"한국에 왔다 갔다 하는 이태리사람이다"

"한국에 왔다 갔다 하는 이태리사람이다"
한국에 왔다 갔다 하는 이태리사람이다 Un'italiana che dalla Corea del sud va e viene.

Vi aspetto su Facebook!

Dreaming of W. YouTube

martedì 30 aprile 2013

"Lezione 2" (이과 ) Dittonghi


C'è quaaalcunooo????

Prima di iniziare volevo farvi presente che il sondaggio è concluso! 
Purtroppo noto che avete votato davvero in pochi D: 
Ma non importa!
Comunque con 2 voti su 4 ha vinto Coffee Prince e devo dire che è una vittoria meritata!


Ora è giunto il momento per fare un'altra domanda:

Quale drama del 2008 preferite?
Ormai lo sapete, andiamo ad annate! 

Iljime
Beethoven Virus
World Within
Hong Gil Dong
My Sweet Seoul



Eccoci di nuovo all'appuntamento con le piccole nozioni di coreano.
Piccole, piccole eh ...



Questa volta vorrei affrontare i dittonghi!
Non sono difficili, se avete presente la lezione sulle vocali dell'altra volta, riprendetela e vedrete che i dittonghi non sono altro che le vocali con una stanghella di troppo!
Come vi ho già detto il coreano è molto matematico quindi tutto può essere molto intuitivo.

QUI LE VOCALI  ---> Lezione 1 (레스 하나)

Ed ecco qui uno schemetto che li riassume:

  • ya
  • ye
  • yae
  • yeo (sempre aperta eh!)
  • yo (chiusa)
  • yu
Come vedete è semplice! Basta aggiungere una stanghetta: ㅏ(a) = ㅑ(ya), ㅔ(e) = ㅖ(ye) e via dicendo ...

Ma non ci fermeremo certo qua! Questi sono semplici! 
Quelli che compongono invece le particelle Wa, we, wae ecc ... sono formati da coppie di vocali, sono dunque sempre intuitive, ma forse più particolari e per questo difficili:


Ad esempio per formare il wa si dovrà usare una o chiusa (ㅏ) e una a (ㅓ), non per niente il suono suonerà molto come un "oa" (dove la o è sempre un suono molto chiuso);

O ancora per fare il weo  si userà una u (ㅜ) più una eo, ovvero una o aperta (ㅓ).

Ecco lo schema:
  •  wa
  • we qui abbiamo una u e una e la pronuncia è molto "ue"
  • wae qui una o e una ae molto simile a sopra e si usa per dire "Perché?" domanda.
  •  oe di pronuncia è molto "ue"
  • weo pronuncia "wo" "o" aperta
  • ui simile al francese sì
  •  uei, questo  è un suono chiamato inesistente, ma è una sorta di u a denti stretti più la i. Questo dittongo è molto particolare perché cambia suono talvolta, a volte si pronuncia "e", altre volte con la tipica u a denti stetti e appunto la i "uei"
E vi ricordo un particolare della volta scorsa che riprenderò però come consonante alla prossima "lezione".
Sto parlando del simbolo ㅇ che DEVE essere messo di fronte alla vocale o dittongo (dunque non consonante), quando queste iniziamo la parola o se si trovano sole solette, quindi avremo: 아(a), 에 (e), 야(ya), 예(ye), 와(wa), 왜(wae) ecc ecc ...
Mai lasciarle completamente sole come alla fine io vi ho scritto sopra, li si tratta solamente di uno schema! Dovete memorizzare e poi si  applica le varie regole! 
Lo stesso simbolo lo si usa anche alla fine di una parola o sotto a consonanti e vocali, dittonghi, ma in quel caso indica una consonante vera e propria ovvero ng, dove la g è priva di suono, ma lo vedremo alla prossima "lezione"

Intanto provate a memorizzare queste per coloro che non sanno ancora l'alfabeto!
Alla prossimaaaa!!!






Un talento che pochi hanno ...


In merito al titolo: io non sono una di quelle persone! XD

Amavo disegnare un tempo, ora penso di aver perso la mano e comunque i miei disegni si basavano su manga e negli ultimi tempi ad abiti più che al resto.
Amavo molto però disegnare gli occhi in stile Japan anime, ma quando andavo a disegnare mani, o comunque il corpo in generale, ecco che arrivava la sproporzione!

Invece qui parliamo di una ragazza che ha le doti vere e proprie! Disegna un pò di tutto, anche ritratti dei nostri amati divi del Kpop.

Ellie art
Tanto per darvi un'idea, spero non me ne voglia, ecco i disegni che amo di più, indovinate chi sono:

Ellie art
Ellie art





Ellie art


Insomma parliamo di una vera artista e di una galleria d'arte su Facebook.
Fateci un salto e osservate cos'è in grado di creare con le sue manine e una matita!

mercoledì 24 aprile 2013

Ton 돈 affrontiamo la questione dei soldi

Una delle tante domande che mi fanno alcune persone riguardo a Seoul è: 
Aereo a parte quanto si può spendere durante il viaggio?

Questo argomento mi è stato richiesto dalle care Admin della pagina facebook di cui faccio parte anche io! ^ ^ Un tempo ero una semplice "collaboratrice", in quanto mi occupavo solamente dell'album *Viaggiando verso Seoul, quel sogno chiamato South Korea

e niente di più!
-----> Koreaniziamo L'Italia: Viaggiando verso Seoul


Ora che ho colto l'occasione per RIpubbliccizare la pagina FB, possiamo iniziare a parlare di:

Ton 




Affrontiamo un po la questione dei soldi!
(ripenderò da Koreaniziamo l'Italia, visto che credo di aver fatto degli STEP molto interessanti -spero- quindi li ripropongo qui! Nella pagina non ho ancora concluso, manca l'ultimo step, ma presto lo posterò, qui invece terminiamo alla grande!)


Dunque: 
  • quanto bisogna spendere per un possibile viaggio a Seoul e per cosa?
  • Per il cibo si spende molto?
  • E il cambio di denaro?
  • E’ vero che la Corea del sud è cara?


STEP: 하나 / Hana (step 1)

Come leggerete in giro per il web, la Corea del sud è abbastanza cara … per i turisti inesperti!
Non voglio passare per quella esperta assolutamente, ma grazie ai due viaggi verso Seoul ho capito che: il primo viaggio è logicamente il più costoso se non si è a conoscenza dei posti giusti (economicamente parlando) o se non ci si prepara prima; il ché per noi qui in Italia è parecchio difficile: molti degli alberghi più economici non si trovano in internet, se ne trova alcuni soltanto; Seoul invece ne è piena! Alcuni siti inoltre sono in Hangul, quindi per chi non sa leggere o comunque non comprende molti vocaboli in lingua, diviene abbastanza difficile capire cosa offre quel determinato alloggio.
Appunto per questo, in previsione del mio primo viaggio mi consigliarono di prenotare una camera per una settimana e durante appunto quei sette giorni, andare in cerca di un altro alloggio per le successive tre settimane. Adesso, col senno di poi, comprendo che era un consiglio buonissimo, specie dopo il primissimo viaggio, eppure non me la sento a mia volta di darlo agli altri se: non siete mai stati almeno una volta in questa città o non siete intraprendenti! (io non lo sono)
L’english è utilissimo, ma spesso a Seoul diviene “aria”. Pochi conoscono bene la lingua inglese, molti conoscono solo due o tre paroline in croce e pochissimi la PARLANO bene tanto da farsi capire in modo corretto. Quindi: problemi con il linguaggio, ignoranza del luogo … per la prima volta credo sia meglio prenotare tutto da casa, date retta a me! Anche perché esistono al mondo moltissimi individui convinti di essere dei gran viaggiatori, che si accontentano di poco e riescono ad affrontare tutte le avversità, poi scoprendosi invece turisti spaesati, impauriti e magari facili prede per i furbi. Come persone invece che intraprendenti sono e intraprendenti rimarranno. (Questi li invidio)
Io stessa non mi considero tale, nonostante ciò il primo viaggio a Seoul mi fece scoprire un lato di me che credevo inesistente! E questo mi ha fatto comprendere che se dovessi fare un viaggio sola soletta potrei benissimo cavarmela da sola … in QUEL DATO LUOGO! Perché non possiamo amare tutti e tutto, quindi bisogna anche vedere se la cultura a sé può davvero essere compatibile con il nostro io! Non pensate che amando la Corea del sud, tramite la visione di drama o il kpop, una volta giunte lì possiate trovare l’unione perfetta tra il vostro pensiero e il loro! Potreste anche scoprire di non essere in un certo senso compatibili. Spero per voi di no!
Dunque se non siete abituati a viaggiare, o se lo avete fatto “serviti e riveriti” (nel senso già tutto preparato comodamente da casa): andare all’avventura impreparate potrebbe essere un rischio! Vedete voi! Io il consiglio l’ho dato!
Questa premessa per dirvi che il primo viaggio, preparatevi, sarà costoso: vedrete il mondo come un caleidoscopio, sarete talmente impressionate da ciò che Seoul offre da non badare più a spese. Sempre che non siate delle ferree, incorruttibili, parsimoniose risparmiatrici. 
Di un mese, compreso l’aereo e sempre parlando del primo viaggio, si può andar a spendere da un minimo di 2000 euro ad un massimo … quanto volete e potete vedete voi! XD


STEP:  / Dul (Step 2)

가젯 /Kajes (t) Gadget 
화장품 / Hwajangpum Cosmetici 
숙박 시설/ Sokbak siseol Alloggio


Lui si strugge per il risparmio
mancato 
Specie per le amanti del kpop il risparmio è quasi impossibile XD o per le amanti del make up!
Non pensiate però che l’oggettistica (gadget kpop e drama) e i vari cosmetici costino l’occhio della testa! No al contrario sono molto economici, o almeno dipende da ciò che avete intenzione di compare. Ma solitamente non vengono molto, purtroppo però uno tira l’altro! E’ come quando si va in quei negozi di tutto un euro, per farvi un esempio, prendi una cosa perché costa pochissimo, prendi un’altra … alla fine ci si trova sì 50 pezzi diversi, ma anche 50 € da pagare!!!


Io comunque consiglio Etude e Tonymoly tra le catene di cosmesi migliori e a buon prezzo. 


Etude Shinee


Lo sponsor di Innisfree
è Lee Min Ho
Lo sponsor di
Tony Moly è o era
Sung Joong Ki


Ci sarebbe anche la, credo novella, Holika Holika, che vidi per la prima volta questo inverno, con ottimi prezzi, ma quanto a qualità del make up … diciamo che ho storto un po’ il naso. Mentre altre tipo la Innisfree da quel che ho visto di prezzo si alzano un pochino! (ma dicono che siano prodotti molto naturali)




Ritornando invece agli alloggi, ci sono appartamenti per un mese, per due o tre persone, al costo di 250 euro o 300, 400, ma solitamente meno è il prezzo, meno cose ci saranno all’interno e a volte meno è confortevole l’alloggio. Questo sempre parlando di ricerca in internet!

Guesthouse = solitamente non sono dispendiose quanto gli alberghi, ma a volte ci vanno vicine; vi parlo di una spesa sugli 800 euro anche, per una camera singola in uno dei periodi più costosi: l'Estate. O di 1200 euro di una camera per tre persone, che dunque diviso farà 400! Si può però trovare anche quella economica e super attrezzata!!

Camere = solitamente vengono affittate agli studenti durante il periodo di studio, ma anche ai turisti, specie durante le vacanze. Spesso qui troviamo il bagno in comune con il condominio, salvo alcune camere con bagno interno alla stanza (che bisogna affrettarsi ad acchiappare, solitamente le si trova già occupate); in quanto al prezzo: è inferiore, anche perché sono praticamente dei buchi! Non c’è molto all’interno se non un letto e la doccia;

Motel = questi vanno a ore e mi dicono essere molto economici, bisogna vedere però se la stanza proposta è di buona qualità, insomma se non vi tocca dormire con gli scarafaggi! Cosa che a volte accade anche in alberghi e guesthouse! Di Motel potrete trovare molti di alta qualità ad un bassissimo prezzo, pulitissimi e dall’arredamento eccentrico e intrigante, come quelli economicamente parlando buoni ma dall’ospitalità orripilante! 
Non pensate a quei Motel per coppiette, o meglio sì! 맞아요! / Majayo! Giusto! Sto parlando proprio di quelli! XD Però voglio dire che non sono frequentati solo da persone che vogliono appartarsi per i loro porci comodi XD.

B&B = anche in Corea  i Bed&Breakfast, dove alloggiare significa vivere con una famiglia coreana, un’esperienza sicuramente fantastica per chi è interessato a farla, talvolta ci si può perfino trovare in una casa d’epoca e il costo può pareggiare con le guesthouse. Forse l’inghippo sta nel fatto che, vivendo con altri esseri umani, molto probabilmente non si può avere la libertà di rientrare quando volete, ma dipende sempre da che tipo di persone incontrerete … non è detto insomma!

Ricordatevi comunque che: il costo dipende anche dal periodo in cui vi muoverete, Luglio/Agosto e Dicembre di solito sono i più costosi!
Finisco col dire: attenzione alla zona! A volte si possono trovare alloggi confortevoli ed economici, magari però situati in quartieri non molto sicuri.


STEP:  / Se"t" (Step 3)

Won  Vs Euro!
Si deve cambiare in Italia o una vota giunti a destinazione?

L’euro è più forte del Won, come molti sapranno. Il mio consiglio è di controllare ogni tanto lo stato della moneta, anche in viaggio, perché può cambiare anche di giorno in giorno, nonostante lo faccia minimamente. Per farlo basta usare il cellulare e approfittare dei Café per trovare il wifi libero.
Quando partii a fine Luglio, 1000 won in euro erano 70 cent, ora controllando nel web risulta 69 cent, mentre in Dicembre era salito a 77 cent se non erro, come vedete si tratta sempre però di un cambiamento infimo.
Le banconote disponibili sono: 1000 di color azzurro con il faccione di SaeJong il grande, Re
Ecco qui una mia fotuzza, manca i 5000 won però!
Coreano inventore dell'Hangul, 5000 di colore rosso, 10.000 verde e da qualche anno anche quella da 50.000 won, di colore giallo. Le monete sono da 500, 100, 50 in argento ed infine 10 cent, di queste vi sono due tipi: gialla e piccola color rame ma si equivalgono come prezzo!
Il mio consiglio è quello di non cambiate tutti i soldi, mi raccomando! Fatelo ogni tot di tempo e somme non troppo grandi ma nemmeno spiccioli, questo perché poi ricambiarli in euro per il rientro a casa equivarrà perdere dei soldi!
Altro consiglio da prendere sicuramente nota: non cambiateli assolutamente in Italia! Le banche Italiane spesso se ne approfittano con la scusa anche che il won non è molto presente nel nostro paese, né scambiato, né tanto meno richiesto per cui … Fatevi piuttosto una carta di credito prepagata con una piccola somma all’interno, carta di credito che dovrete preoccuparvi di chiedere alla vostra banca se è di portata internazionale, ma riferitegli anche il luogo dove siete diretti, perché spesso quando si parla di internazionale la gente ha l’abitudine di pensare solamente a determinati luoghi e la Corea del Sud manco la calcolano! Mastercard, Visa vanno più che bene!
Poi logicamente preleverete a Seoul direttamente (in quanto non sempre accettano i pagamenti con bancomat o carta di credito da parte degli stranieri, talvolta nemmeno i negozi più imponenti e di lusso!!!) e meglio ancora, portatevi anche un’altra somma in contanti, da cambiare sempre una volta giunti nella grande metropoli.
ATTENZIONE però ad alcuni bancomat!!! Da me definiti: 새끼! Saekki! (bastardo/stronzo) Ne esistono per le vie delle capitale e ti permettono di prelevare solo una piccola somma al costo di una grande: sui 15 o 20 euro addirittura e la somma prelevata se non erro non può superare i 100.000 won ovvero sugli 80 euro giù di li! Meglio prelevare dai bancomat della metro o cambiate i soldi in banca direttamente! (ma ricordatevi che le banche il weekend sono chiuse e logicamente con loro anche il change)

PICCOLA CHICCA SUI CHANGE: in alcuni luoghi, come Myeongdong ad esempio, quartiere dello shopping, vi sono dei chioschi adibiti a change, dove poter dunque cambiare il denaro anche di Sabato e Domenica! Non tutti sono convenienti però! Prima vi faranno il conto, riportando ciò che vi daranno per quel tot che vorrete cambiare, quindi consiglio di dare un'occhiata in internet col cellulare se potete, così da controllare se l'affare è buono oppure no!
Per quanto riguarda I bancomat delle banche invece chiedono tremila codici che un tempo non capii nemmeno da dove diavolo saltassero fuori! Troppo complicati! XD



STEP: / Ne"t" (Step 4)

Ora meno soldi e più attrazioni: 
관광 여행 / Kwangwang yeoheng
 TURISMO!

Quanto possono costare le varie attrazioni turistiche e quali sono?

Di questo avevamo già parlato nel blog stesso, ma senza fermarmi alla questione "costo".
Visto che parliamo di turismo bisogna parlare anche di trasporti, e sempre nel forum abbiamo affrontato la questione dei taxi di vario colore e vari conducenti (di indubbia sanità mentale pure), chi non ha ancora letto l'incontro ravvicinato con i vari esemplari taxisti venga a leggerselo qui nel post che scrissi ---> Difetti
Allora ... di taxi ne esistono ben tre categorie una più economica dell’altro, o meglio: una più costosa dell’altra, oltre a dover stare pure attenti alle truffe!!! Vedendo turisti può sempre succedere che qualcuno richieda più soldi del necessario! Grigio è il più economico, poi c'è l'arancio, il bianco e il nero è di lusso quindi lasciate perdere.
Mentre bus e metro sono l’ideale per far economia; sopratutto la metro semplifica la vita allo straniero che non conosce l’hangul, per cui prendete quest’ultima, ve lo consiglio!

Ed ecco alcuni dei punti principali che visitai e non, con i possibili prezzi:

Al Namsan Park
Namsan Tower, anche se io me la feci gratis per grazia divina XD (il mio ragazzo, caso fortuito, riconobbe un amico di vecchia data e lo fermò per salutarlo, costui era una guardia del posto e ci fece prendere un elevetor ascensore- a parte XD dove lhostess chiuse un occhio per lui e ci fece entrare appunto senza pagare il Pyo, biglietto), se non ho capito male dovrebbe costare sui 40.000 won! Quindi 25/30 circa, ma è unesperienza da fare sicuramente!!! Inoltre visitare il parco Namsan, davvero enorme, non costa nulla! Solo il biglietto del bus (qui non potete raggiungerlo con altri mezzi se non taxi).


Hangang o Han river: gang vuol dire fiume, quindi avrete “il fiume Han”. Che io sappia XD è tutto Agratis! Non posso dirvi nulla riguardo agli orari in cui mostrano i giochi d’acqua in questo magnifico ponte, perché ci andai a luci ormai spente, tanto per prendere una boccata di sana tranquillità, perché alla fin fine è un luogo ricco di rilassante pace.

Non si vede una cipalippa!

Lotte World 
Lotte World: ho ancora il biglietto! Spesso fanno degli sconti, specialmente ... taaaadaaan! Per gli stranieri! Questo grande parco di divertimenti mi è costato 26.000 won, sui 18/ 20 €, insomma vogliamo mettere il nostro Gardaland (anche se migliore assolutamente, e più grande) a confronto con i suoi 45 € di spesa??? Poi ci penso però e mi dico: “Sì, ma a Lotte non feci nemmeno una giostra! Non solo io, ma tutta la nostra compagnia! -_-“ Però lo consiglio per entrare in un mondo molto Disneyano (senza Disney) e vedere un po’ il mondo con gli occhi di un bambino.


Gli Hanok village sono una delle attrazioni principali del Sud Corea e le più belle perché richiamano all’antichità, anzi ti trasportano proprio! Qui la questione è differente! 
Di questi abbiamo parlato in un altro post, ma ve li ripropongo un attimino:
A parte Chungmuro, quando l’Estate scorsa entrai gratis (XD culo?) non comprendendo se, questa volta, per errore o cosa XD … mi venne un dubbio questo Inverno, quando si pagò per entrare al villaggio antico di Insadong e a quello appunto di Gwanghwamun. Comunque sia sono sicuramente da visitare:

Namsangol
Namsangol Hanok village: (dove non pagai), si trova a Chungmuro come citai sopra ed è un hanok davvero meraviglioso, molto a contatto con la natura, anche se è più piccolo rispetto agli altri. Per bellezza lo metterei però al secondo posto, battendo uno dei due colossi;

ChangDeok interno
ChangDeok gung: potete trovare anche il nome scritto ChangDeok gung palace, ma in effetti è la parola gung ad essere la definizione di “palazzo”, un po’ come la questione dell’Han River. Questo villaggio antico si trova ad Insadong, zona tra l’altro delle botteghe artigianali, molto tranquilla e rilassante. Questo antico palazzo è uno dei due colossi di cui ho parlato sopra, in quanto a grandezza e importanza insieme al Gyeongbok gung. Si diceva che i regnanti non potessero riposare nello stesso palazzo, per questo i due amanti (Re e Regina) si spostavano da un palazzo all’altro (ChangDeok e Gyongbok), anche se voleva dire perdere molto tempo, visto che i due edifici antichi non sono vicini. Questo in particolare è l’ambiente storico dove sono stati girati drama come Rooftop Prince, Chuno, Queen In HYun’s man la parte finale ed altri ancora. Il costa è di 3000 won, quindi 2 euro circa, o 5000 won se si vuole visitare anche il Secret Garden, io lo consiglio perché vidi delle foto molto attraenti del giardino segreto, che io purtroppo saltai per errore, inoltre passeggiare negli Hanok in inverno non è piacevolissimo, anche se l’atmosfera rimarrà sempre romantica e nostalgica.

GyeongBuk
Gyeongbok gung / palace : questo antico villaggio è il più grande, il secondo colosso tra gli hanok e il più importante. Si trova a Gwanghwamun, zona altrettanto maestosa, perché qui potrete ammirare due sculture d'importanza storica: SeJong Dae Wang e di YI Sun Shin, un grande capitano e grande eroe dell’antica Corea; oltre alle care fontane che vedrete di fronte a quest’ultimo, stesse fontanelle del drama City Hunter. Il Gyeongbok gung per la sua importanza ha ospitato le riprese di molti drama storici o semistorici: Chuno (memorabile), Queen In Hyun’s man, in poche parti mi dicono addirittura Faith, anche se per la maggior parte si sono affidati a villaggi più sperduti e My Girlfriend is a Gumiho all’inizio, quando la protagonista viene liberata, in questo Hanok troverete il ponticello e il piccolo grazioso edificio in mezzo al laghetto, dove la Gumiho era imprigionata. (Anche questa foto trovate nell’album, dove si parla del clima Seouliano di inverno.)

Buckchon Hanok VIllage: chi ha visto il drama Personal Preference ricorderà la magnifica casa di Park Gae In, ebbene si trova a Buckchon, almeno la parte esterna, visto che internamente si trattava di un set cinematografico (o Dramatografico????). Non posso dirvi molto di questo luogo, perché non lo visitai, sarà mia premura farlo al prossimo viaggio. Da quel che ho capito però non si tratta di un villaggio chiuso! Non è come i vari palazzi sopra citati o il Namsangol Hanok di Chungmuro, si tratta di veri e propri edifici tutt’ora abitati; quindi si fa una passeggiata in mezzo ad antiche casette le une accanto alle altre. Deve essere un bello spettacolo, ma di questo genere di case Seoul né è abbastanza piena! Anche dove alloggiai io in Estate vi erano edifici antichi, magari singoli, incastonati tra edifici moderni, o due o tre insieme … però sì, Buckchon è un quartiere bello grande e un bel pezzo di storia, quindi bisogna visitarlo. Credo che, per il fatto che si tratta di una via alla fin fine, sia gratuito … ma non posso confermarlo.

E poi si va per zone! Qui la spesa dunque sarà per il cibo, il divertimento extra attrazioni, come i Club di Hongdae, i centri commerciali di Deongdaemun, il mercato di Namdaemun, i negozi di Myeongdong e altro ancora … Però c’è qualcosa che va molto in Corea e che bisogna provare:

In Neoraebang! 
노래방 /Noraebang: Norae è canzone, Bang è stanza, insomma sto parlando dei Karaoke, di solito chiedono 10.000 won, ovvero dai 7 circa, per unora, se si tratta di quelli semplici, anche se vedendo turisti mi è capitato di pagare anche 20.000 won 16 circa poco meno), per delle stanzette stupidissime, ma dipende anche dalla zona in cui siete. Logicamente più sono grandi, più la stanza è ricca di sfarzo e più potrebbero costare logicamente.

찜질방 /jjimjilbang: i famosi bagni pubblici! Sì, sì, parlo di quelli che vedete nei drama, con la divisa a manica corta rosa e bianca o azzurra bianca, dove la gente dorme addirittura! Dove si gustano lovetto sodo e si fanno strani copricapi con lasciugamano. Ma non pensate di entrare in costume nella zona bagno, logicamente con divisione dei sessi, e non crediate che l’asciugamano che vi verrà concesso sia abbastanza grande da coprirvi interamente, perché potreste rimanere delusi e scioccati! In verità non potrete coprire nemmeno la parte bassa di voi stessi, lasciando scoperto solo il petto per gli uomini e il seno per le donne. Ciò che vi verrà messo a disposizione a malapena potrà coprire UNA zona intima a vostra scelta XD, seno, sedere o inguine? Decidete un po’ voi! Insomma vi verrà dato un tovagliolo e non un asciugamano. (Ve lo dico, non ci ho mai messo piede e confido di non farlo in futuro.) Qui comunque, oltre al bagno semplice, potrete farvi saune, massaggi, nail art, dormire davvero all’interno e altro ancora … Il costo si aggira sui 30.000 won. (20 € circa)


STEP 다섯 / Daseo"t" (Step 5)

핸드폰 ... 어떡해?/ Hendeupon ... Eoddeokhae? CELLULARI
음식 / Eumsik (shik) CIBO 
I cellulari? Come si fa?
Quanto si può spendere per l’alimentazione?
ULTIMA DOMANDA: la Corea del sud è davvero cara come dicono?

Le nostre schedine logicamente in Corea non funzionano! Quindi come fare per chiamare i parenti? Molti dicono farsi una schedina là! Mmmmm ... sì, purtroppo chiesi in giro e a quanto pare le schedine coreane non vanno nei nostri cellulari! E se vi affiderete ai vari negozi Seouliani (noi abbiamo avuto l'ardire di farlo) addetti alla telefonia ... 


HA HA HA!


Vi risponderanno picche! 


Molti non sapendo l'inglese avranno grosse difficoltà, altri ancora tenteranno in tutti i modi di dirvi: meglio che lasciate perdere! Altri ancora non spiccicheranno parola, guardando lo straniero intimoriti.
Insomma forse la cosa migliore è comprarsi direttamente un cellulare coreano ... se volete buttare via soldi per niente! In quanto poi in Italia sarà pressoché inusabile! 
어떡해???? Eoddeokhe???
Beh, esistono anche i cellulari in affitto! Si affitta un telefonino coreano con schedina e via! Il gioco è fatto! Tra le tre opzioni citate direi che è la migliore ... 

... aspettateeee ...


XD La cosa non è poi così semplice! Intanto non so dirvi bene dove poterli trovare! PRIMO! Secondo: immagino in qualunque negozio di telefonia, ma ... su questo punto riprendete le parole scritte sopra. Inoltre per chiamare all'estero le tariffe sono alte, come già saprete o immaginerete. Non posso confermarlo, però mi dissero che se si riceve una chiamata Europea non saranno solo i vostri cari a pagare salatamente, ma anche voi stessi! Così mi informarono: dopo un tot di minuti paga anche il ricevente. Però appunto non posso confermarlo per mia esperienza.

Quindi?
Quindi ho un'altra soluzione! Avete un Netbook? Portatevelo via! Fate fare skype ai parenti vari e approfittate del wifi gratis nei Café, o ancora nell'alloggio, solitamente ne sono provvisti! 
Niente Netbook? Allora dovrete accontentarvi del vostro cellulare, la rete della schedina non funzionerà, ma tutto il resto sì! Quindi Skyperatevi con quello, o mandate messaggini tramite Kakao talk, facebook o quel che tutti abbiamo più o meno: WhatsApp, tutto AGRATIS! Meglio così!
Se invece doveste perderlo, mantenete la calma, sfogate solo il nervosismo! Basterà trovare un qualunque "internet point"/"internet Café" chiamatelo come volete, parlo di quelle stanze piene di computer dove gli asiatici si piazzano dalla mattina alla sera, XD beh da non tutti, magari per fare partite online con gli amici. O sempre nei semplici Café, sicuramente 9 su 10, troverete almeno un computer disponibile per il cliente.

Omooo, il mio ragazzo non sa
cucinare un uovo eppure ...
"lavorando" si impara!
고로케 Koroke
꼬기 kogi (ghi)
고구마와 (koguma wa)
Visto che queste crocchette di
carne e di patata dolce
le ha fatte con le sue manine.
Ebbene ora parliamo di cibo ... Ragazzi anche questo argomento presenta un SE: se siete preparate e se non è il primo viaggio già lo saprete, si può andare a spendere realmente poco per alimentarsi in Corea del Sud; ma se siete estranee all’argomento viaggio in Corea … ve lo dico io!
A mio avviso è la cosa più economica che esista! Si può spendere per una buona cena alla coreana, ricca di ogni cosa, per due persone (poi dipende, a volte anche in tre o addirittura quattro), dai 4 euro circa in su! E si parla di ben di Dio, non un panino con la mortadella (anche questo è ben di Dio, lo so, ma intendo in quanto a quantità!)
Evitare il cibo: occidentale è la regola per risparmiare. 

Nel caso della nostra pizza il costo sale dagli 8€ ad addirittura 16! Parlo di una semplice pizza margherita e non dalle grandi dimensioni. Ed evitare pure di comprare troppe leccornie nei vari Café, che quelle costano più o meno come da noi. E pure la carne di manzo coreana!!! E’ una prelibatezza e per il fatto che vi sono poche mucce XD in Corea, sì sembra una barzelletta ma è così, fa alzare a dismisura il costo di questo tipo di carne.
In inverno per pranzo spesso mangiavo una donkass, cotoletta di maiale o pollo impanata e al forno, con salse varie, riso in quantità, kimchi (scartandolo) e ravanello giallo (alla Flower Boy Ramyeon shop), riempiendomi la pancia al modico prezzo di 2500 won: 1,70 circa.
Ragazzi mi viene fame! Queste sono Donkass, cotolette con salse varie ed altro ancora. Mentre Rain aveva non so che piatto sbrodoloso
Quindi facendo un conto, si può spendere quasi 2 € al giorno per il pranzo, poi però dovete metterci anche la cena e anche qui dipende da cosa volete assaggiare!
Però ho trovato l’elisir del lungo risparmio, ma che toglie uno dei piaceri della vita (oltre a non fare poi benissimo! ): comprando del Ramyeon istantaneo, si può andare avanti per sei giorni spendendo solo 2 € erotti per uno dei due pasti della giornata! Ovvero 2€ ogni sei giorni per pranzo ad esempio e poi per cena ci si compra dell’altro! Perché nei market troverete confezioni di Ramyeon da sei pacchetti (un pacchetto è per una persona o anche due volendo! E’ abbondante) a 3000 won, ovvero 2 euro circa!


Ma insomma! 
Si va in Corea per visitarla non fare la fame, per cui attenti, ma non siate comunque fissati con l'economia in questo caso specifico.





Inoltre gustatevi ciò che di più buono c'è da assaggiare in questo paese!
(tanto non si ingrassa XD)



In definitiva: PER IL TURISTA LA COREA DEL SUD è DAVVERO CARA COME DICONO?
Vorrei dire NO!  Ma mi limiterò ad un NI o SO …
Tenendo a mente che si tratta sempre di un mio parere, a mio avviso Seoul è potenzialmente poco cara, ma lo diviene nel momento in cui si è dei turisti novelli, inesperti o fin troppo attratti dal lucente mondo della metropoli, il ché è quasi impossibile non esserlo eh!
Insomma: FARE ECONOMIA PER IL TURISTA DIRETTO A SEOUL E’ POSSIBILE, ma bisogna essere dei maniaci o, non lo so … dei grandi, per riuscire a farlo nel primissimo viaggio della loro vita verso la grande capitale Sud Coreana.


HO CONCLUSO ...

ALLA PROSSIMA!!!






???????

Beh ... questa immagine significa che a forza di vedere gif di gente che mangia, oltre alle miei foto del cibo coreano ... mi è giustamente venuta l'acquolina in bocca ...
Insomma: HO FAME!

잘가!
Jalga!!!



mercoledì 17 aprile 2013

La fioritura dei Sakura

Sapete bene che Sakura è il nome per identificare i fiori di ciliegio in Giappone, ebbene in "Nipponia" i Sakura sono già sbocciati da parecchio tempo, anticipatamente, mentre in Corea del sud questi stupendi alberi non erano ancora del tutto pronti per la fioritura.

Sapete anche cosa simboleggia questo fiore per i Giapponesi?
E' il fiore nazionale, tanto che vi è la ricorrenza dell'Hanami: osservare la caducità di questi splendidi boccioli stando seduti sotto agli alberi di ciliegio, facendo un pic nic tra amici e parenti. Rappresentano la fine, la conclusione di qualcosa ed un nuovo inizio! Non è però una ricorrenza triste! Vi è anche il nuovo inizio e questo porta molta positività al Giappone. (specie ora che vi è crisi e problema nucleare???)

Inoltre si dice che i fiori di Sakura siano splendidi anche perché cadendo non sporcano, ma spesso vengono rapiti dal vento e muoiono in esso, dissolti. Un pò come succede alla nostra anima alla fine del nostri giorni.
Un fiore fragile, che muore molto in fretta ha una vita breve, e la fine di esso rappresenta anche la morte perfetta secondo i nipponici.

E proprio per tutte queste cose la sottoscritta vorrebbe farsi un tattoo al polso che rappresenta un ramo di fiori di ciliegio e dei petali vaganti, anche per ricordare, con l'iniziale del nome su di un petalo, l'anima di una cara amica.

Ma torniamo a noi, ora anche a Seoul cominciano a manifestare il loro classico color bianco rosato, delle gemme stanno sbocciando e qualche albero è già abbastanza rigoglioso.
Vi propongo delle immagine che il mio ragazzo mi mandò obbligatoriamente. XD Mi promise di scattare più fotografie possibili a questi bellissimi alberi che i coreani invece chiamano: 

벚꽃 (Beo(j)kko(ch)

Quindi ecco a voi i fiori di ciliegio sbocciati a Seoul e XD fotografati all'alba praticamente.


L'altro ieri, 5 della mattina, appena finito il lavoro, tornando a casa.
Che cariiiino!
Ieri, 6 o 7 della mattina, Seoul, tornando non sol dal lavoro ma anche da una serata passata con i colleghi




E qui torniamo alla nostra amata Corea del sud. Se avete letto le brevi e poche didascalie delle foto vi sarete chieste:

Ma quanto lavorano i coreani?
Che lavoro fanno per terminare alle 5 di mattina?
E poi se ne vanno pure a mangiare?
Eh sì! 

Lavoro a parte, il mio lui ora lavora in un ristorantino e spesso li hanno orari bislacchi, e pure comodi, in Corea del sud hanno l'abitudine di cenare con il boss e i colleghi una volta terminato il lavoro, di tanto in tanto. Dunque a qualsiasi orario. Alle cinque finisce? Alle cinque e mezza sono giò chiusi in una "bettola" tipica, o nei chioschi per strada a bere soju e mangiare magari pizza kimchi o le polpettine di carne. Ad esempio lui ieri è andato a mangiare pollo o pesce XD non so decidermi cosa sia.





Quartiere di Miang dove vive.

lunedì 15 aprile 2013

New Style!


Spero non vi dispiaccia questa nuova facciata!
Visto che ormai il caldo sembra essere giunto, fin troppo in verità, facendoci godere e anche no, ci si ammala più facilmente, la bella stagione primaverile, ho deciso di dare un tocco di purezza e
sì, primavera anche nel blog!



Colgo l'occasione per chiedere se la musica sia un elemento di disturbo per voi, spero davvero di no!
Questa volta, con il nuovo look ho scelto un pezzo che adoro alla follia:

Rose, di Lee Hi!
Adorabile lei e meravigliosa la canzone, oltre al video che la rende molto Alice nel paese delle meraviglie bambola di ceramica (forse pure un pò inquietante).


A presto ragazzi!

domenica 14 aprile 2013

I miei posti da sogno: Gyeongbuk gung


Continua il mio viaggio all'insegna dei ricordi, questa volta però torniamo in quelli invernali. Anche a Gwanghwamun vi è un Hanok village con i contro fiocchi, ma questo è da vedere per l'importanza e l'immensità dello spazio in esso presente.


Una delle entrate


Sto parlando dell'honok village, insieme a quello di ChangDeok, per eccellenza! Nominato da tutti nella storia e non solo! Scena storica di moltissimi drama:


  • Queen In Hyun's man, 



  • Chuno, 

  • Rooftop Prince, 

  • My girlfriend is a Gumiho, 

  • Faith si dice in parte, perché per il resto è stato girato in un hanok fuori paese e in un set artificiale. 
E altri ancora ...

Entrata!




All'interno

Un Honok d'importanza storica perché era la sede imperiale dei regnanti! Un colosso incredibile e il mio preferito in assoluto. La zona in sé è molto attraente, anzi stravolgente: piena città e in un tumulto di traffico e palazzi vi sono tre stelle antiche che fanno la differenza e rendono il tutto magico assai!




Dunque appena andrete a Gwanghwamun soffermatevi in centro oltre che nell'antico palazzo di cui oggi voglio parlarvi; infatti trovo doveroso scrivere qualcosa anche in merito alle altre due stelle, punti turistici importanti.

Al centro della zona, che chiamare quartiere non sembra l'ideale, troverete un lungo piazzale con due monumenti importanti:

  1. la statua di SeJong Dae Wang, ovvero SeJong il grande, Re della Corea nell'epoca Joseon, ricordato per aver inventato l'Hangul, ovvero l'alfabeto attualmente utilizzato, rifiutando l'uso della simbologia cinese e lottando contro l'analfabetismo del popolo coreano. Il suo faccione lo potete trovare nelle banconote da 10.000 won.
    SeJong Dae Wang
  2. E quella di Yin Sun Si, un eroe per il suo popolo: da soldato semplice divenne ammiraglio perché seppe sconfiggere la fazione giapponese nonostante un'inferiorità numerica. 
    Yi Sun Si

Fontanelle color!
Inoltre, chicca tutta odierna, di fronte alla statua di Yin Sun Si troverete una zona fontanelle stupenda, che si illumina durante la sera, alternando pure diversi colori, uno spettacolo molto romantico; in quel punto preciso sono state fatte delle riprese di City Hunter.

Insomma tra storia e modernità! La cosa affascina!

Gwanghwamun

Ma l'Hanok village di cui voglio parlare è


GYEONGBUK GUNG
a Gwanghwamun


Noi fummo anche fortunate, visto che, al secondo tentativo di entrare nell'hanok, primo andato male per via di un cambio di orari, beccammo il cambio della guardia.

Durante il cambio della guardia


Un Hanok ricco di storia come tutti e di spazi immensi, cosa che non si trova magari al Namsangeol (di cui abbiamo parlato l'ultima volta), ma forse a differenza di quello, il Gyeongbuk gung ha un'aspetto meno legato alla natura, anche perché era comunque sede quotidiana dei regnanti e dei vari onorevoli signorotti, quindi ambiente molto politico. Non preoccupatevi! Per questo non lo troverete meno romantico, inoltre è di grande impatto.










Qui ci divertimmo molto XD a far la parte di Re e Regina, chiamando Rain "Joooonaaaa", con voce solenne e mia sorella con il nominativo di "Uan bi mamaaaaa!" Ma scherzi a parte, si respira davvero l'antichità di quei tempi!













ùCome potete vedere dalle foto, e come ho già scritto, gli spazi naturali ci sono eccome e sono immensi, ma forse meno curati di particolari piante, molto cemento a differenza di altri Hanok, ma
il panorama è comunque mozzafiato; potrete vedere le montagna in lontananza?










Poi vi è un punto speciale in questo hanok, il punto dove è stato girato il drama My Girlfriend is a gumiho, l'isoletta, o meglio piccolo palazzo con il ponte collegato, in mezzo al laghetto, che in inverno era totalmente ghiacciato


Un punto a mio avviso molto lucente, speciale, romantico e MAGICO!




All'interno troverete anche l'"elogio" allo zodiaco cinese, con le statue alte circa 1 metro e 30 dei vari animali e in mezzo una sorta di meridiana di pietra, marmo forse, con i vari caratteri cinesi incisi. 

Sapete no che lo zodiaco cinese comprende il cane, il cavallo, la scimmia ecc ecc???
Io ad esempio sono della tigre, ma ci venne insegnato in questo luogo che vi sono anche altri tipi di animali per razza: diversi tipi di cane, a seconda della data di nascita e del periodo se non ricordo male; diversi tipi di topo, di pecora ecc ... Io sono la tigre nera (pantera???), mia sorella il cavallo bianco invece e via così ...
Dovrete scoprire anche il vostro segno!!!



Proprio vicino a questa zona trovate l'entrata del museo interno, dove potrete ammirare gli oggetti dell'antichità non solo coreana ma di tutto il mondo. Un museo con una parte dedicata anche ai matrimoni di ogni cultura. 

Per la bellezza della regina

Ad esempio tutti conoscete il vestito tipico coreano, Hanbok, beh qui vi propongo la foto che scattai all'interno del museo (anche se non si poteva :P), che rappresenta il tipico vestito NORD coreano per il matrimonio:

Matrimonio nel nord, io non gradisco XD
Ad esempio queste sono per il matrimonio Giapponese!

Fuori dal museo, verso l'esterno



Ecco il piccolo museo


Mentre al fianco dal palazzo, sempre internamento alle sue mura, troverete un secondo museo più piccolo, dedicato però ai regnanti Sud Coreani: con vestiti, sigillo, il cappello (corona) del Re ed una parte appositamente per le Regine. Molto bella la zona che riguarda l'ultima regnante, morta pochissimo tempo fa (negli anni 80 se non erro), che non potei proprio fotografare, in quanto vi era la security. Quindi andare a visitare tale museo è di obbligo ... Vedrete con i vostri occhi! Tanto è compreso nel prezzo!


All'entrata!

Abito del Re

Scrivaio

"Corona" o meglio, cappello del Re
I famosi timbri del Re

Trono del Re

Gioielli della Regina
Fermacapelli della Regina

Fuori dal Museo, in sfondo il bellissimo Gyeongbuk illuminato