"한국에 왔다 갔다 하는 이태리사람이다"

"한국에 왔다 갔다 하는 이태리사람이다"
한국에 왔다 갔다 하는 이태리사람이다 Un'italiana che dalla Corea del sud va e viene.

Vi aspetto su Facebook!

Dreaming of W. YouTube

mercoledì 10 luglio 2013

"Lezione" 4: (사과) pronomi e particelle annesse



Oggi vi propongo i pronomi personali coreani e con essi un pò di 

particelle annesse!


Dai!!! 
하지마아아(Hajimaaaa!)
Non fate così!

La loro complessità sta nelle diverse forme derivate dalla posizione in cui si trova l'individuo che sta parlando e quello con cui si ha a che fare.



Abbiamo la forma che io chiamo di cortesia che è la forma usata da coloro che si pongono un grado sotto all'individuo a cui ci stiamo riferendo. E' una forma di rispetto o da molti detta anche forma umile.

Nella forma di rispetto, che vedremo più avanti, non si usa solo il pronome personale diverso ma grammaticalmente cambia tutta la frase.

Precisiamo una cosa: anche se solitamente il plurale non esiste, talvolta è espresso con 들 (duel con la u dal suono inesistente, stringendo i denti) davanti al pronome.

Io vi ricorderò la pronuncia, ma è bene che chi non conosce l'alfabeto hangul se lo vada a rivedere nelle prime lezioni, dove ho spiegato bene (spero) il suono dei pronomi:




IO 
  • 나 (na) 
  • 저 (jeo -pronuncia con la o aperta: jo, ma è una j molto marcata quasi Cho) è la forma cortese


TU 


  •  (neo -pronuncia "no" con la o aperta)
  • 당신 (dangsin -pronuncia "dangshin con la g che non si sente) è la forma cortese
LEI
  • 그녀 (keunyeo -pronuncia: k"u"nyon con la o aperta e la classica u suono inesistente a denti stretti)
LUI
  • 그 (Keu -pronuncia: k"u" sempre con la u a denti stretti)
EGLI/ELLA/LUI/LEI
  • 이분 (ibun) 그분 (keubun -pronuncia: k"u"bun)
  • 저분 (jeobun -pronuncia: jobun con la o aperta) forma cortese
In verità a me è stato insegnato che il 분 (bun) stesso è già di per sé una modo umile e quindi cortese con cui riferirsi.

Si può usare però anche la parola "persona" (사람 -Saram-) per identificare questo pronome, basta aggiungere 이 (i -questo) 그 (keu -quel) 저 (jeo -sempre quel/quella ma normalmente persona molto distante) -ma di questo riparleremo meglio la prossima volta- dunque avremo: 
  • 이사람 (isaram)
  • 그사람 (keusaram)
  • 저사람 (jeosaram) 
NOI

  • 우리 (uri)



VOI
  • 너희들 (neohwideul -pronuncia: nouid"u"l con la o aperta, dove il deul 들 sta per plurale, ma possiamo anche scrivere solamente 너희 neohwi e in quel caso sta per una persona sola
  • 여러분 (yeoreobun -pronuncia: yorobun con le o aperte) forma cortese anche per definire un'unica persona, dandole del voi appunto.
ESSI
  • 그들 (keudeul -pronuncia k"u"d"u"l ormai sapete che si tratta della u stretta, il suono inesistente. Qui abbiamo il lui 그 (keu) più il plurale 들 (duel)
Oppure possiamo ottenerlo prendendo il pronome singolare egli ella lui lei aggiungendo il plurale:
  • 이분들
  • 그분들
  • 저분들
  • e così lo stesso con la parola saram 사람 aggiungendo il 들 ---> 사람

di fronte ai pronomi si deve aggiungere due suffissi dipendentemente se abbiamo il TEMA della frase o il SOGGETTO

  • TEMA: 는 (neun -pronuncia: n"u"n con la u stretta) questo è per le parole che finiscono in vocali, 은 (eun -pronuncia: "u"n) per le consonanti.
  • SOGGETTO: 가  (ka -pronuncia: ga) per le vocali e 이 (i) per quanto riguarda le consonanti mente la forma cortese ha: 께서 (kkeseo -pronuncia: keso con la o aperta) al posto dei primi due citati.
Ma visto che ci siamo e devo farvi un esempio, vi spiego anche la particella da mettere davanti al complemento oggetto!

  • complem OGGETTO: 를 (reul -pronuncia: r"u"l con la u stretta) queste davanti alla vocali, e 을 (eul) davanti alle consonanti.
PER SOGG, TEMA E OGGETTO VEDERE MEGLIO LA LEZIONE 6 "Lezione" 6

ESEMPIO per spiegarvi la distinzione tra soggetto e tema?

la cosa è un pò difficile in realtà, perché a volte si ha solo il tema, che fa anche da soggetto in quel caso. 

오늘은 개가 사과를 먹다 = Oneul+eun Kae+ga sagwa+reul meogda

TRADUZIONE: Oggi il cane mangia una mela .... 오늘 (oneul) è il tema ecco perché abbiamo messo la particella 은 (per la consonante se notate), mentre il soggetto è il cane 개 (kae) e finendo con vocale abbiamo aggiunto la sua particella 가 la mela, 사과 (sagwa),  invece è il complemento oggetto che finisce in vocale e per questo vuole  를 ... logicamente 먹다 (meogda) è mangiare! 



vi ricordo che il verbo si mette sempre alla fine, quello principale e in questo caso non l'ho coniugato perché ci arriveremo più avanti. La frase comunque non è scorretta, perché si può usare anche la forma principale, specie nello scritto.


Contenti che sia finita?









11 commenti:

  1. ciao,inanzitutto volevo dirti grazie ... grazie a te imparare questa lingua mi è molto più facile rispetto a quando studiavo da autodidatta, che nonostante il mio impegno mi era molto faticoso ottenere dei buoni risultati, grazie al tuo aiuto sono migliorata tantissimo... quindi complimenti davvero! <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma sei ancora autodidatta anonimo ;) io cerco solo di dare la mia mera esperienza sperando di essere d'aiuto e se lo sono, son felice!

      Elimina
  2. Ciao! Seguo le tue lezioncine da poco, sei molto brava a spiegare complimenti!! Comunque, dato che io ascolto canzoni coreane(le amo *-*) mi sono accorta che in una frase ( 오늘 밤 우리 freaky freaky 해) non c'è la particella del tema, dopo essermi accorta di sta cosa sono entrata ancora più in confusione... Non capisco, si deve usare sempre per forza o ci sono certi casi in cui è possibile non usarlo? E poi leggendo anche la lezione n°6 sono ancora nel dubbio su quando si usa il tema al posto del soggetto non riesco proprio a capire aiutami perfavore :(

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Gdragon e TOP, occhio che i Bigbang come pronuncia sono abbastanza distanti dalla normale pronuncia coreana, sono molto americanizzati.
      Comunque no tema e anche oggetto spesso nel parlato *o cantanto* viene tralasciata. Quindi si capisce tutto dal contesto. Occhio di nuovo a tradurre le canzoni, non è facile, spesso l'interpretazione è personale e appunto è difficile carpirne il soggetto.

      Il tema si usa per marcare il soggetto, quindi è la medesima cosa in questo senso. Come se io dicessi "그분이 가수이에요", userei soggetto, ma se volessi sottolineare la persona di cui sto parlando "그분은 가수예요" userei il tema. Come se prima avessi detto "quello è un cantante" e poi "quella persona è un cantante" allungo la frase in italiano come per sottolineare il soggetto appunto.
      Se no lo si usa quando abbiamo tema e soggetto distaccati (a volte sono semplicemente anche due soggetti umani che non possono dunque avere particella soggetto entrambi). Il tema è quello che costituisce la frase, ma non sempre è il soggetto. "La macchina si è rotta, vado a piedi", la macchina è il tema e io sono il soggetto che va a piedi.
      Diciamo che la difficoltà su questo punto si estinguerà mano a mano che studi e leggi. Nell'ascolto appunto spesso omettono.

      Elimina
  3. ho una domanda probabilmente stupida xD
    ma "oggi" non è un complemento di tempo? cioè il tema viene prima di tutto? xD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Di solito sì, il tema viene prima. Ma con oggi/ieri ecc dipende,오늘에 ... ma a volte se diviene il tema da marcare, quello principale 오늘은

      Elimina
    2. Di solito sì, il tema viene prima. Ma con oggi/ieri ecc dipende,오늘에 ... ma a volte se diviene il tema da marcare, quello principale 오늘은

      Elimina
  4. Ciaoo intanto grazie per queste lezioni ho imparato tantissime cose.
    Però non capisco una cosa.. non capisco come scrivere quando mettere le lettere in fila o in colonna?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Parli delle sillabe vero? tipo hai 하 + ㄱ come prima sillaba e 워 + ㄴ come seconda per identificare la parola 학원 (scuola privata)?
      Allora vediamo se riesco a spiegarti bene. La parola coreana è composta da sillabe nelle quali solitamente vocali e consonanti stanno sopra, sotto vi sono solo consonanti. Prendiamo il solito esempio 학원 hakwon = 학 hak è la prima sillaba, come vedi hai una h ㅎ una a ㅏ e sotto ci sta un'altra consonante la k ㄱ. Dunque sopra consonante + vocale e sotto consonante. (a volte possono starci due consonanti)
      E poi ci sta il 원 seconda sillaba dove abbiamo weo 워 un dittongo che sarebbe come una vocale (ㅜ u + ㅓ eo = 워 weo e quel ciondolino si mette quando le vocali e i dittonghi sono privi di una consonante che li accompagna. Se ti incasino vuol dire che non hai studiato bene le prime lezioni dove spiego tutto) più aggiungi sotto la consonante ㄴ n.
      읽다 ad esempio (ilgda) ovvero "leggere" = 읽 prima sillaba è composta da iㅣ con il ciondolino perché è una vocale sola 이 e sotto le consonanti (doppie questa volta) ㄺ lg (non tutte le consonanti possono essere unite e li lo imparerai memorizzando vocaboli) + 다 radice del verbo ovvero d ㄷ + a ㅏ
      Sembra complesso ma non lo è, andando avanti con lo studio viene naturale.

      Elimina
  5. Ciao Giorgia,
    visto che spesso non ho accesso ad internet....hai mica le lezioni in pdf ??
    Grazie mille!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. T T ehmmm no. Preparo tutto qui dal blog... preparavo. Dio santissimo ragazzi vorrei rimettere mano alle lezioni e dare ancora più organizzazione al tutto ma non riesco con i tempi.

      Elimina

어서오세요 Eoseooseyo! Benvenuti, entrate pure nel mio blog!
Ognuno è libero di commentare, sempre nel rispetto però dell'altrui persona.
Grazie a chiunque decidesse di seguirmi e arricchire il mio blog con i propri pensieri, che per me sono sempre preziosi.
감사합니다! Kamsahabnida!