"한국에 왔다 갔다 하는 이태리사람이다"

"한국에 왔다 갔다 하는 이태리사람이다"
한국에 왔다 갔다 하는 이태리사람이다 Un'italiana che dalla Corea del sud va e viene.

Vi aspetto su Facebook!

Dreaming of W. YouTube

lunedì 3 dicembre 2012

Se sei bionda e hai gli occhi chiari ... sei Russa!


Le Russe sono considerate bellissime donne, no? ... Allora perché scandalizzarsi se un coreano ti scambia per tale?

La risposta è semplice: a quanto parte in Corea del Sud vi sono moltissime prostitute di origine Russia.

Le prime volte che sentimmo la fatidica domanda: "Dangsineun reosia saram i e yo?" (letteralmente: tu  russa persona sei?), sei russa? Naturalmente pronunciato in uno scarso inglese, perché all'epoca io capivo davvero poco niente di Coreano, la nostra risposta era sempre consona alla domanda: "No, siamo italiane." 

Quando invece i nostri amici Coreani ci spiegarono la questione delle "lucciole", allora capimmo il perché di molti atteggiamenti strani, riguardati gli interlocutori: da prima del quesito sguardi quasi inorriditi e i seguenti sospiri di rassicurazione emessi dopo aver udito la risposta.

Logicamente anche il nostro atteggiamento cambiò: appena sentivamo pronunciare nuovamente quella domanda, cominciavamo ad agitarci e a rispondere concitatamente che, assolutamente no! Non siamo Russe. XD

So che può essere brutto, per le persone che in effetti vengono da quella parte del mondo, sapere di essere giudicate male in base a pochi connazionali intenti a fare "il mestiere più antico del mondo", o almeno così lo chiamano a volte. Non è una bella cosa in effetti.

Perfino uno straniero, un uomo sui forse 40 anni, che evidentemente abitava a Seoul, ci fermò per la strada chiedendoci sempre la stessa, dannatissima cosa, proponendoci poi, nonostante gli avessimo comunque detto che la nostra provenienza era tutt'altra zona, di prendere qualcosa da bere insieme lui. Per non parlare dell'amica di corso (frequentavano un corso estivo di coreano alla Sungkyunkwan University, da quel che mi dicono dove fu girato il drama Sungkyunkwan Scandal, che io non ho ancora avuto il piacere di vedere.) della nostra Chingu di viaggio, che  a quanto raccontava, era stata spesso fermata per la strada da uomini, in macchina che le chiedevano ... ehmm ... quanto prendesse? E se appunto le sue origini fossero Russe.

Verso la fine del nostro viaggio eravamo talmente esasperate da questa cosa, che desiderai tanto una t-shirt con la scritta: i'm not russian, i'm italian! E la volevo pure in Coreano, così da non sbagliarsi per forza: jeoneun reosia saram ani e yo, itellia saram i e yo!

Almeno ci fu un momento in cui il nostro orgoglio italiano si esaltò: passeggiando per una via dedita agli artisti e al teatro, trovammo un gruppo di persone (una cinquantina), seduti a terra su di una piazzola, intenta ad ascoltare un uomo con la chitarra in mano. Non so bene cosa disse, ma tutti erano come rapiti dalle sue parole. E mentre lo ascoltavano, noi comprese, ci accorgemmo che un altro ajeoshi coreano ci stava fissando, forse pure da parecchio tempo. Appena lo guardammo ci salutò con un "hi!" e noi rispondemmo con cortesia, voltandoci poi per chiederci l'una all'altra: "Ci avrà mica scambiate per russe pure questo!".

Finché la MIA attenzione non venne catturata nuovamente dal tizio che strimpellava e chiacchierava. Ogni tanto il pubblico rideva, quindi capii che si trattava di un comico, sicuramente stava facendo della satira e mi chiesi quale fosse il suo argomento. Mi illuminai sentendo proferire da questa persone il nome di un cantante che adoro: G Dragon, e continuava, continuava a pronunciare il nome dell'artista Coreano, parlando di lui chissà in quale buffo modo, visto che la gente applaudiva e ridacchiava di continuo. Successivamente iniziò a suonare e cantare, seguito dalla folla ... 

Sunset Glow dei BigBang
Io non potei fare a meno che seguire il gruppo, almeno il ritornello riuscivo a cantarlo!
Finita l'esibizione scese dal piccolo palchetto che si era creato con una sorta di cubo di legno, per lasciare il posto al suo collega: l'ajeoshi che ci aveva salutate poco prima!

Questo cominciò a suonare per introdurre il suo spettacolo. Successivamente si girò verso di noi, sorridendo molto similmente allo Stregatto. XD

Tornò a salutarci e ci fece il cenno di sederci in mezzo alla folla, con il resto del pubblico. Io rossa come un peperone rifiutai gentilmente. Insomma ci fece partecipe del suo show. Ci chiese da dove provenissimo e quando pronunciammo: itellia, si alzò tra il pubblico, in coro, un chiassoso "oooooh" di ammirazione.

In quel momento la mia faccia divenne più simile ad un ravanello!

14 commenti:

  1. e ma non puoi fermarti cosìììì xDDDDDDDDDDDDDD

    RispondiElimina
  2. Sono sulla tua pagina da circa due ore... Adorooo tutto quello che hai scritto. Complimenti! Spero un giorno di poter visitare anch io Seoul! *_*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Perdonami Carmen non avevo visto il tuo messaggio O_O e si che di solito il blog mi da la lista di chi commenta!
      ^_^ Comunque grazie infinite!

      Elimina
  3. Risposte
    1. Sì! XD Perché rossa com'ero spinsi mia sorella a scappare a gambe levate!

      Elimina
  4. Ho scoperto da un giorno il tuo blog e già me ne sono innamorata! Ho letto gli ultimi post, ma poi ho deciso di cominciare dall'inizio (eh, seguiamo un ordine almeno xD). Comunque ti invidio troppo: anch'io vorrei fare una vacanza a Seoul, visitare la Corea e 'toccare con mano' la sua quotidianità....è una cosa che mi affascina e mi intriga da un paio d'anni ormai, da quando scoprii i primi drama...Poi da lì cominciò la passione di una ben più grande e vasta cultura.....E leggendo i tuoi racconti, non posso che essere stra-mega felice per te! *__* in un certo senso, e come se mi avessi 'innestato' un briciolo della tua esperienza, come se pensassi di esserci stata anch'io, in Corea, magari in un sogno troppo realistico <3 Sono davvero davvero ossessionata, ti giuro! E non vedo l'ora di leggere tutti i tuoi post pubblicati, di sentirmi più vicino a questa 'persuasiva' (solo così posso descriverla, almeno soggettivamente) cultura!
    Grazie per aver creato questo blog e grazie per condividere le tue esperienze con tutti noi lettori! Io sicuramente continuerò a seguirti e vedrai qui e là, parecchi miei commenti xD Mi scuso in anticipo perchè tendo sempre, anche quando non dovrei (come adesso), a parlare tanto ( e me ne rendo conto solo a fine discorso/commento >.<)....quindi:alla prossima ;) Michela :DDD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Michela benvenuta! Logicamente non sei ben accetta ma ... DI PIù!
      Anche perché devo dire che mi hai "toccato nel profondo" con una punto del tuo commento, che se non do fastidio vorrei riutilizzarlo per un post in facebook ...
      MI fa piacere che i lettori provino ciò che hai descritto " *__* in un certo senso, e come se mi avessi 'innestato' un briciolo della tua esperienza, come se pensassi di esserci stata anch'io, in Corea, magari in un sogno troppo realistico <3 Sono davvero davvero ossessionata, ti giuro! E non vedo l'ora di leggere tutti i tuoi post pubblicati, di sentirmi più vicino a questa 'persuasiva' (solo così posso descriverla, almeno soggettivamente) cultura!
      Grazie per aver creato questo blog e grazie per condividere le tue esperienze con tutti noi lettori! Io sicuramente continuerò a seguirti ..."

      E vorrei tanto potervi dare tante, tantissime altre informazioni in merito a quel luogo pazzesco. Forse un giorno vi aggiornerò direttamente da Seoul, però ora mi devo accontentare di farci ritorno quando posso.
      Speriamo bene! ^ ^ Grazie ancora a te!

      Elimina
  5. Grazie ! , ma vorrei sapere si le cose che hai scritto in coreano si leggano così come le hai scritto o c'è una pronuncia differente ?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La frase in coreano ma scritta in romaji sì ha una pronuncia differente da come si legge. Il romaji è difficile a mio avviso, ve ne sono di due tipi e uno di questi non combacia con l'alfabeto coreano, non parlo di pronuncia ma proprio di scrittura, per questo io tendo a scrivere in romaji come dovrei scrivere in coreano ma con caratteri appunto romani. Non so se sia il metodo giusto per il secondo tipo di romanizzazione ma credo di sì!
      Praticamente sono fedele all'hangul se pur non usando l'alfabeto coreano vero e proprio.
      La pronuncia è diversa perché: eo si pronuncia con una o aperta ad esempio.
      ^^ Ma se cerchi nel blog troverai tre lezioni sull'alfabeto e la sua pronuncia, almeno come ho potuto spiegarla scrivendo, sarebbe più facile far capire la cosa a voce.

      Elimina
  6. Condo appieno con Michela. E' strano da descrivere, ma è come se leggendo ciò che scrivi mi catapultassi in Corea. Riesco a immaginare tutto, perfino l'ajeossi che ti saluta con la mano, la sua espressione di stupore e te che arrossisci. E' una cosa fantastica, perché per chi come me e Michela non ha ancora avuto la fortuna di andare in Corea, sembra di esserci state o per lo meno di teletrasportarci in quel momento e riuscire a immaginare tutto. So che forse questo messaggio ti sembrerà alquanto assurdo, ma è parecchio difficile descrivere quel tipo di sensazione. E poi, non sono molto brava a spiegarmi xD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Più che non crederci mi sorprendete!!! *_* e mi fa un grande piacere saperlo! Vuol dire che ho un dato stile che nessun altro può copiare.
      Cara Francesca ormai di blog che trattano della corea del sud, in specie viaggi ed impressioni di chi c'è stato, ce ne sono un sacco! Il mio ormai farà un anno a novembre, ma appunto sempre più persone decidono di aprirne uno e questo mi ha sempre preoccupato, oltre al fatto che vi sono blogger che creano post solamente utilizzando la propria fantasia ed esperienza e blogger che copiano le idee altrui, magari sono anche più bravi ad esporre, o hanno più informazioni, dunque prendono "spunto" da chi ormai ha aperto il blog già da tempo! Oltre a questo temo sempre XD un allontanamento dei miei lettori a causa di gente che magari appunto è più aggiornata di me, anche perché qualcuno magari studia la. Molti lettori però che conosco da fb mi hanno sempre rincuorato! Il blog ha sentimento, mi dicono, quello di altri letti in giro no! Sono solo blog informativi da come propongono i post.
      Quindi davvero spero di poter rappresentare al meglio le mie emozioni e potervi emozionare come sempre!

      Elimina
  7. Io non leggo molti blog di ragazze che hanno fatto esperienze in Corea, apparte il tuo e quello di una amica che si è appena trasferita lì per studio, quindi non ho idea come siano gli altri. Ma da quello che ho letto fino ad ora ci riesci alla grande, riesci davvero a trasmettere quello che hai vissuto! Non vedo l'ora di arrivare all'articolo nel quale parli del tuo "moroso" *^* (Sono una romanticona xD e anche parecchio curiosa hahaha)

    RispondiElimina

어서오세요 Eoseooseyo! Benvenuti, entrate pure nel mio blog!
Ognuno è libero di commentare, sempre nel rispetto però dell'altrui persona.
Grazie a chiunque decidesse di seguirmi e arricchire il mio blog con i propri pensieri, che per me sono sempre preziosi.
감사합니다! Kamsahabnida!