"한국에 왔다 갔다 하는 이태리사람이다"

"한국에 왔다 갔다 하는 이태리사람이다"
한국에 왔다 갔다 하는 이태리사람이다 Un'italiana che dalla Corea del sud va e viene.

Vi aspetto su Facebook!

Dreaming of W. YouTube

giovedì 4 aprile 2013

I miei posti da sogno: Namsangol Hanok village

Continua il mio viaggio all'insegna dei ricordi, questa volta però estivi. A Chungmuro vi è un Hanok village con i controfiocchi, da vedere sicuramente



In verità anche Bukchon, in quanto a case tradizionali è da visitare, io non lo feci, ma forse sarà per la prossima volta. Da quel che ne so in questo posto si può trovare una zona totalmente antica, non un hanok chiuso, un vero villaggio, ma un quartiere solamente composto da case antiche, logicamente ... abitate
Chi ha visto il drama Personal Taste, o Preference, ricorderà la casa di Park Gae In, meravigliosa e particolare. Ebbene lì dovrebbe trovarsi, logicamente si tratta dell'esterno, perché da quel che so l'interno era costruito in uno dei tanti set cinematografici artificiali.
Ma ora non voglio parlare di ciò che non ho visto con i miei occhi, ma di ciò che consiglio perché appurato! Ebbene a Chungmuro dovete per forza andarci! 






NAMSANGOL HANOK VILLAGE
Chungmuro
che a dirla tutta non è un luogo che consiglio tanto di visitare o per lo meno c'è poco niente! XD
L'entrata, non molto grande rispetto al ChangDeokgung non è vero?
Aspettate e vedrete!

E che dirvi? 

Sarà piccolino confronto agli altri due che vidi, ma le sensazioni sono state le stesse:  bellezza e  antichità. Anche qui la regola è sognare e tornare con la mente al tempo in cui le kisaeng 기생, "geishe coreane", intrattenevano i loro Naeuri (signori) con canti, danze e suonando il loro tipico strumento musicale. Al tempo in cui si chiamava la locandiera jumo. Meglio ancora possiamo immaginare grazie ai drama storici. 

Anche se il Namsangol hanok village non è immenso e particolarmente "teatrale", è comunque un villaggio tradizionale immerso nel verde, vi è anche un grande parco al suo interno, e questo fa di esso un luogo che emana a mio avviso: serenità, tranquillità, relax puro! 

Appena entrai, stranamente gratis, non so se per errore o cosa (XD), ma nessuno mi inseguì armato di ascia, notai il grandioso spazio aperto: la vegetazione la faceva da padrone e da lì si poteva notare il Namsan Park espandersi e la Namsan Tower bella pendente di fronte a me e sister! 


Andando avanti fu immediatamente catturata dal grande edificio, non era un palazzo, tradizionale, che affiancava un laghetto di carpe (forse Koi, quelle simil giapponesi XD ?), e un boschetto oltre quelle acque, dove si poteva seguire un sentiero, sedersi di fronte a tanta maestosità di stagno ed edificio compreso. 

Si trovano dei ruscelletti qua e là, sempre ricchi di quei bei pescioni; una grande zona simil piazza, dove i bambini stavano giocando con degli Huu laop di ferro, facendoli girare con un'altra asta del medesimo metallo; i giochi di un tempo e le varie entrate che permettevano di entrare nelle case "altrui" di un tempo.






Infatti, una volta oltrepassate quelle porte, iniziava l'intricato groviglio di case, di aperture, sentieri e via dicendo, verso il mondo antico Sud Coreano. E poi di nuovo grandi spazi privi di ogni frivolezza, dove avevano posto una semplice attrazione d'epoca, ovvero dei vasi dove far entrare delle frecce con un lancio. Lì i turisti poterono tentare la sorte. XD Mal riuscendoci.




Ed infine si va verso l'alto, una piccola salita, si esce da una delle tante porte meravigliosamente colorate e ... tadaaan! Un altro sentiero in mezzo al verde, per poi trovarsi a costeggiare l'hanok village in un boschetto ben curato e dal sentiero ben tracciato. Se non fosse stato per quello, mi sarei tanto sentita come una delle due sorelline Satsuki e Mei del film d'animazione Il mio vicino di casa Totoro, di Hayao Miyazaki, persa nella natura! Persa nell'Asia selvaggia e affascinante. (ora ho voglia di rivedere Totoro)


Seguendo però la "civiltà" incontrammo lungo la strada un altro fiumiciattolo e poi un altro stagno aperto, simil laghetto, con un antico monumento in cima ad una piccola rupe. Per poi finire in bellezza e tornare ali spazi aperti dove i bambini giocavano, facendoci però un giretto per quel pezzo di boschetto verde ricco di arbusti, che conduceva al grande stagno di fronte all'edificio dell'entrata.
Una bellissima esperienza.



La sensazione, appena oltrepassata quella porta fu realmente di pace, non esagero! Davvero la sentii; tanto da aver provato l'irrefrenabile desiderio di: trasferirmi lì e iniziare una nuova vita di beata meditazione, con il necessario per sopravvivere e niente altro. XD Scherzi a parte è davvero questo ciò che è portato a sentire i visitatori più sensibili.

Inoltre vi ricordate dell'effetto che fa il contrasto modernità e antichità? Palazzi tradizionali su uno sfondo metropolitano o grandi palazzi su visti da un villaggio antico?
Posso dire di aver trovato l'apoteosi di tale meraviglioso effetto in questo Hanok Village in particolare! Sarà che è più piccino e compatto confronto agli altri due, sarà che era più romantico ...
GUARDARE PER CREDERE:






Questo: è il mio secondo hanok village per preferenza. 
La bellezza non sta solo allo sfarzo, come può apparire il ChangDeokgung o il Gyeongbukgung, ma anche dalle piccole e semplici cose e per me il villaggio di Chungmuro ne è la prova certa!

2 commenti:

  1. Che bello quasi quasi perdersi in tutti quei sentieri, quelle stradine... si deve sentire davvero un senso di pace unico! Vorrei essere lì uffiii... xD Comunque le foto sono veramente belle ed è meraviglioso questo convoglio di moderno e antico... un mix bello, unico che ti fa scoprire la vecchia e la nuova Corea... Che cosa fantastica!!!!<3<3 Grazie mille, ma non ti ringrazierò mai abbastanza! :) :) A presto, Nicoletta! ^^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La penso esattamente come te e nonostante questo hanok sia più piccolo rispetto al Chandeok e al Gyongbuk, lo trovai comunque maestoso per l'affinità con la natura!!! Molto romantico!

      Elimina

어서오세요 Eoseooseyo! Benvenuti, entrate pure nel mio blog!
Ognuno è libero di commentare, sempre nel rispetto però dell'altrui persona.
Grazie a chiunque decidesse di seguirmi e arricchire il mio blog con i propri pensieri, che per me sono sempre preziosi.
감사합니다! Kamsahabnida!