilza di pappagalli in fila, tra cui uno visibilmente occupato. -.- Se non entro io per errore nei bagni maschili (vedere uno dei primi post la figura di merda per eccellenza mai fatta su suolo coreano: Cadere nella tana del coniglio con il panciotto e gli occhi a mandorla), allora sono loro a mostrarsi a me durante la fase delicata dell'urinazione.
Ma Grazie ... Quale Onore ...








Sporcaccione!


A cosa avete pensando vedendo quella gif?
Eh, no la scena purtroppo non è andata così ... -.- 
Tutt'altro vedere!







  • Tornare a casa da sola con il bus ...
... la primissima esperienza fu molto gradita da un lato, preoccupante dall'altro. Non sapevo bene se realmente il guidatore aveva sbagliato o meno a rispondere ad una semplice domanda: "questo bus va a ...", perché secondo la mappa, che si trovava all'interno, la mia zona dovevamo sorvolarla. Sapete com'è, anche se parli un pò coreano si potrebbe sbagliare di accento o alcune volte anche se l'accento è giusto alcune persone non comprendono del tutto bene. Mah, io dico che a volte non vogliono ... Chiesi poi conferma ad un'agashi davvero estremamente gentile e sincera. Ve l'ho mai detto che spesso leggo negli occhi delle coreane una certa falsità? Qui si respira aria di prima donna ovunque, non serve avere G Dragon accanto. (battuta che mi permetto adorandolo! XD) Le donne sono molto competitive tra loro da queste parti.
Però è stato figo prendere coscienza che: sì! Sarei tornata a casa e no ... non tanto presto. Dovevamo fare un bel giretto (del lupo!!!) e quindi avevo tutto il tempo per godermi il giro in bus alle undici di sera. Una sensazione da drama, avete presente le protagoniste squattrinate che tristemente se ne tornano a casa con questo mezzo? E le si vede piangere sedute in solitaria ... bla bla bal ...
Di solito esorto a non vedere la Corea come il mondo doramico ci mostra, ma permettetemi di sognare un pochino. Far librare in aria un piedino e tenere l'altro a terra ben piantato non fa male, eh!
Non è che voglio che stronchiate tutti i sogni ;D
Comunque una serie di sensazioni mi invase proprio per l'atmosfera che si respira in bus alla sera ... se nessuno ha in precedenza mangiato kimchi, eh certo!
Sconforto, tristezza ma anche serenità perché: sono ancora qui e ho ancora tempo, prima di dover fare i conti con la triste realtà e dunque il ritorno.

  • Appena torno a casa trovo l'eomeonim che mi saluta e mi dice ...
"pensavo fossi in camera a dormire e non volevo disturbarti", quindi tutte ste ore lei pensava che io fossi ... morta più che altro. Non ha nemmeno controllato se respiravo? XD
Alla fine mi ha obbligata a seguirla in stanza e a mangiare insieme a lei la samkyobsal con tanto di lattugona, riso e quant'altro per avvolgere e soffocarmi con quel fagotto micidiale. Però ho mangiato bene!
Per farlo ha tirato fuori la nuova piastra, mostrandomela con orgoglio e dicendo che non l'aveva mai usata prima di allora e ... infatti non la sapeva usare, chiese addirittura a me se riuscivo a capire in che modo metterla in moto, ma se non lo sa lei che è coreana non so ... alla fine l'ha fatta funzionare la figlia quando ormai noi avevamo già mangiato, cotto il tutto nel normale fornello. 

  • 제 이름이 토토로입니다 Je ireumi  ...  Totoro ibnida!
No, non è solo per la mia stazza che ormai il mio patato mi chiama Totoro, ma per un movimento roteante
che feci un giorno, scappando dal fattorino delle consegne. Ero seduta sul pavimento dando le spalle alla porta, in pigiama, comodamente con mezzo culetto fuori. Dai chi non sta comodo in casa sua???
Oddio ... non è casa mia, ma quando non c'è nessuno fuorché il mio ragazzo mi viene naturale XD poi stavo giocando con i gatti. C'è chi mostra le chiappe in pubblico a causa di quei pantaloni super a vita bassa!!!!! (nonna Giorgia si lamenta della gioventù)
Improvvisamente arrivano i jjajangmyeon e quindi anche il tizio che li consegna! Prima che D.Yong apra la porta io scappo nella stanza accanto, ma siccome lo spazio è davvero ridotto, per far prima sono rotolata all'interno. XD
Da li il nome Totoro!

PS: in realtà non c'era tutta quella fretta, DD non avrebbe mai aperto con me che mostravo grazie al vento e i fattorini si Seoul non è che suonano e ti danno due secondi contati per aprire. La causa allora? FAME!




E per ora basta, che abbiamo già detto troppo!
Spero che i video intanto vi stiano piacendo! ^ ^ Per quanto poveri possano essere.





PER VEDERE IL CANALE YOUTUBE QUI: Dreaming of Wonderland sul Tubo!






mercoledì 19 marzo 2014

"In Corea del sud, il mio fisico potrebbe essere ritenuto brutto o strano?"


Partiamo da una foto.
Questa sono io 10 Kg fa ... durante il secondo viaggio in Corea (inverno 2012). Lo scemo accanto a me con il gattino negli occhi è il mio ragazzo.

Oggi sono qui per parlavi a cuor sincero e ammetto che per farlo ci vogliono sforzi immani, per come sono fatta! Non ho mai dimostrato di aver troppi problemi a parlare di me stessa quando la prospettiva è quella dedita al viaggio in Corea e alla mia esperienza, ma su questo argomento direi che non è da me fare questo post, accompagnato poi da questa foto!

Ho letto delle domande nll'ask di mia sorella che mi hanno fatto riflettere e spinto a creare questo post! Quindi parliamo di una dei punti tanto delicati per noi donne (anche gli uomini spesso): 


L'ASPETTO FISICO
Logicamente rispetto al nostro tema: Corea del Sud.
"Oppa!!! Ti faccio schifusss?"


Le domande che mi hanno colpito:

"in corea danno molto peso alla magrezza?se una è piu rotondetta vuena subita presa per brutta?io sono bassa,eppure raggiungo i 55 kg..insomma non proprio i canoni coreani che si aggirano sui 40 kg"

"Io ho lo stesso problema della ragazza che ha fatto l'altra domanda... Sono abbastanza magra ma anche io sono intorno al metro e settantacinque e temo di non rispecchiare i canoni di "carina e piccina e pucciosa" che tanto piacciono ai coreani"

"Io ho un po' di paura di andare in Corea questa estate :( non voglio rinunciare ad uno dei miei sogni ma sono alta 175 cm, peso 65 kg e ho i fianchi larghi e ho paura di ricevere occhiatacce o gente che mi fissa! Ho sempre avuto problemi ad accettarmi e questo non mi farebbe bene!"

Questo argomento a me tocca particolarmente.
Proprio per questo motivo, prendo una vagonata di coraggio e mi mostro in total per tutti coloro che si fanno problemi riguardo al loro peso o altezza o chissà che altro aspetto fisico ci crea problemi. 
Molti dicono che siamo solo noi a porceli, io dico che in parte siamo noi e in parte sono gli altri, è vero.
Io in primis avevo paura come molte di voi ad andare nella terra della magrezza per via del mio fisico! Non sono la paladina del "grasso è bello", perché sono convinta che né magro né grasso siano componenti di bellezza, la bellezza è negli occhi di chi guarda! La possiamo trovare nella gestualità di una persone, nel suo cuore, nella sua mente e altro ancora ... Non sempre è l'aspetto la cosa che attira un uomo o una donna! Quando si apprezza per cose extra fisicità, poi non è che il fisico stesso passi in secondo piano, secondo me è sbagliato questo pensiero, il fisico diviene bellissimo per quel dato individuo innamorato della persone che ha accanto, si accetta non per forza, si accetta perché si apprezza ormai totalmente il proprio amore. 
Insomma la visuale cambia!
Io sono una di quelle tante persone che non si accettano e tentano di cambiare (per quanto sia difficili in certe situazioni). Penso di avere un bel visetto (al manco quello) perché me lo dicono gli altri e non perché ne sono davvero convinta! XD Come molte donne ci sono mattine che mi alzo e dico: "oh che bella pelle, oggi mi sento carina" e mattine che vorrei strapparmi la faccia direttamente (a volte mi vedo vecchia O.O). 
Ma non sono nemmeno a quel punto in cui lascio scappare occasioni per colpa dei miei complessi. In passato sì! Ora non più! 
Il viaggio stesso mi ha aiutata a crescere anche su questo tipo di argomento!
Pian piano si può cambiare, se si vuole! Se lo si ritiene utile per noi stessi e non per gli altri! 

Ora però veniamo alle domande vere e proprie! 
In Corea ci saranno anche più anoressiche che cicciotte, ma appena vi metterete piede capirete che i grassi, gli alti, le formose, i robusti esistono anche la. Come ha risposto mia sorella (nel suo ask) loro sono molto attratti dal volto e spesso dai modi. Possono andare oltre il fisico come succede da noi! Per mia esperienza posso dire che le prese per il culo, apertamente riferite, in Corea del sud succedono di rado! Qualche galletto vallespluga che farà qualche battutina ci sarà! (onestamente a me capitò solo una volta da quel che ne so, all'epoca capivo il coreano meno di ora e non me ne ero accorta, quindi anche se dovesse succedere, ragazzi XD non ve ne accorgerete!)
Logicamente se il tipo di persona che cercate è una stilosa bellissima ragazza o un ragazzotto stragnocco impomatato per le vie di Hongdae o nei vari club, insomma ... dove il numero di  ragazzi coreani superficiali aumenta (non lo sono tutti, logicamente), non potete pretendere di piacere! Nonostante sia la terra del "culto" della bellezza plasticata e idolata, dove magrezza = bellezza, modi "귀여워/ kwiyeoweo" (cute) = bellezza, viso piccolo = bellezza, naso in un certo modo, vesti di un certo tipo ecc ecc ... Bisogna anche dire che i loro occhi possono apprezzare nello straniero cose che generalmente nel nostro paese non sono apprezzate. ^ ^ 

Per il resto il rispetto è il massimo, quindi come lo pretendono lo danno (su questo argomento, su altro bisogna vedere - -).
Sì! Vi guarderanno, ma sarà per il fatto che siete stranieri nella loro terra e poi dipende anche dalle zone! Più vi spostate verso le zone limitrofe, meno stranieri ci sono, quindi più verrete osservati. Se andate nelle zone ricche di turismo quasi nessuno vi osserverà!
Capelli rossi, sono insoliti! Qualcuno mi aveva detto che sono considerati quasi "magici", qualcosa di stregonesco, ma in realtà affascineranno certamente o al limite: indifferenza. Occhi chiari, capelli ricci, nasi importanti e via dicendo... 
Noi piaciamo per la differenza che c'è tra le nostre fisionomie e le loro, anche se dovessimo avere tot centimetri d'altezza in più o la ciccia!
XD Poi, il discorso proprio del peso è una questione sentita per il fatto di salute, non solo per "bellezza"! Anche la mia bella suocera disse al mio lui "è davvero bella, un viso molto carino, ma deve dimagrire!" e per questo mi prepara sempre il riso che non va nei fianchi dice! XD Però è vero anche che mi ingozza di cibo! 
Quindi la dieta che dovrei fare, dove sta?
Sarà che ormai anche lei mi ha accettata per quella che sono! Sua sorella lo stesso non è mingherlina, ma lei fa dieta come XD molte coreane (per poi però sgarrare, come da noi!). La maggiore è un armadio con panza e un viso pure bruttino, eppure è maritata con due bambini!!! XD
La cognata di mia sorella è alta e robustissima, un visetto gonfissimo (loro ingrassano molto di busto e viso, ma ci sono anche i coreani con le coscione e i polpaccioni), ma sono convinta che anche lei troverà il suo principe azzurro!
Quindi per una questione di salute si dimagrisce, ma se dovessi rimanere tale, per il mio lui (coreano), non ci sarebbero problemi! Mi ha conosciuto così e mi ha apprezzata in questo modo. Idem mio cognato per mia sorella, anche se lei eccede in cosce e gambe più che busto non si può chiamarla magra, non secondo i canoni medici. Nonostante ciò abbiamo travato gente che ci ha apprezzate, donne e uomini (non ve l'ho mai confessato credo ... avevo uno spasimante XD prima di conoscere il mio lui, ma lo trovavo di una noia assoluta!!!!) prima di incontrare i nostri love!

Ripeto però che sono i modi spesso ad affascinare: gentili, alla mano o divertenti! 
Come ho detto sull'ask di mia sorella riferendomi alle ragazze: 

noi italiane siamo belle, divertenti, romantiche, solari e DONNE!

E non è finita qui! Con questi
cosi del Ramyeon ci siamo fatti pure una foto
insieme XD io e il mio lui!
Due deficienti!!!
Quindi non preoccupiamoci dell'aspetto e viviamo la Corea senza pregiudizi verso noi stessi! Senza voler per forza cercare che gli altri ci apprezzino, senza far credere al nostro cervello (tante volte è solo lui a creare problemi) che gli altri non ci apprezzano.

^ ^
Un immenso bacio,  la vostra Giorgia (Amity oggi si eclissa)



  

domenica 16 marzo 2014

5 PARTE Quarto viaggio a Seoul, "sperando perlomeno sia il penultimo"

E così continua questa avventura ...

Qualche speranza si nota all'orizzonte, chissà se quella luce flebile potrà scatenare un caldo cambiamento o se quel fuoco brucerà ogni speranza ...





Appunti di un'italiana imbranata a Seoul

  • Viva le abitudini coreane: anche gli uomini usano la crema e sono più esperti di me!
Viva davvero!
Se a voi sembra una cosa da checche ... vostra opinione XD
Io ho i piedi sempre secchi, quindi cremina alla sera: CA.TE.GO.RI.CA! 
Non sono io a volerlo ma lui! Male Amity, male. Devi prenderti cura del tuo corpo ... da sola!
E visto che ci siamo mettiamo anche la lozione facciale, proprio come fanno tutti in Corea! (quasi) 
I ragazzi coreani si prendono cura del proprio corpo, non la considerano una cosa da effeminati, semplicemente è un curarsi di se stessi, cosa molto importante. E comunque vi assicuro che il modo in cui si mettono tale lozione è mooolto virile. O almeno così ho pensato osservando il mio "patato".



  • Scopette piccole
Come ha fatto notare una ragazza in un gruppo di appassionate di drama: nelle case coreane spesso escono delle scopette mignon al posto delle normali scope per far pulizia. Non me lo so spiegare, se non: l'assenza di spazio. Sono più comode quelle per "bambini", almeno mia madre l'ha sempre usata per lasciarci giocare, imitandola nelle faccende quando io e le mie sorelle eravamo piccine. Anche nella casa dove ora vivo usano tale oggetto.


  • Accovacciarsi alla coreana e pavimenti bollenti
Vi siete mai accovacciati alla coreana? 
Le amanti di Kpop e drama sapranno bene di cosa sto parlando. Ebbene io sto imparando da loro questa posa, che non è un'invenzione doramica. La cosa mi viene automatica. ttt
Oltretutto loro non hanno che una singola e scomoda sedia, che usa il mio lui quando gioca con il pc, quindi tutto il giorno si sta seduti per terra e il riscaldamento è proprio nel pavimento. Una cosa stupenda, dato che dormiamo a terra con le coperte classiche che in Giappone chiamerebbero Futon (qui 이불 ibul). Solo che il riscaldamento può anche ... infuocare le natiche! XD Ve lo assicuro!
Tanto caldo che le cose da stendere, come mutande, calzini e piccoli asciugamani si spiegano sul pavimento (pulitissimo, se no che senso ha?), così da asciugare il tutto prima del tempo.

  • Non vi preoccupate per me ...
... dopo una settimana che dormo per terra mi sono abituata e il dolore alle ossa è terminato, anzi ora dormo benissimo! Proprio com'è capitato nell'ultimo viaggio.

  • Cibo a chiamata ovvero ... 배달 baedal

Ovvero consegne a domicilio!!! Una cosa utilissima! Nel mio piccolo paesino non vi sono molti di questi servizi, una pizzeria su 10 lo fa e così anche il panificio ecc. Insomma la questione è limitata. Invece qui hanno un servizio via web, dove si trovano tutti i ristoranti della zona che fanno la consegna e cos' si ha una vasta gamma di scelte di menù! E comodamente la richiesta avviene via internet: avete il costo, la foto del piatto, si clicca mettendo nel carrello come si farebbe per un qualsiasi articolo di un negozio online e ... il gioco è fatto! Entro cinque o dieci minuti a seconda della distanza avrete il vostro pranzo o la cena. 

  • Coppe dei Jjajangmyeon ...
Una cosa bizzarra: se ordinate cibo da portare a casa, almeno che non ve lo servino su contenitori di polistirolo o plastica, i piatti veri e propri dovrete porli dentro al sacchetto che vi verrà consegnato insieme al contenitore del cibo e una volta terminato porlo fuori dalla porta, un fattorino tornerà a riprendersi le stoviglie ... O.O


  • Jeon Ji Hyeon da per tutto ...
In verità è diventata una mania, la si vede in ogni pubblicità: quella dei jeans alla fermata del bus, quella del make up, quella dell'intimo femminile (quando So Ji Sub è impegnato, chiamano lei), per un dato Café, per il makgeolli nominato "daebak" (대박 ㅋㅋㅋㅋㅋ XD), potrebbe presto arrivare in Italia per girare quella dei divani, facendo concorrenza alla nostra Ferrilli ...
Specie nella pubblicità della bibita alcolica, ho notato che praticamente fa la sua stessa parte di quando si divertiva a recitare, nel drama "You who came from the stars", il personaggio dell'attrice ochetta tutta finte carinerie. Da questo ho compreso che non faceva solo da pagliacciata per far fare due risate al pubblico, secondo il copione, ma era una sorta di ironica presa per i fondelli del reale mondo plasticato (più che platinato) dello spettacolo coreano.
Ebbene, lei è un'attrice mooolto brava, il nervoso me lo da il fatto che fino all'inizio dell'ultimo suo drama la sua faccia non si vedeva spesso. E' sempre una delle più amate, ma sapete come funziona in questo mondo, un giorno sei al centro dell'attenzione quello dopo sei quasi uno sconosciuto anche se apprezzato.
Una personale domanda: cosa si prova a vedere la propria faccia in qualche vetrina di una grande città ... giusto ad ogni angolo della strada? 
Tanto io l'ho detto al mio ragazzo: "aspetta che dimagrisca e poi vedi come guadagno ... vado a fare la pubblicità del reggipetto con So Ji Sub" SESE (in verità a lui ho detto quella della cremina per il viso)


  • I suoi gatti si fiondano da soli addosso al muro ... è normale? 
No, mi chiedo solo se stia per caso arrivando l'apocalisse qui a Seoul o se sia la mia presenza.
PS: a quanto pare si è schiantata una meteora qui a Seoul, non ne so ancora nulla della faccenda!

  • Entra un insetto in casa ...

... sento il ronzio enorme sopra alla mia testa, sollevo svogliatamente il volto ... 
Stavo guardando un drama con eomonim e la cognatina, quando quel coso è entrato dalla porta della veranda lasciata aperta per arieggiare. Appena vedo quella patacca gigante quanto una moneta di due euro, emetto un urletto strozzato, mi alzo e scappo fuori, mentre la sorella del mio lui si era già spostata nell'altra stanza per prendere una cosa. 

"Eomonim museoweoyo" esclamo eomonim ho paura, lei solleva gli occhi e vede quel cosa, ma non capisce perché la sottoscritta se ne stia andando spaventatissima. Arriva la cognatina, che nel frattempo ha sentito le mie brevi urla. Entra nella stanza con fierezza, guarda che sta succedendo e proclama "eomma nado museoweo!" -.- mamma ho paura anche io, dunque torna fuori, rimanendo con me dietro la porta ad osservare quelle bestiaccia. La madre si alza, "eommaneun jabuelke", rincuora entrambe "lo prende mamma", mentre tenta invano hanno la brillante idea di aprire la finestra e chiudere la luce. 
Quando la riaccendolo l'insetto è scomparso e eomonim osservando la stanza, chiede: "jokeosseo?" ovvero "è morto?" ...

...

Ora, come fa ad essere morto se nessuno lo ha schiacciato? XD
U.U
Alla fine pensiamo sia scappato dalla finestra, oppure tutt'ora è ancora tra noi ... O.O

  • Sua sorella e il sacco a pelo
Una sera mangiamo tutti insieme i ramyeon. Pronta la scodella enorme con 3 porzioni: per me,
D.Yong e sua madre, ci sediamo a tavola, di fronte alla tv. Sua sorella dopo una certa ora non mangia mai, facendosi invece i fattacci suoi, si lava, sistema, dorme (spesso). Infatti ad un tratto scompare. (la casa è piccolissima, ma non mi sono accorta della sua assenza)
Noi tranquillamente ceniamo davanti ad un drama che tra l'altro parlava di Italia. Dopo cena tocca al mio lui risciacquarsi, la madre si mette a lavare e io passo i piatti aiutandola. Tornando nella stanza noto con la coda dell'occhio un ammasso di coperte arancioni alle mie spalle, o almeno così mi era sembrato. Ad un tratto però mi accordo essere una sorta di lunga e larga custodia, contenente chissà cosa. 
Armi da guerra?
Mentre prendo le stoviglie rimaste, il sacco improvvisamente ... prende vita! O.O
Mi è scappata l'espressione coreana "a! Kkamjjakiya!" (che spavento), attirando lo sguardo della madre e invogliando l'enorme verme a "mostrarsi": era la cognatina che stava riposando XD avvolta dal sacco a pelo chissà da quanto tempo! Vi giuro che mi sono presa un "coccolone".



domenica 9 marzo 2014

4 PARTE Quarto viaggio a Seoul, "sperando per lo meno sia il penultimo"

Di fare figure di cacchina prima o poi la finirò?
Del tipo, non smentiamoci mai ...


Appunti di viaggio 
di un'italiana imbranata 
a Seoul






  • Daiso

  • Siamo stati al Daiso qui vicino, avevo proprio bisogno di comprarmi nuove pennine e quant'altro per lo studio. Diciamocelo: cose che potevo anche fare a meno, specie il nuovo bel quaderno enorme, che ho deciso di dedicarlo solo alle regole dell'hangukeo :( riscrivendo da capo tutto ciò che ho fatto fino ad ora! Vi assicuro che non è poco. Potevo risparmiarmelo?
    Sì! Decisamente.
    Ma quando entri in un Daiso non capisci più niente! Direi che è quasi meglio dell'ArtBox per il fatto che i costi non ti frenano! Li compri e compri, sapendo che non andrai a spendere più di 10.000 weon (8euro) portandoti però a casa l'ira di Dio! 
    Cancelleria, un pò di makeup, giochi per bambini, cose per la casa, stickers, di tutto ... Io per il mio babo ho comprato dei calzini con i mici, dato il suo amore sviscerale, lui per me ha preso altri calzini ... quelli con stampata una faccia di un demone. Mi disse che è una classica rappresentazione di un diavolo coreano e io mi sono posta la domanda: perché a lui i pucciosi gatti e io un demonio????
    Alla fine pago le mie cose, esco cercando di non far cadere tutta l'oggettistica che avevo in mano. No, non è che a Seoul non usano i sacchettini, è che il mio compagno giustamente dice sempre alle agasi che la sua nuna non ha bisogno di sportine, tanto ho una borsa capiente. Sì! Che poi peserà come non so cosa!!!
    Regalino a sorpresa.
    Alla fine mi destreggio, stando pure attenta a scansare i coreani che arrivano a flotte. Quando vado per mettere le cose in borsa, noto una pecorella gentile che oscilla appesa al mio fianco. Senza che me ne accorgessi mi aveva comprato un portachiavi dolcissimo. 
    Ma sono allora una pecora o un diavolo io?










  • A proposito di gatti, ho visto un pezzetto del film The Cat ...

  • ...grazie al cielo ad un certo punto lui ha spento. Ogni tanto io mi osservo, quando sono sola in casa
    e controllo i suoi gattoni ... Cominciamo a fare amicizia. Beh, Mung quasi da subito, ma secondo  me è alla stregua di alcune coreane: false fino al midollo. Non so, cerca coccole di rado da me, però non mi teme. Mi mangia i capelli (o.O che passatempo è???), che mi ritrovi pelata una di queste notti? Se fosse una gattA potrei pensare alla gelosia, ma essendo maschio ... oddio, è castrato, che conti qualcosa?
    Dung invece apprezza le coccole se lo ... acchiappo. Se no mi guarda sempre con timore e sospetto. Lui è forse un'ajumma guardona che appena comprende l'assenza di pericolo si lascia avvicinare. Ma il giorno dopo ricomincia.




  • Mung ... l'ho quasi ucciso ...

  • ... secondo il suo padrone. Hanno la pessima abitudine di frugare nelle mie cose e trovando un piccolo elastico lo ha ingoiato. Cercano i miei cerchietti e le collane, che la castrazione li abbia fatti diventare delle Drag Queen???




  • Negozio carne di cane

  • Purtroppo ne ho visto uno con i miei occhi, nella zona dove abita il mio ragazzo. Sono nascosti, è vero, ma non più di quanto pensavo. Si trova tra i vicoletti, ma volendo ci si può imbattere perfino facilmente. Non ho visto nulla, sembrava chiuso, l'informazione l'acquisii dal mio lui, che me lo indicò. Io continuo a chiedergli il perché e lui alzando le solite spalle rispondere: "gli anziani lo mangiano ancora"
    :( 



  • la donna che fissava l'italiana

  • Pur sapendo che i loro sguardi sono spesso curiosi, anche se sembrano ti stiano facendo una radiografia o ancora bruciando con l'occhio laser manco fossero Ciclope degli Xman ... alcuni sguardi continuano a seccarmi, nonostante l'abitudine. In bus, l'ajumma qualche posto davanti a noi non poté proprio fare a meno di voltarsi verso la sottoscritta ... non riusciva a fermare il capo roteate a mò di Emily Rose, che qualcuno chiami un esorcista! E lo sguardo era del tipo: "sei Russa? Se sì ... sei anche prostituta? Tu, che osi sedere vicino ad un uomo coreano?" (ma ripeto: può essere solo apparenza, un libro non si giudica dalla copertina.) E il tizio accanto a me (il mio fidanzato) che se ne accorge dopo mezz'ora:




    -"non preoccuparti, 
    ma c'è un'ajumma 
    che continua 
    a fissarti"





    "Davvero? Non me ne ero accorta, tanto insistente com'è. 
    Dici che morda? O se la fisso ... mi pietrificherà il suo sguardo?"





  • Mai come la vecchiettine che sono nei paraggi del quartiere

  • Non abituate, poverette, allo strano e bizzarro aspetto di una ragazzona Italiana. Alcune ricambiano il mio sorriso, altri fissano prima me, poi le nostre mani unite, in seguito si accertano che lui sia coreano, magari è cinese, giapponese, un coreano nato in Europa o America ... quando sentono che entrambi comunichiamo nella loro lingua possono avere reazioni diverse: 
    *accigliarsi vista la scelta strana di quel loro connazionale a fianco ad una che esile non si può chiamare e tanto meno coreana;
    *o sorprendersi benevolmente.

    Nel quartiere di D.Yong non vi sono molti stranieri, anche se una mattina, a dir di lui "strana" incrociammo un nordico Europeo con appresso moglie coreana e figlia alf, ed un morone dalle origini certamente africane. 
    Quel giorno mi disse: "Stranissimo nel mio quartiere vedere così tanti stranieri, anzi! Strano vederne uno! E invece noi ne abbiamo incontrati due addirittura!"
    E che siamo esemplari in via d'estinzione?

    ...



    "Contando anche me, gli esemplari erano tre!"







  • Giornali di seoul

  • Edicole please!!! 
    Qui sono  ... abbastanza rare?
    Dovevo fare un pensierino ad una chingu, che vorrebbe una rivista coreana ... dove trovarla? Qui funziona tutto con internet, le edicole sono ormai scomparse dall'epoca dei dinosauri, anche se alcuni giornali li si trova in qualche negozio, specie a Myeongdong oppure qualche edicola ancora salva si è nascosta nei sotterranei della città (metro).
    Sua sorella, pensando mi servisse un quotidiano mi ha portato quello ... lo stanno usando i gatti a sua insaputa.



  • Per farsi la doccia in un bagno coreano bisogna essere acrobati.

  • Intanto non spaventatevi se vedete acqua alta "a Venezia", i cessi coreani ne sono provvisti, non sono tutti perennemente intasati. Chi mi segue da un pò sa della mia sorpresa nel trovare quasi tutti i bagni, tra aeroporto e guesthouse (primissimo viaggio, vedere questo post: Yeoja, Namja e ... wc intasati!), colmi d'acqua e perciò a mio dire: rotti! No, sono fatti così, non si sporcano in questa maniera, o meglio non dovrebbero ... diciamo che a volte maledico il fatto che non vi sia lo spazzolone, in casa J. per lo meno. Comunque solitamente, almeno che non alloggiate in un mega resident, non abbiate un appartamento di lusso o in un albergo, o ancora in un Motel, i bagni sono piccini, e la doccia è compresa nel resto della stanza, libera e felice come una farfalla ... non c'è il box doccia e quindi, facendo due conti: box inesistente, bagno piccolo ... sì! 
    Bravi! Si lava quasi tutto l'ambiente, almeno le prime volte.

    Eeeeh, per farsi una doccia in questi luoghi serve tecnica ragazzi. E per il bidet, inesistente logicamente almeno che non vi sia all'interno della tazza super iper tecnologica con la maxi pulsantiera, lo stesso, ci vuole esercizio. Io non sento molto questa mancanza devo ammettere, ormai sono allenata e preparata alla faccenda. Diciamo che la sua assenza mi spinge a fare ginnastica xD ...
    Ho visto un programma sugli idols dove mostravano come avere la linea culo-cosce delle stars, accovacciandosi per metà, mantenendo la schiena sempre dritta. Ecco! Io quell'esercizio lo faccio quando ho bisogno di un bidet xD ... muahhahah
    E gli acrobati? Beh si diventa acrobati quando qualcun altro prima di te ha già fatto la doccia e dunque lavato completamente tutto l'abitacolo. Per terra non puoi pestare, ci si bagna e si scivola, ma ci sono le ciabattine, il wc si è fatto la doccia insieme al tuo coinquilino/fidanzato e via dicendo ... Se entri già nudo ed esci nudo non hai problemi! Con l'accappatoio ... già meno! Basta trovare un appiglio sicuro, dove poterlo appendere senza aver paura che questo cadi per terra e si bagni appena cominci a sciacquare il corpo. Se entri vestito (eccola qui, la sottoscritta) ... okay!
    3
    2
    1
    Inizia lo show!
    In estate con i pantaloncini corti era tutto un altro paio di maniche (chi li usa poi, io solo per la notte), ma con quelli lunghi diviene un'impresa titanica fare in modo che nemmeno il bordo dell'indumento tocchi terra.




  • Altra devastante disavventura con il bagno ... no, questa volta non sono finita dalla parte sbagliata (vedere vecchio post: Cadere nella tana del coniglio bianco con il panciotto e gli occhi a mandorla)

  • A proposito di bagno ... Una mattina vado a docciarmi, sapendo che c'era sua madre in casa (solitamente quando io mi preparo lei non c'è), quindi mi chiudo a chiave, provo per lo meno, non mi ero mai permessa (paura di rimanere dentro) fino a quel momento. C'è un pulsantino, lo schiaccio e click! Sono chiusa dentro, non c'è timore che apra la porta nessuno. Me felice!

    Meno felice quando vado per uscire, scoprendo di non riuscire a sbloccare la serratura. Prima di farmi prendere dal panico, gridando aiuto, cerco di capire il meccanismo e riclicco quel pulsantino maledetto. Niente, giro il pomello, schiaccio, faccio di tutto e alla fine ... ci riesco! O.O
    Chiudo il bagno come sempre, perché non ci vadano i gatti e torno in stanza contenta di non aver fatto nessuna figura di merda per quel giorno ...

    Se non ... 
    Se non che ad un tratto il mio ragazzo sopraggiunge in camera e mi chiede: "Ti sei chiusa dentro in bagno?" ... O.O Panico! Come ha fatto a capirlo? Hanno delle telecamere all'interno e io mi sono denudata fino adesso non sapendolo? C'è un sensore nella porta?
    "Scusa, se non si può non mi chiuderò più in futuro" rispondo e vedo la sua faccia perplessa. Poi ripete la frase, "Hai chiuso il bagno PER dentro?" ...Non aver afferrato il vero senso della frase.
    Esco senza rispondergli e vedo la madre, con un coltellaccio da cucina, che tenta di scassinare la porta. Gli occhi gonfi di sonno ancora, la faccia turbata e dietro D.Yong che si prepara ad andare a chiamare qualcuno, un tecnico delle serrature ... Io che comincio a scusarmi inchinandomi e seriamente dispiaciuta, la suocera che mi dice che va tutto bene, non importa. Alla fine non si sa come è riuscita ad aprire la porta e mi voleva anche spiegare come, ma io stavo troppo morendo dall'imbarazzo per comprendere l'arte di una scassinatrice di professione.
    Logico che non mi chiuderò più a chiave!




  • Pulizia ... Peli del gatto sparite.
  • Dopo la disavventura del bagno, l'eomonim mi ha pure pulito dai pelacci dei gatti, lo fece abilmente con un semplice schoch. C'era anche l'oggettino apposito ma ... boh. Forse si divertiva.



  • Bambini e bus
  • E' bellissimo vedere dei piccini soli in bus, o per le strade. Il quartiere del mio lui è vicino a due fermate e zone di scuole medie ed elementari. Una bimba stupenda l'altro ieri è entrata nel mezzo, ha pagato con la t-money card, passando il suo cellulare sull'apposita macchina e poi si è seduta, rispondendo alla chiamata della madre. Piccole donne crescono, peccato che poi alcune si facciano più finte di Cher.
    E sopratutto è bello vedere la naturalezza con cui questa ragazzina sui 7 anni, prendeva il bus, molto più naturale dell'ajumma 28enne italiana che la stava osservando. (io ... per la cronaca)




  • Uomini mostri o ladri?
    Finalmente ho fatto la fatidica domanda al mio lui. No, non di sposarlo! Quella se permettete l'aspetto io se mai! Una domanda che ogni tanto mi stuzzica il cervello. Un ricordo che va e viene e spesso dimentico di domandare se anche lui ha visto quel che ho visto io, e sa spiegarmi, oppure sono io che: o vedo i fantasmi o sono pazza. Uomini "mostri", così mi è apparso un uomo a terra, sopra ad un carrello stile skateboar, guanti in lattice alle mani, ma non veri e propri guanti con dita, ma senza, altrettante coperture ai piedi, cappello in testa mi sembrava stile pescatore e il volto mezzo coperto, sulla bocca una fascia, gli occhi hanno tipo degli occhiali scuri. Sembrava non potesse parlare, ne camminare, solo strisciare. La memoria vagamente mi gioca scherzi, scherzi nel ricordare l'aspetto. O forse è per il fatto che osservai poco, ritenendolo maleducazione.
    Non sono pazza e non era un fantasma. Anche lui lo ha visto, ma quando ho chiesto spiegazione sembrava non voler rispondere, poi mi ha liquidato dicendo: "sono ladri", la cosa mi puzzò, il modo frettoloso in cui lo disse, il non volerne parlare. Gli ho perfino chiesto: "Seoul non nasconderà mica delle mutazioni genetiche .. mutanti?" non mi ha risposto ... o.O o perché ho fatto una domanda insulsa o perché qualcosa mi nasconde.
    Certo potrebbero essere anche forme di disabilitá, come altre questioni anche quelle dei disabili non è un argomento che i coreani affrontano, lo evitano come le questioni sugli stupri (omertá) e a volte sulle malattie come il cancro, da quello che ho imparato. Ma non era la manomazione di quell'uomo a renderlo  un pó inquietate, no! Ma come si presentava, coperto dalla testa ai piedi e strisciante. Comunque la gente intorno a me non ci faceva caso.
    Basta che non spuntino gli alieni, per me va bene tutto ..Ah, no! Tralasciamo i fantasmi!

  • Un saluto a tutti da Seoul













    venerdì 7 marzo 2014

    Video spazzatura che dimostrano che In Corea si fa soldi anche facendo la cacca

    Dobbiamo parlare di una cosa, miei cari lettori ...
    Quindi mettetevi seduti comodi, prendete una mela, una coppa di ramyeon o ramen, un dolcetto, della pastasciutta  ... e parliamone, cribbio!

    ...







    Diciamo che questo potrebbe essere considerato un ENORME ed unico appunto di viaggio, misto ad articolo informativo, che tratta della cultura moderna coreana (traduco: una delle tante manie), quindi comincerò a raccontarvi di questo curioso hobby che molti coreani tra donne, uomini, ragazze e ragazzi trasformano in lavoro.
    Iniziamo dal titolo:


    In Corea si fa soldi anche facendo la cacca!



    Questo non vuol dire che il soldo è facile, no. Non tutta la popolazione vive bene, non tutti sono ricchi, ma su questo ne abbiamo già parlato in facebook.
    Se si è artisti e pure bravi però ci sono mille modi per guadagnare sulle proprie doti al contrario di ciò che accade nella nostra cara Italia al verde. 
    Blogger? La sorella di mio cognato ad esempio ha un blog dove fa pubblicità alle catene di alimentari, ristoranti e altri negozi ancora. Le arrivano richieste, lei si presenta per osservare l'ambiente, mangiare o provare i prodotti e in cambio danno un compenso (pattuito all'inizio della pubblicità sul web) oppure anche degli scambi, come trucchi gratis o buoni gratuiti. XD La scorsa estate mia sorella ha mangiato "a scrocco", gratis in molti ristoranti grazie a lei. Nel blog logicamente parlerà bene del dato negozio ... Per esempio, se io fossi in Corea in questo momento forse potrei persino provare a far conoscere Dreaming of Wonderland ampliandolo ad altre info sulla Corea del sud, anche di servizi di ristoro e quant'altro, guadagnandoci un pò sulla mia passione o ancora meglio se il mio coreano fosse a livelli eccellenti potrei provare con i miei romanzi ... ma non vi preoccupate che su questo argomento (libri) proverò in futuro, appena la mia lingua coreana me lo permette! ;D
    Sceneggiatori? (ciò che vorrei fare io) Provate a spedire qualche sceneggiatura e se interesserà, la via vi sarà mostrata ... 
    Webtoons? Ci sono siti apposta (uno in particolare, molto famoso) dove poter regalare al popolo la vostra opera e se piace, qualcuno vi scritturerà senz'altro, o può succedere addirittura che la vostra idea venga presa per farne una sceneggiatura per un drama (여자만화구두 Woman, manhwa, shoes, è in realtà un webtoon! E ora ne hanno fatto un minidrama) e così via ...
    Per sapere altro di questo argomento, leggete questo mio post: Letture coreane, consigli per gli acquisti

    Ma ora non parleremo degli artisti veri e propri ... non proprio.
    In realtà dovete sapere che la Corea potrei anche ribattezzarla 이상한렌드 (isanghan lendeu) "terra strana", al posto della terra delle meraviglie, perché vi assicuro che è davvero un posto bizzarro delle volte.

    Uno dei motivi? 
    E' presto detto! La gente paga per vedere cose inutili: del tipo un ragazzo goffo che prepara la 삼겹살 samkyeobsal (carne) e se la mangia successivamente, talmente goffo da sollevare i pantaloni in tempo (e in modo principalmente osceno) per non mostrare le natiche alla telecamera e quindi all'intero mondo. Mostrando infine espressioni prive di ogni dignità mentre la carne, evidentemente bollente, gli ustiona l'itero orifizio orale.

    E le Bj? 
    Eccone una -.-











    All'inizio pensavo fosse il nome di una ragazza singola, quella che vi postai nell'articolo inerente alla
    tavola coreana, Condividere il cibo alla coreana, la bella fanciulla che come un porco si inghiotte chili e chili di cibo per un pubblico di affamati o guardoni, non lo so ... XD (nella foto: lei)
    Mangiare in diretta ha un nome: 먹방 credo derivi da 먹다 mangiare e 방 stanza.
    In realtà Bj è un termine per definire tutti coloro che scelgono per passione o soldi di creare video particolari e spesso ... inutili!
    Di solito durante il video, che è in diretta, i Bj intrattengono anche parlando allo spettatore, questo infatti può comunicare con l'intrattenitore scrivendo in chat, ed egli gli risponderà.
    Ci sono anche le Bj rifatte, che parlano della propria plastica facciale e ... "tettale" XD mostrando dunque non solo il loro bel visetto, ma anche il seno con una scollatura generosa. Alcune sono famosissime (sì, sempre donne, chissà perché), bellissime e per questo guadagnano un mucchio. 
    Il mondo dei pervertiti si diverte e spende dunque XD. Non sono spogliarelliste, non fanno parte di una linea telefonica o meglio telecamere bollente, hot, a luci rosse (oddio, non quelle che ho visto io, ma immagino ce ne siano di tutti i gusti, a questo punto), ma ... non vi sembra che la cosa si avvicini molto a quel senso di "messa in vendita della propria persona"?
    Insomma hobby strano assai ma che potrebbe farti guadagnare soldi ... come tutto in Corea del sud.
    O ancora I bj con le loro ricette di cucina o altre cose varie, a volte anche interessanti, se non si cade nella disperazione di giochi del tipo: "faccio quel che volete, basta che mi pagate", ubbidendo al pubblico anche nel caso facesse proposte assurde. Uno si è rasato malamente (gli sono rimaste 4 ciocche di capelli in testa) solo per richiesta, nel giro di pochi minuti ha guadagnato anche 100.000 weon, (80 euro?) pagati da una sola persona
    altra Bj o.O
    ...follia pura. 


    Ma ci sono cose anche abbastanza normali come i telecronisti di videogame online, delle volte mi ci diverto anche io ad osservare alcuni video, specie quelli horror che mettono ansia, con la voce narrante che urla o impreca in coreano. XD
    (una delle tante idiozie che si fanno per avere visioni, guardare la tipa nella gif) --->










    ...


    Dove finiremo???

    Ve lo dico io dove ...
    ... Ma logicamente parlandovi di uno dei video di questi fantomatici Bj, assolutamente, indubbiamente più inutile che vi sia, tocchiamo proprio il fondo, l'ultima "redicolata": una mocciosa che pettinata da schifo e l'ultima volta pure ingiubottata, forse in casa sua non andava il riscaldamento, se ne sta seduta in una poltrona a non fare un cazzo (sorry). Per questo suo non far nulla lei ... si becca dei soldi dai cretini che indubbiamente la fissano.
    Alle sue spalle ha una ciurma di bambole strane simil ceramica da film horror (ieri ho notato che alcune sono targate Disney) e un Rilakkuma che a sol vederne il faccione inorridisco (colpa delle agassi del Tonymoly. Se non avete capito la battuta, qui: 3PARTE quarto viaggio a Seoul). Molta gente gli scrisse: 
    • "no fai nulla?"-
    • "quando parli?"-
    • "che significato ha questo video?" (i messaggi in diretta si possono leggere) 
    Lei risponde ad alcuni con il dito medio, in segno di vaffanculo. Ma il più delle volte sbatte solo gli occhi.
    Poi arrivano i pazzi che regalano alla tipa dei weon. Sì! Ecco dov'è il guadagno! In questi programmi si può pagare in diretta la visione se piace e lo fanno per davvero!!!
    Ad esempio, quando sta cretina vede l'invio del denaro da parte di quel dato utente (compare anche nel video stesso), fa un gesto con la mano a seconda del valore, regalatogli senza fare un'emerita cippa. E così nel  giro di 30 minuti di cazzeggio, nulla di nulla, quella si può portare a casa anche 50.000 weon, 30 euro circa. 
    Io guardai solo un pezzettino e in 3 miniti era arrivata a 8000 weon, ovvero circa 5 euro senza nemmeno mostrare il seno o parlare con voce carina/sgraziata ... niente risposte al pubblico, niente canzoni, niente stacchetti imbarazzanti oppure oscenamente ridicoli, niente cucina coreana, niente di niente, ma il guadagno c'è ... e tutto perché tre emeriti sbronzi, pervertiti hanno sganciato denaro e come loro tanti ancora si aggiungono. (Mi chiesto ... che siano i suoi genitori e la nonna ad aver inviato la paghetta settimanale? Oppure ... questi fantomatici uomini che cavolo si eccitano a vedere cosa? Movimento di ciglia?Le sue terribili bambole? Ah, uno gli scrisse pure: "le tue bambole fanno paura" e pure lei aggiungo io!) 


    Bene, tutto questo genere di intellettualismo si trova su africatv 
    -.- Per il resto ... 
    ditemi voi se è normale.


    martedì 4 marzo 2014

    3° PARTE Quarto viaggio a Seoul, "sperando sia perlomeno il penultimo"

    Vi preparo!

    Ho già messo in nota dei punti per la prossima parte del diario di viaggio e ... tra un pò cambierò il titolo da "quarto viaggio a Seoul, sperando sia perlomeno il penultimo" a "Diario di bordo di un'imbranata a Seoul" -.- anzi sapete che vi dico ... lo faccio per davvero!
    Ultimamente me le tiro dietro, faccio di quelle figure da sotterrarsi ...

    Appunti di viaggio di un'italiana imbranata a Seoul (oops l'ho fatto davvero)


    • Mi ha nascosto l'esistenza gratuita del drama con uno degli attori che prediligo.
    Dovete sapere che prima della partenza, la mia cara dongsaeng e chingu Jane di I Love Drama -Italia-, ha postato la notizia di un nuovo minidramino che sarebbe uscito il 24. Siccome sembrava essere interessante (ammetto che il più a spingermi è stata la presenza dell'attore Hong Joong Hyun -chiamato Hongino amichevolmente-), avevo già in programma di vedermelo on air ...
    Qualche giorno fa chiesi al gattaro (adora i gatti, ha 2 bestiole arancioni, e uno sembra pure il gatto di Sherek!) di cercare il sudetto drama ... 
    -Dopo "un'attenta" ricerca: "Mi dispiace non è ancora disponibile, sarà a pagamento ora
    Eh sì! La tv coreana ha drama free e drama invece che bisogna pagarli 1000 o passa won (questo pure meno, sui 400 won, centesimi!!!) per visionarne una puntata. Succede a quelli recenti, anche se giunti al quinto o comunque verso il deciso ep messo in onda, di solito regalano al pubblico i primi free. Alla fine aggiungeranno anche tutte le altre puntate alla lista gratuita (l'alieno ad esempio si trova interamente gratis). 
    Beh, qualche giorno fa ho scoperto che 여자만화 구두 (Woman, Manhwa and Shoes) -.- c'era eccome!!!!! L'ho trovato!!!!!!!!!! Quel bruTO me lo aveva nascosto a causa del mio superficiale interesse per Hongino. Io mi sono sempre giustificata con lui: "mi ricorda te!" ma a quanto pare XD sembra non averci creduto, però non è una scusa, in parte sono realmente sincera.
    • Abbiamo litigato ... TATATAAAAN ... Succede
    Capita! Logicamente non vi confesserò la causa scatenante, va bene raccontarvi la mia esperienza, ma a tutto c'è un limite! La privacy esiste anche per una persona aperta come me. E non pensate che sia così con tutti, finché è raccontare di cose piacevoli riguardante il viaggio e magari divertenti ad un pubblico interessato è un conto, con determinati individui invece divento più fredda e muta di una pietra.
    Il post litigio è stato gradevolissimo! Ci siamo parlati, spiegati e fatto pace. La cosa ci ha uniti più di prima, il ché non è semplice quando parli due lingue differenti e per spiegarsi si usa una lingua estera che si sta ancora studiando. Così continuano ad aumentare le mie conferme su di lui, su di noi. Confermando ogni volta il fatto che ci comprendiamo benissimo e sì che appunto siamo di due nazionalità diverse, cultura diversa, lingua diversa ... tutto ciò a volte non vuol dire nulla! Avere intesa, ecco cosa significa, amare anche, inoltre questo gratifica anche il mio impegno nello studio. Senza una base di coreano si poteva comunicare solo in un povero inglese e allora sicuramente il ragionamento e il mettersi a confronto sarebbe un pò mancato, tralasciando o tenendo il broncio fino a dimenticare il problema! O a lasciarsi? Non nel nostro caso, parlo per ipotesi ... Insomma, sto andando per il giusto binario.
    • A proposito di Hanguko e soddisfazioni: l'anno scorso (Agosto) non riuscivo a parlare molto con l'eomeonim, solo con le sorelle o esterni alla famiglia, con la madre avevo un blocco. Quest'anno è diverso! 
    Lei mi ha comunque accolto in casa una seconda volta, per un mese e mezzo poi! Mi tratta meglio dei figli, ma stando sempre sulla privacy sua e sopratutto mia, lasciando piena liberà anche tra noi come coppia (io e suo figlio), tanto da farci condividere la stessa camera come questa estate d'altronde, ma la mia suocera ha larghe vedute evidentemente! Non è una "castiga matti", come diceva mia madre (nel senso non è una che puntualizza e mette dei paletti). A parte il fatto che non vuole sentire il termine "yeobo" XD ("tesoro/caro" post matrimonio), quindi ha chiesto gentilmente di cambiare il nome con cui siamo abituati a chiamarci e noi da bravi fanciulli che facciamo? Ubbidiamo!
    Ogni mattina si alza per farmi da mangiare, ho pure chiesto se fosse normale, sapendo che odia cucinare a causa del suo lavoro che la tiene china sui fornelli troppe ore, risposta: no! Non lo fa mai di solito o raramente. I figli si arrangiando ma a me ci pensa lei!!!! L'adoro! E so di essere fortunata! Potevo incappare in una famiglia o più "occidentale", come definisco i suoceri di mia sorella, in una più tradizionale o peggio in una che non vede assolutamente di buon grado l'unione tra un coreano e una straniera. Ci sono ancora, sì! Conosco diverse persone che con le madri del compagno/fidanzato hanno problemi, il  motivo? Lingua, fiducia che manca per via del rapporto a distanza, diversa cultura quindi esula dalle abitudini coreane, testardaggine a voler decidere per la vita del proprio pargolo ecc ... ma ne conosco altre che invece hanno un buonissimo rapporto con la suocera madre.
    Riprendendo il discorso (si perde sempre questa logorroica), ora parliamo tranquillamente, la vedo poco, ma quando la incrocio scambiamo sempre qualche parola più del "kamsahabinda"(감사합니다), "kwaenchanhayo" (괜찮아요)a cui mi limitavo prima, forzata dalla mia tensione, dalla soggezione. Mi ha perfino raccontato dell'incidente, dato che mi sono interessata. Tra le altre cose ora logicamente comprendo molto più di prima, l'importate è che non vi siano strani dialetti o che non parlino davvero troppo velocemente. Comunque sono sempre in calo di ascolto rispetto al parlato T.T credo sia anche colpa mia, il mio cervello "ascolta" poco.

    • Appena incontrata ... non ho potuto fare a meno di ringraziarla (eh per forza) per l'ospitalità e abbracciare di cuore la cara suocera. 
    Mi è scappato un secondo abbraccio quando mi parlò dei suoi dolori alle ossa.
    Strano! Non sono per gli abbracci troppo spontanei ... io. 
    E pensavo nemmeno lei.

    • Sono in ... culo al mondo. 
    Così si dice dalle mie parti. 
    Voi leggerete sconvolti e vi chiederete: ma sei a Seoul!!!! Come puoi essere in una zona dispersa dal mondo? Beh, in effetti esagero e solo per il fatto che ... non c'è la METROOOO! Invece c'è un bel panorama, non siamo distanti dalle montagne.
    La jiacheol (지아철), tradotta in coreano, è uno dei mezzi più facili da utilizzare, perciò a me manca una cosa importantissima, dato anche che per alcune ore del giorno mi ritrovo sola soletta. (tanto oggi mia sorella è partita)
    Ci sono i bus, che non sono proprio difficilissimi, ma ... -.- comunque nemmeno tanto facili da seguire. Oddio, io non dovrei fare storie, sapendo leggere il coreano, ma ... le faccio! 
    Una chingu (grazie Lucia carissima), qui a Seoul mi ha consigliato di scaricare un'applicazione di Never e ... *O* Una manna dal cielo! Si ha la cartina con il percorso da fare, ti dice dove prendere il bus, la metro e via dicendo. Punti di ristoro e altro ancora! Davvero utile! Se potesse funzionare anche senza wifii sarebbe anche meglio, ma ora pretendo troppo (il wifii qui spesso è free o vi danno la password, ma logicamente per strada non sempre lo becco, non ce l'ho costantemente). Ah però è tutto in coreano ragazzi eh! Quindi per usarlo si deve conoscere un pelino la lingua.

    • Non usano spesso goolge, appunto utilizzano Never
    Secondo molti Google ha troppi errori e spam, Never è molto meglio ... per un coreano. Io sono ancora fedele a google chrome.

    • Bazzicando per Hyehwa ho avuto un momento in cui la mia vena omicida si è quasi mostrata. 

    Tranquilli, è stata soppressa prima che qualcuno si potesse far male, ovvero il tizio (penso fosse più una tizia dai modi) mascherato da Rilakkuma che faceva volteggiare la testa dell'orso, "invitando" le possibili clienti ad entrare da TonyMoly. Invitare è una parola grossa, le LANCIAVA alle 19 commesse presenti in un negozietto minuscolo, pieno di merce stipata all'interno (insieme alle lavoratrici ... mi sa che tra un pò si vendevano anche tra loro). 
    Non mi era mai successo prima! O.O Anche se avevo sentito che la stessa cosa era accaduta a Chiara delle Kankoku Girl (Kankoku TV). 
    Ci stavamo recando nel negozio, quindi non ho visto il motivo di quelle maniere tanto brusche! Mi prese il braccio, non tirò molto visto che stavo camminando da quella parte, ed infatti alla fine, non contento di ciò, l'odioso Rilakkuma mi diede un bello spintone all'interno. 
    Muori Rilakkuma!!!!!!!!!!!!!!!!

    Aveva forse paura che mi arrampicassi per i muri in stile esorcista pur di scappare a quelle voci nasali delle commesse? Pazzo! E D.Yong che se la rideva ...
    Purtroppo le mie vecchie amiche delle TonyMoly non ci sono più, in compenso c'è un'ora di avvoltoi pronti a scannare il tuo portafoglio con stratagemma subdoli. Quando vedono la straniera non capiscono più nulla, come zombie, lobotomizzate dalla droga del vendere, mi chiedo se vi sia una punizione corporale in caso di pessime vendite. 

    • Solitamente lui stacca dal lavoro a mezzanotte, tornando a casa all'una ... 
    ... come questa sera, io sto aspettando sola soletta che arrivi del cibo commestibile XD, attendendo il gattaro per mangiare insieme. 
    Sua sorella torna a casa prima, ma ... non mangia;
    sua madre torna a casa più tardi di lui (O.O Eh, sì! Una signora di 60 anni che si ammazza di lavoro T.T povera) e anche lei di solito ... non mangia;

    Io e Mung!
    L'altro si chiama Tung
    i gatti ... o.O eh, potrei mangiare con i gatti o, volendo, potrei mangiarmi I gatti. Non essendo vicentina, passo! XD Scusate per la battuta cari lettri di Vicenza, vi sono vicina! In tutti i sensi!
    No, decisamente voglio aspettarlo fino a tardi, tanto in Corea si mangia a qualsiasi ora si voglia! (sempre che non vi sia la dieta di mezzo)
    Qualche giorno fa per cena, ho preparato gli spaghetti con il tonno rosso che facciamo in casa Alfonso: conserva italiana (me la sono portata dietro), tonno Calippo calabrese (me lo sono portato dietro), spaghetti italiani (comprati al market, ma sono realmente italici eh!). Avevo proposto il menù a sua sorella e quando ho detto spaghetti con tonno e pomodoro mi ha fatto una faccia strana, poi però ci ha pensato e ha risposto che andava bene. 
    SE'! ... Arrivato l'uomo, preparo gli unici due componenti della famiglia: "ora cucino", allora cognatina mi chiede gentilmente di farlo più tardi (O.O Ma ... è l'una di notte e io ho fame!!!), ho pensato volesse aspettare la madre superiora e mi sono maledetta per non averci pensato da me. Ecco ... dopo 2 ore arriva l'eomeonim (어머님)e io comincio a preparare, mentre sua sorella si riposa e sua madre anche. Mancando un ingrediente siamo corsi al market vicino casa, non trovandolo tra l'altro (rosmarino, ci ho messo una vita a fargli capire che non avevo bisogno di un fiore, ma degli aghi di una pianta), inutile dire che a Seoul si fa fatica a trovarlo, credo che la pianta la si possa trovare con molte difficoltà, c'è la polvere però, ma non in tutti i market. 
    Ebbene tornati a casa l'acqua stava bollendo, eomeonim si era rinfrescate e sia lei che sua figlia ... si erano messe a dormire! 
    -_________- 
    La madre non lo sapeva ma la sorella si! Va beh, io penso che il menù non l'attirasse molto e non sapeva come rifiutare cortesemente senza sentirsi maleducata, e poi la stanchezza ha fatto il resto. Insomma la spaghettata si è conclusa alle 3:30 di notte e me so magnà tutto! Beh, anche lui mi ha aiutata! 
    Erano buoni ... per la cronaca.
    • A proposito del tonno, ora che ci penso: 

    l'espressione iniziale della sorella forse non era dovuta tanto al menù, o meglio anche, ma ... al fatto che avevo sbagliato pronuncia. Sono sincera "tonno" era uno termine che ancora facevo fatica a ricordare (mi ricordo come si dice "inestimabile", ma tonno no! Il mio cervello funziona male, secondo voi?), quindi mi sono aiutata con google traduttore e dalla fretta avevo letto male la parola, al posto di jamchi (잠치) avevo detto jamji (잠지) e solo quando ripetei al mio ragazzo di cosa era composta la cena compresi: 

    mi fissò con uno sguardo allibito prima di scoppiare a ridere in lacrime. 
    Ad un tratto prese a chiamare la sua nuna, con me che gli intimavo di smetterla 
    chiedendogli: "che sto dicendo??? Dimmelo!!!
    Insomma ... non dite mai jamji in presenza di un coreano, vuol dire pisello 
    (per farvi capire, uso una delle parole italiche che suona meno volgare),

    un altro modo, dopo kochu (고추 peperoncino e pistolino, gergo dei bimbi), per definire la terza gamba maschile (a proposito anche loro usano il termine "terza gamba" ........
    ... ma cosa vi sto insegnando ultimamente?).




    In definitiva, secondo la mia linguaccia
    in casa Jin quella sera si mangiava 
    spaghetti con salsa di pomodoro e genitali maschili!
    Bellissima figura!
    Per fortuna in quel momento non c'era la suocera. O.O