"한국에 왔다 갔다 하는 이태리사람이다"

"한국에 왔다 갔다 하는 이태리사람이다"
한국에 왔다 갔다 하는 이태리사람이다 Un'italiana che dalla Corea del sud va e viene.

Vi aspetto su Facebook!

Dreaming of W. YouTube

lunedì 25 febbraio 2013

Piccola lista per le vostre vacanze a Seoul


Visto che è stato già chiesto da qualcuno:

Facciamo una piccola lista sui luoghi che consiglio, o anche no e sul cibo da assaggiare, come quello da evitare.

NOTARE BENE: dove non cè il prezzo tra parentesi vuol dire che non ha costo, qualora lo specifico è solo per sottolineare che nonostante sia un luogo che molti potrebbero credere a pagamento, a tutti gli effetti non lo è! Mi scuso se non so indicare tutti i prezzi.
In ogni meta metterò il link del post dove ne parlo più approfonditamente!







Beccammo il cambio della guardia
ChangDeokGung palace
  • Hanok Village 1: Gyeokbokgung Stupendo villaggio d'epoca, dove sono stati girati diversi drama storici e non, come Queen In Hyun's man, Chuno, My girlfriend is a Gumiho e in parte forse anche Faith. E' molto grande, non so dirvi se sia IL PIU' grande, di sicuro lo è a confronto degli altri da me visitati. Si trova vicino a Sichong Inoltre all'interno del villaggio troverete anche un bellissimo museo, ma quel che suggerisco è un secondo museo che si trova subito di fianco all'uscita del posto. (non pagai io, quindi non so il prezzo, mi scuso.)
Guardate anche qui: 
  • Hanok Village 2: il Namsangol Hanok village è quello che si trova a Chungmunro. Secondo per bellezza, anche se forse, tra i tre da me visitati è il più piccino. C'è pure un parco abbastanza grande, ma il tutto è armoniosamente rilassante e romantico. Me ne innamorai in quanto a bellezza per il contatto con la natura esterna. (gratuito)
  • Hanok village 3: Changdeok gung si trova a Insadong. Attenzione. Non saltate il Secret Garden (vi conviene se è inverno XD o morirete dal freddo).  Terzo splendido Hanok. E' grande e ricco di storia logicamente, forse meno romantico di quello a Chungmunro. (3000 won ovvero 1,50€ per l'hanok, dai 5000 won agli 8000, ovvero 2,50€ o 5€ per il Secret Garden)
  • Secret Garden del Changdeok: un giardino splendido visitato in due ore, per forza di cose in gruppo con tanto di guida turistica.

  • Hanok village 4: Deoksugung Palace piccolo rispetto agli altri, ma davvero molto carino. Gli honok village più contenuti sembrano essere sempre i migliori. Si trova vicino City Hall (sicheong), il costo è di 1000 won appena!

  • Hanok village 5: Changgyecheon palace 

  • Bukcheon Hanok Village: più che villaggio antico direi via antica e pure bella ricca,
    Bukcheon
    perché questo non è come i vari palazzi Hanok, ma è un quartiere abitato di case tradizionali.
    Sapete quanto costa un'antica casa tradizionale? Non poco! Dovrete fare una bella camminata e ripide salite, ma ne vale la pena. Non quanto gli altri tre Hanok Village, ma comunque è straordinario poter osservare abitazioni che ben sappiano non essere solo un sogno antico, ma per alcuni una vera casa. Passerete di certo di fronte a quella del drama Personal Preference, forse senza accorgervene. (logicamente questo è free)

Zone:
  • Gwanghwamun. Piena metropoli, non la visitai molto, ma lì potrete almeno ammirare la statua di Yi Sun Shin, grande guerriero o eroe coreano e poco più in là quella di Sejong il grande, Re coreano. Inoltre sullo sfondo vedrete proprio il bellissimo palazzo di Gyeongbuk! Poco distante potrete farvi portare ad una delle librerie più grandi al mondo e anche al Cheonggyecheon, le rive del fiume con tanto di fontane e di sera il laser show!
  • Myeongdong. Ideale per il vostro shopping, un quartiere interamente all'insegna dei negozi e delle bancherelle di strada. Uno dei luoghi più affollati. E dove ammirare più di altre zone i bei visini di idols e attori per le vie! (causa cartelloni logicamente)
Guardate anche qui: Myeongdong ... kpop alla follia!
  • Insagong. Un bel quartiere piuttosto tranquillo, talvolta si possono trovare gli artisti di strada e sicuramente è un luogo ricco di oggetti tipici e souvenir, specie per chi ama l'artigianato: vi sono moltissimi negozi che vendono i famosi vasi di argilla, ma i prezzi non sono dei più economici.
  • Dongdaemun. Un palazzo antico si staglia sullo sfondo di una metropoli. Qui possiamo trovare il mercato, non solo dunque bancherelle qua e là, ma un vero e proprio covo di espositori di merce di ogni genere, però non è uno di quelli che consiglierei, sopratutto di notte. Curioso anche per il market sotterraneo davvero grande, ma appunto non molto sicuro. Inoltre potrete anche trovare un enorme, imponente, lussuosissimo centro commerciale e quando si parla di lusso si parla anche di ... soldi. 
  • Namdaemun. Se parliamo di uno, parliamo anche dell'altro. Il famoso: South Market di Seoul si trova proprio qui! E questo lo consiglio! Ci si trova anche tipiche pietanze magari ignorate da molti. Poco pubblicizzate. Ma come per Dongdaemun eviterei di girare soli per queste vie nelle tarde ore del giorno. 
Guardate anche qui per: Dongdaemun e Namdaemun
Namdaemun
  • Hongdae. Un altro dei luoghi più affollati, in specie dai giovani di tutto il mondo: americani, giapponesi, cinesi, inglesi, russi, marocchini ... coreani logicamente. Ve ne sono di tutti i gusti e tutte le "stranezze". E' simbolo della movida notturna Seouliana, dunque ... club kpop, hip hop, disco, shopping ... Ma sopratutto io consiglio: il piccolo parchetto! Dove i rapper più famosi un tempo si esibivano (TOP ad esempio). Qui troverete artisti di strada dal rap, all'hip hop al rock, di ogni genere si esibiranno per voi ...
Guardate anche qui: Hongdae, movida notturna
  • Sinchon. Tanto per fare un giretto: è molto simile ad Hongdae, ma meno frequentata e con meno club. Però si possono trovare tanti ristorantini, dei quali molti con la musica dal vivo.
  • Hyehwa. Come non consigliarla? E' piccola rispetto alle altre citate, ma è un gioiellino di ristoranti con musica dal vivo, teatro e negozietti di bellezza.
  • Chungmunro. Sinceramente qui consiglio solamente l'hanok. Non la visitai molto, ma per quello che vidi non mi attrasse per niente.
  • Bunchon. Anche qui lo visitai poco, alla fine spesso i quartieri sono simili, dunque si trova sempre l'attrazione più ideale per se stessi. E se non erro qui c'è un intero quartiere di hanok!
  • Iteawon. In questo caso mi dissero essere un luogo abbastanza pericoloso e ricco di stranieri, ebbene sì. Quando si entra ad Itaewon si entra in una sorta di Korean town americana. Non sembra nemmeno di essere in Corea eppure ...
  • Mia sagori. Un altro quartiere come tanti pieno di ristoranti, cinema e caffetterie/pub ma a nord di Seoul.
  • Singcheong: si trova vicino a Miyeongdong, al Cheongyecheon e sicuramente è un'altra delle zone più apprezzate. 
  • Gangnam. Non c'è poi molto oltre alle cose tipiche della metropoli: traffico, gente, negozi, palazzi, stradoni. Ma è la zona ricca di Seoul.
  • Habjeong. Beh, qui c'è la YG se vi interessa e un grande centro pieno di negozi all'uscita 6 della metro. 
  • Wangshinmi: altro bel punto cittadino, con un bellissimo centro commerciale e anche un grande cgv (cinema)
  • SUWON. Circa un'ora fuori Seoul. Non l'ho potuto visitare bene, ad esempio le sue famose mura antiche, ma quel poco che vidi, nei pressi di un lago, mi piacque molto. Quel luogo in particolare era ricco di tranquillità e parchi bellissimi. 

Lotte World
Altre particolari zone e attrazioni: 
  • Namsan Park, bello, grande, romantico e con una vista mozzafiato. Consiglio di fare un giro nel pomeriggio per poi rimanere lì fino a sera e quando il buio cala, fare un giro sulla seconda attrazione che consiglio.
  • Namsan Tower e N. Park, che dire? Il panorama è da togliere il fiato.
Guardate anche: Namsan Tower + Namsan Park
  • Hangan o Han river, Consiglio: portarsi dietro qualcosa da mangiare, sedersi nelle scalette di cemento che troverete e ... un pic nic di mezzanotte con il panorama dell'Han river è qualcosa di splendido, magari chiacchierando con le amiche, vi sembrerà una scena quotidiana. Favolosa!
  • Lotte World. Se amate le giostre e specie se è estate, provate! Io rimasi parecchio delusa, ma allo stesso tempo sorpresa dalla bellezza del luogo, che ricorda molto una mini Disneyland. (prezzo sui 25000 won, 17€ per sconto stranieri)
  • 63 Bilding. Un palazzo enorme, ricco di negozi e un enorme acquario (dove hanno girato To the beautiful in you) che consiglio di vedere! Inoltre c'è il planetario, che purtroppo io saltai!
  • Coex. Grande centro commerciale, strapieno di tutto di più anche un acquario, ma a differenza del 63 bilding è più piccino! A Samsung yok
  • Gyobomungu: è una libreria stupenda e immensa! Si trova a Gwanhwamun.
  • Cheonggyecheon: si trova sempre a Gwanhwamun e altro non è che un sottopassaggio dove potrete immergere i piedi nel fiume o cacciare i pesci se volete. Di sera fanno il laser show (gratuito), mediocre ma comunque il solo posto è romanticissimo.
  • "Mujike dari" il ponte dell'arcobaleno: sto parlando del ponte dove illuminato e colorato, famosissimo di Corea! La zona è Banbodaekyo e gli orari sono logicamente serali, dalle 20:00 alle 21:30 ogni 15 minuti uno spettacolo diverso con tanto di musica in sottofondo. (gratuito)
  • Il quartiere dipinto: si trova in una zona poverissima ma affascinante, Ihwabyeokhwa mael. Passeggerete in mezzo a viette strette mal tenute, se non fosse per quegli splendidi disegni lasciati dagli artisti. Dai più moderni a quelli meno odierni.
Guardate anche: Il quartiere dipinto

  • Parco 19 Aprile: dove si ricorda la perdita di moltissimi studenti e civili, morti nella rivoluzione studentesca del 19 Aprile, andando contro alla polizia, causa dittatore coreano. Un cimitero, dunque un luogo sacro.
  • Jogyesa: un piccolo e splendido tempio buddista a quattro passi da Insadong.
  • Bongeunsa: grande tempio buddista semplicemente straordinario, di fronte alla Coex, quindi la fermata è Samsungyok. 
  • Bok Seoul Forest of the dream: si parla del Bok Seoul kkum e sop, la foresta più grande di Seoul! Quasi impossibile farsela tutta. Dal posto potrete anche ammirare la torretta dov'è stata girata una scena di Iris il drama. Vi sono prati immensi, posti di ristoro, fontane un piccolo hanok, torrette per la vista, perfino i cervi ...
Guardate anche: Bok Seoul forest of dreams
  • Trick Museum: Insadong, Hongdae, Myeongdong, di trick museum ce ne sono un'infinità! Entrate e vi fate le foto buffissime con i vostri amici. In alcuni ci si può anche travestire. E' un vero museo con tanto di quadri, eh ... ma le foto risulteranno quasi in 3D XD ... (prezzo sui 10.000 won, 7€ circa) 
  • Ice Museum: ad Hongdae c'è anche un museo tutto ghiacciato. Entrerete e sarete sotto tot gradi anche in piena estate. Infatti vi serviranno delle coperte offerte dalla casa ...
  • Hello Kitty Café: se l'amate, dovete entrarci! Tutto è fatto sulle sembianze della carucciosa gattina giapponese.
  • Cat's Café: dove i mici camminano sui tavoli dove vi abbeverate. (prezzo 8000 won, 5€ poco meno, più una bibita gratuita)
  • Dog's Café: dove i pelosi vi osserveranno sbavanti per tutto il tempo. (non pagai personalmente, quindi mi scuso non posso dirvi la cifra.)
  • Zoo Café: non pensate di trovarci veri animali XD ma peluche, il che è dolcioso!
  • Dongmul café: il caffé degli animali, ad Hongdae, ma ci trovate solo due pecorone morbidissime.
  • Wedding Café: Beh ... se volete provare l'emozione con il vostro fidanzato!
  • Caffé in generale ... non potete non provare ad entrarci! I grandi marchi fanno sempre gola, ma vi consiglio di entrare nei caffé a conduzione famigliare o privata, piccoli, meno costosi caratteristici, intimi e anche come prodotti: i migliori. 
  • Per le amanti dei drama non perdetevi il set di "love from the stars": a dongdaemun uscita 1 della metro trovate il carrettino con le informazioni per arrivare al luogo. 15.000 won. (12 euro)
Guardate anche: 
  • Neoraebang. I famosi karaoke, non potete non andarci almeno una volta! (prezzo: dipende dal tipo di noraebang e di quanto tempo volete rimanere)
  • Multibang: stanze dove poter non solo cantare, ma ballare, giocare con gli amici alla wii.
  • Jjimjjilbang le famose saune, chi è coraggioso e non troppo pudico (nei bagni si è praticamente nudi -divisi per sessi-) faccia un salto!
  • Cinema ma sì! Provate anche questa esperienza, dai!
Guardate anche: Cinema da Drama

Per coloro che non possono rinunciare all'Italia:

Si, posso consigliarvi alcuni ristoranti/pizzerie coreane con solamente il nome italiano, ma che comunque non sono il male assoluto, anzi! Si può assaggiare una versione diversa del "cibo italiano":
  • Pizza School : molto buona la pizza, fatevi assolutamente mettere la mozzarella dentro alla crosta! E sappiate che sarebbe da asporto, ma vi sono dei tavolini su cui poter mangiare al momento.
  • Pizzamore: non è male, c'è di meglio e c'è di peggio, ma l'atmosfera è carina e la pizza diversa XD ma buona! La pasta invece è già meno buona e più curiosa.
  • Sole mio: una delle mie preferite insieme alla pizza School. E' un ristorante davvero delizioso, la pizza particolare e buona, la pasta alla carbonara altrettando XD diversa ma gustosa! Poi fanno anche il famoso, orribile pane con pasta all'interno! XD 
Ma logicamente cercare i nostri compaesani e la pizza VERA è comunque la miglior scelta!
L'unica pizzeria gestita da un coreano dal sapore di vera pizza italiana che ci sia, a mio dire è SpacaNapoli! 


Vi lascio anche con un post che potrebbe aiutarvi a comprendere alcuni punti prima della partenza: Partiamo per Seoul!

sabato 16 febbraio 2013

Annyeong!!!

Come state?
Stasera: visione drama o uscite?
Io per una volta XD uscirò! Si va a mangiare la pizza con Sister e una sua ex compagna di classe che scoprimmo essere una doramista appassionata da anni e anni!



Kidaryo juseyo! 
Sto finendo la conclusione della mia storia.
Ci vuole tempo per scegliere le gif più che il resto!

Nel frattempo pongo a voi delle domande:

  • In questo momento che drama state visionando?
  • Come lo trovate al momento?

  • E l'ultimo drama concluso?
  • Com'è stato?

  • Avete qualche idea sul prossimo drama da visionare?

  • Il vostro drama preferito? In assoluto intendo!

  • Attore preferito? (non pretendo che sia il più bravo, intendo proprio colui che vi fa più sognare, per interpretazione, per sentimento)
Anche io vi rispondo: 

a Gentlman's Dignity è il drama che sto visionando
Anche se l'inizio era lento e poco interessante, ora mi sta proprio prendendo alla grande.

Ultimo concluso: Coffee Prince
Anche questo inizialmente noia e più lento che non si può, poi fantastico!

Il prossimo che vedrò: Innocence man

Drama preferito: ne ho due o tre, ma metto I'am sorry i love you

Attore preferito: So Ji Sub!


lunedì 11 febbraio 2013

Facciamo un break ... spezza con Kit Kat!


Oggi non continuerò la storia,
ma sono qui di sfuggita per ringraziare una cara ragazza!

Grazie a lei ora ho anche un bannerino tutto mio! 

Faccio ballare pure Piumino per lei!!!
E' una chingu che non ho mai conosciuto di persona, ma ogni qual volta la sottoscritta rompe le scatoline, desiderosa di un nuovo bannerino per la mia raccolta doramica, lei è sempre molto disponibile e pronta a crearne addirittura più di uno così che io possa scegliere. E come me, logicamente tutti gli utenti del forum che le commissionano banner!

Non so se vedrà mai questo post, ma voglio comunque ringraziarla anche quie:

GRAZIE ANGELY!!!
Sei proprio un angelo! 

Il bannerino che ha creato, da mettere nella firma per il forum è questa meraviglia qui:


Cosa ne dite? Kuiyoun, keureohji? (carino, vero?)


yebbeu majjyo? (bello, giusto?)

Io sono super soddisfatta!

E ora ...
cosa ne dite del nuovo sfondo del blog?
Io lo adoro! Penso sia divino! Ho trovato diverse disegni sempre della stessa categoria e credo che mi affiderò a tali immagini per cambiare ogni tanto stile! Nonostante preferisca il kimono all'hanbok, credo che sia in tema con il mio argomento, inoltre ...
 adoro questo disegno!!!


Portate pazienza e ... 
ALLA PROSSIMA RAGAZZI!



lunedì 4 febbraio 2013

Tormentone ...

Sì, c'è qualcosa che mi tormenta.
Non si tratta di assillarmi quotidianamente, ma ogni tanto,
quando mi ritorna in mente.
Questa cosa 
non fa che stuzzicare le mie fantasie.
Una sorta di mela del peccato ...

Omoooo ...

 pomooo .. XD 


Forse è perché amo scrivere ...
Perché sono fondamentalmente una romanticona ...
Perché adoro i romanzi ...
E ho sempre apprezzato anime e manga ...
Oltre ad essere completamente succube dei: DRAMA!

Dunque credo sia logico che una persona come me, ad un particolare avvenimento, o meglio ancora quando scatta l'ispirazione, causando i viaggi della fantasia, si ritrovi alienata rispetto
al resto del mondo, prigioniera dei suoi pensieri, ad immaginare chissà ché!
어떻게 / eoddeohke???


Ve ne ho già parlato, è una cosa successa in Estate a Seoul, una cosa che, io e mia sorella, comprendemmo solo una volta usciti dal locale, non potendo perciò più fare dietro front!
Troppo allucinate, forse, dall'accaduto.

Così, ho pensato ...

Avevo udito bene?
Quella persona era proprio di fronte a me, sguardo severo, capello scuro dal taglio tipicamente coreano, pelle perfetta. Era vestito elegantemente, l'unico di quel luogo a non usare il classico grembiulino rosa della Etude, che rendeva tanto ridicoli i commessi li presenti. Per questo motivo pensai che costui dovesse essere per forza il manager di quel negozietto di Myeongdong, uno dei tanti.
Ammetto che il mio interesse è scaturito appena l'ho visto, perché era di una bellezza inaudita, come molti uomini a Seoul, in effetti. Un aspetto degno di un protagonista da drama. Era oltretutto piuttosto alto, ma ciò che mi attraeva tanto erano i suoi occhi, fissi sulla cassa e l'espressione seriamente fredda.
Non per niente io e G. ci avvicinammo a lui con timore, e sicuramente un velo rosato sulle guancia, non causato dal fard in promozione. Gli diedi il cestino, con i cosmetici che avevo deciso di comprare e  la card donata da un altro Etude Shop, che io erroneamente pensavo servisse per gli sconti. Il ragazzo afferrò il tutto senza nemmeno degnarci di uno sguardo. Velocemente strisciò la carta, un'azione sicuramente abitudinaria. Era molto abile, sciolto, deciso su tutto quello che faceva, sicuro di sé. Anche questo fattore sicuramente mi mandava in brodo di giuggiole.
Ad un tratto sollevò uno sguardo annoiato su di noi, restituendomi la card e parlandomi in ...
Sinceramente non ricordo! Era coreano? Era inglese? Quando si degnò di guardaci il mio udito peggiorò, tanto che non udii nulla. Osservai solo quelle labbra in movimento, pensando ad un modo per toccarle. Per fortuna non sono sonnambula nemmeno quando sogno ad occhi aperti, se così non fosse, sicuramente mi sarei mossa verso quella bocca, sfiorandola con le dita come un'ebete, passando per una strana creatura dalla mente allucinata. Meglio detto come fattona?!
Mia sorella allora mi si affiancò e sussurrò qualcosa. Con un pò di fatica compresi che la card consegnata doveva essere una sorta di bancomat da caricare. Non avendo credito all'interno, il bel manager giustamente attese i soldi dalla cliente: una ragazza italiana che non si decideva a pagare, visto che era in stato catatonico. Dietro di lei tanti altri clienti attendevano pazientemente.
Mi diedi una scrollata e consegnai i won. Ero pronta ad afferrare il resto il più velocemente possibile, per poi scomparire dal locale, dove stavo facendo una pessima figura.
Non solo vidi le sue mani porgermi le banconote, ma intravidi pure il movimento del suo corpo: un inchino. Afferrai i soldi e feci per voltarmi, quando lui pronunciò: "Grazie e arrivederci" 

Sì, sì, sì! ... >_< ce l'ho proprio con questa storia, ragazzi lo so!!! 
Ma ogni tanto appunto mi torna alla mente e mi crea una confusione immensa. 

Non penso ad altro per ore ... perché la mia fantasia sforna diversi possibili finali sulla faccenda.
Lui, quel meraviglioso essere vivente ... mi trasforma in una detective bramosa di informazioni:


  • come faceva a sapere che eravamo italiane?
  • per quale motivo sapeva l'italiano? 
  • ascoltando la conversazione mia e di mia sorella aveva capito tutto per filo e per segno?
  • era forse la giornata "salutiamo in italiano?"
  • come si chiamava?
  • quanti anni aveva? (all'apparenza non più di 30)
  • fidanzato?
  • amante della cucina italiana?
  • amante delle italiane?
  • sposato con un'italiana?
  • se quel giorno fossi tornata indietro a chiedere ... cosa avrebbe risposto???


Sono fidanzata, certe immagini nella mia mente dovrebbero essere off limits, ma ... è più forte di me!!! Devo sapere ... mi dico, ma ormai è troppo tardi.
In quei giorni pensai anche di tornare al solito negozio a Myeongdong e ricapitargli davanti, ma ... il quartiere è talmente grande, i negozi Etude sono talmente numerosi, che era quasi impossibile incappare nello stesso posto e in più trovare il manager alla cassa!

Così la mia mente corre e sforna cose di questo tipo:

PS: ora chiudete gli occhi O_o ... 

NO NON FATELO XD SE NO COME LEGGERE?
Ma provate! Provate anche voi ad immaginare!

George CUNEO, come dice Anna Maria Barbera, in arte Sconsolata, lo dice sempre:
IMMAGINA, PUOI! XD

Quelle parole mi bloccarono all'istante. Feci in tempo solo a lasciare il posto ai clienti dietro di me, per poi tornare ad osservarlo, incantata. Mia sorella nel frattempo stava uscendo dal locale, quando si accorse della mia mancanza e tornò indietro per riprendere la sua eonni. "Che stai facendo? Andiamocene!" disse G, mentre io fissavo ancora il tizio dietro al bancone, che abilmente passava i prodotti e batteva il prezzo in cassa. "Sveglia! Sembri un baccalà! Stai male? Che ti prende?" chiese nuovamente, scrollandomi. Tutti i suoi tentativi di svegliare la bella addormentata andarono a vuoto, serviva un principe. Un principe che lavorava in quel luogo, privo di mantello azzurro e per l'amor del cielo pure senza grembiulino rosa. G. alla fine mi lasciò in quel punto e se ne uscì da sola, sconvolta dagli sguardi delle altre persone.
Non potevo che continuare ad attendere che si accorgesse della strana ragazza, ancora impiantata di fronte a lui. Servì tre clienti, dopo di ché spostò lo sguardo alla sua sinistra, notandomi finalmente. Lo fece brevemente, superficialmente, senza rimanerne sconvolto o comunque colpito. Si degnò di darmi più attenzioni poco più tardi, quando evidentemente sentì la mia continua presenza. Il suo sguardo era severo, annoiato. "Meo?"(cosa) chiese in coreano.
"Prima hai parlato in italiano?" gli domandai.
Sollevò le sopracciglia imbronciate, mostrandosi sorpreso: "Meo?" continuò guardandomi con sufficienza. 
"Ho sentito bene ..." trovai il coraggio di rispondergli, "... hai proprio detto: grazie e arrivederci ... " la curiosità di saperne di più mi aveva bloccata lì e dovevo avere anche un aspetto buffo: braccia rilassate ai fianchi, bocca leggermente aperta, occhi perennemente incollati su quella persona. Espressione ... da beota.
Il giovane uomo da prima sembrò colpito dalle mie parole, tanto che per un attimo sollevò l'angolo della bocca, in una sorta di ghigno. Successivamente però arrivarono altri clienti e si concentrò su di loro. Ogni volta che terminava una vendita però, con lo sguardo a mandorla tornava a controllare la mia posizione, fin quando fu nuovamente libero di sollevare il capo e fissarmi, questa volta con fare divertito. Quando mi mostrò un sorriso sornione i miei occhi uscirono quasi dalle orbite per la sorpresa: gli puntai un dito contro e esclamai: "mi stai capendo, non è così?" e la smisi immediatamente quando si dimostrò infastidito dal mio comportamento. 
Il momento successivo sbuffò, tornando divertito: "Sei strana." 
"Hai appena parlato in italiano!" affermai prima che potesse sfuggirmi.
Lui annuì lentamente, "Mmmm ... ne." La sua espressione in quel momento era annoiata e ovvia.
Mi rilassai per un attimo, sospirando. "Come fai a conoscere la mia lingua? L'hai studiata?" cominciai ad interrogarlo.
"In verità sono nato con la dote di saper riconoscere tutte le lingue del mondo e poterle anche parlare." i suoi occhi si spostarono dal basso all'alto, attendendo la mia reazione, sfidando forse la mia apparente stupidità.
Misi dunque un debole broncio: "Ti diverti tanto?" a quel commento seguì la debole risata di lui, fuggita al suo grande controllo. "Me ne vado ... visto che non vuoi prendermi seriamente." Il manager alzò le spalle e non proferì parola, poi tornò a concentrarsi sul suo solito lavoro, servendo altre tante ragazze. Ero decisa di rimanere lì e attendere che finisse o volevo sul serio andarmene? Rimanere! Per quale motivo? ... Proprio non lo sapevo! 
"Ho da fare ..." avvisò lui appena fu libero di parlare e  lo fece senza nemmeno alzare il volto verso di me.
Io socchiusi gli occhi osservandolo diffidente. "Ero solo curiosa di sapere ..."  sussurrai.
Feci per andarmene per davvero, quando la sua voce mi immobilizzò: "Comunque ..." mi voltai immediatamente, "... sei buffa ... yebbeoyo!" (graziosa/bella)
I miei occhi tornarono a sporgersi dalle orbite, "Eeeeeh?"
"Mmm?" ribatté lui, evidentemente facendo finta di niente.
 "Hai appena detto che ... So quella parola che significa ..." cominciai a balbettare.
Il manager piegò gli angoli della bocca verso il basso, sollevando le sopracciglia per l'ennesima volta, in un'espressione sorpresa: "Conosci il coreano?" 
Oscillai la testa, "No ... " l'arrivo di altre compratrici mi interruppe. Deglutii nervosamente e attesi che finisse col lavoro. "Forse ho capito male"
"E' perché hai poca fiducia in te?" chiese con lo sguardo fisso sul bancone, dove stava sistemando gli scontrini. "Hai due orecchie, quindi forse hai sentito fin troppo bene ..." stavo per tornare a dire la mia, quando mi interruppe lui: "Ora vai! Non vedi che stai intralciando la fila?" voltandomi infatti vidi un mucchio di ragazze asiatiche in coda e alcune mi stavano rivolgendo uno sguardo non molto simpatico.
Mi spostai facendo un'inchino di scusa. La mia attenzione però tornò su di lui, che stava trafficava con prodotti e numeri. "Che fai dopo il lavoro?" chiesi indietreggiando. Alzò il solito sguardo annoiato su di me e poi lo riabbassò come se la proposta non gli interessasse. "Non capire male ... è solo per continuare il discorso ..." Di nuovo i suoi occhi mi cercarono e questa volta facendo in concomitanza un ghigno divertito. "Ti posso aspettare qui fuori ..."
Finalmente prese un pò di respiro da quello che stava facendo, sollevò il mento, le spalle e fissandomi negli occhi rispose: "Jwesohabnida ... itellia mal butteyo!" (sono spiacente, non conosco l'italiano) Rimasi perplessa, per poi scorgere l'occhiolino che fece in mia direzione, seguito da un sorrisetto beffardo. La mia delusione si tramutò in fastidio!


venerdì 1 febbraio 2013

Vacanze invernali a Seoul - 2° step: la terra di The Day after Tomorrow!

A Mapo


Mapo di giorno
Mapo di notte!

Questo inverno non alloggiamo in un luogo pieno di vivacità, colori e musica purtroppo, ma comunque ci trovammo in un posto molto tranquillo, sicuro e riservato, all'interno di una grande città alla fin fine! La nostra guesthouse questa volte era situata in una zona di Mapo.






un parchetto vicino alla guest


In fondo la nostra guest
Una guest molto intima, carina, con stanze da max due persone. Logicamente aveva anche dei difetti. Il mio non è un "vedere il pelo nell'uovo" e ora capirete perché: il bagno era semitrasparente, quel vedo non vedo da spogliarello XD ... se si divide la stanza con un'amica non è il massimo, ma nemmeno se la si divide con il proprio ragazzo, se non si è gà a certi livelli di intimità! Certamente, a mio avviso, sempre meglio di una room SENZA bagno. A Seoul se ne trovano molte, la doccia è presente, ma i wc sono pubblici, o almeno condivisi con tutti gli ospiti del condominio.
Cosa dolente assai: la stanza di mia sorella aveva il bagno compreso di una finestrella che non isolava per niente dall'esterno, il ché, con i -19 gradi dell'inverno made in South Korea (la temperatura è scesa davvero a -19), rendeva l'abitacolo pressoché GHIACCIATO. Alla mattina si trovava davvero le pareti simili ad un igloo, lastroni di ghiaccio simil iceberg. Talmente tanto invivibile che, per fare la doccia, bussava alla mia porta e ... le venne pure la cistite!

Primo pasto insieme: Donkass! *O* i love it!
Porzioni molto piccole XD e costano solo 4 euro all'uno!
Arrivammo di mattina, dunque abbiamo avuto tutto il tempo di sistemare le cose e uscire a pranzo con i nostri ragazzi. Mangiammo la Deonkass, mi lecco ancora i baffi al sol pensiero! Una cotolettona con salse varie, riso, kimchi ecc ecc ... potete vederla dalla foto. Al pomeriggio abbiamo passeggiato per Mapo, poi siamo tornate in guest, per uscire alla sera, cenare e fare un altro giro nella nostra zona. Di sera è tutto un altro vedere, come spesso accade a Seoul.

L'aria che si respirava era fredda, ma non umida, non dunque una temperatura che ti entra nelle ossa e ti fa sentire come una vecchietta di novant'anni. E' un clima secco e per questo non presi nemmeno un raffreddore, quando invece oggi, sono qui a scrivervi con il colera addosso.

Quindi pensai: wow! Se continua così, altro che freddo! Si sta benissimo! 
Tanto che il mio ragazzo mi chiese: è più freddo dell'Italia vero?
-Mmmm, ne ... hajiman ... da me il freddo crea reumatismi, ti fa sentire come un ajeossi di 80 anni, qui si sente che l'umidità è off limits! Vieni in Italia e poi dimmi quale dei due clima è il migliore ...


ME NE PENTII DUE GIORNI DOPO!


L'inverno di Seoul è davvero molto rigido e per questo per voi ho delle chicche, seguite da dei consigli: 
  • se comincia a soffiare il vento, cosa che avviene spesso, ci si congela facendo un solo passo fuori dalla camera. Si rischia per davvero di ustionarsi le guance! A dir di coreano eh! Quindi è consigliabile una crema per il viso, per noi donnine vada la BB Cream XD quella serve anche a lucidare l'argenteria tra un pò ...

Sono perplessi anche loro
  • Se nevica, USCITE IMMEDIATAMENTE e godetevi la nun, fino a quando, il giorno dopo, tutto non termina e l'era glaciale colpisce tanto da farvi sentire le gambe come ghiaccioli! Ad un tratto giuro di aver visto i personaggi del cartoon Disney omonimo, passarmi accanto insieme ai pinguini di Madagascar ...

  • La discesa del manto bianco a Seoul dura si e no un giorno e mezzo massimo, ma ne viene giù talmente tanta da coprire subito ogni cosa e fa talmente tanto freddo da lasciare la neve al suolo per minimo due settimane. Il giorno dopo la nevicata copritevi di più! Perché il gelo polare aumenterà a dismisura! E il freddo secco tanto adorato sarà solo un bel ricordo ...

  • Inoltre le strade sono pulitissime, ma se parliamo dei marciapiedi POST-nevicata: munitevi di pattini da ghiaccio! Perché si danza meglio della Costner (non Kevin XD) e ci si può anche improvvisare giocatori di Hokey! Non scherzo! I marciapiedi presentano lastroni di ghiaccio da far paura, tanto che tutti camminano come dei pinguini ... ecco, dunque quelli che vidi io forse non erano della Disney! Scherzi a parte (nemmeno troppi), scarpe calde! Scarponi da neve o comunque mammut, da portare in valigia e non in aereo, perché se no la gamba si gonfia e vi sentirete troppo costrette.

  • Nei locali, se fuori c'è il polo, all'interno c'è la savana, l'inverso dell'estate dunque. Per questo motivo cercate di vestirvi a cipolla se doveste andare in viaggio in quei periodi (giustamente come si fa a vestirsi a cipolla in estate? ... XD portatevi una giacchetta dietro o chiedete, nel caso del caffé Bene lo fanno davvero, una copertina al barista più carino, che ve la metterà addirittura sulle spalle ... se è sveglio! U_U). 
Se no rischierete di sudare e prendervi un coccolone in entrambi i casi. (sudare fuori per poi congelarvi dentro in estate e congelare fuori per poi sudare dentro in inverno)

  • Se non volete usare l'abbigliamento da montagna, (Cappotto pesante sempre consigliato) e sembrare per questo un Mammut, o l'uomo delle nevi, l'utilizzo di cerotti scalda corpo, sotto gli indumenti, è consigliato! XD Li vendono anche da noi a quanto pare, ma quelli di Seoul sono più carucci XD, li si trova da per tutto! Insieme con i sacchetti scalda mani, che io usavo tanto come scusa per tenere le mani del mio love ... X///D con la scusa di scaldarci insieme! Appiccicatevi i cerotti su tutta la superficie del corpo e uscite senza timore, per 12 ore avrete il tepore assicurato.
Vietato metterli a contatto con la pelle o sopra indumenti troppo fini, rischiate di ustionarvi!

  • INFINE: NON PROVATECI A CASA! Non tentate le prodezze coreane! Non pensateci nemmeno! Non seguite il pessimo esempio: uscire con il giubbotto aperto O/E senza sciarpa, perché loro ... LO FANNO! Hanno altri anticorpi, hanno altro cibo, hanno altra costituzione! Se ci proverete, a vostro rischio e pericolo! Vorrà dire che tornerete a casa (forse) con la caccarella e due tonsille grosse come palle di toro!!! 

"Ma com'è possibile?"
U_U eh,  non lo so Min Ho, se non lo sai tu!
La stranezza coreana colpisce ancora: se in estate si vestono come se avessero il clima all'interno della giacca, per questo optano pure per una manica lunga sotto a questa, in inverno escono come se avessero una nuvola alla Fantozzi sopra alla testa, nuvola che però getta colpi di aria calda ...